Come dimagrire con gli integratori di garcinia cambogia

garcinia

Cosa sono gli integratori di garcinia cambogia? E’ possibile dimagrire con questi? Cerchiamo di rispondere a queste domande e vediamo come assumerli.

Che cos’è la garcinia cambogia

Iniziamo dal cos’è la garcinia cambogia. Proviamo insieme a definirla. Possiamo considerarla come un frutto, che proviene dall’Asia da una pianta d’origine subtropicale. Il suo vero nome è Garcinia Gummi-gutta e appartiene alla famiglia delel Clusiaceae, che provengono dall’Indonesia. Una regione dell’Indonesia, infatti, è proprio la Garcinia. Il frutto, inoltre, è diffuso anche nella Birmania e viene chiamato anche con il nome di gabooge oppure di Malabr tamarindo, a seconda delle zone. E’ diffuso, inoltre, anche nella parte meridionale dell’India. Il suo colore è verde quando è acerbo e diventa arancione e poi rosso a seconda del grado di maturazione. Le sue dimensioni sono pressappoco quelle di un’arancia e la forma è simile a quella di una zucca.

Il suo uso è noto da molti secoli: viene, infatti, molto usato nella medicina tradizionale per curare efficacemente le malattie riguardanti l’apparato digerente. Non solo: essa serve anche per ridurre e allontanare gli effetti dell’invecchiamento. Viene consumata come una spezia, ma viene anche utilizzata per produrre gustose marmellate. Soprattutto viene usata per ridurre il senso di fame, nonché per evitare l’assorbimento dei grassi in eccesso: per questo motivo, spesso viene associata a diete dimagranti, per garantire una buona perdita dei kg di troppo. Il frutto è naturalmente ricco di proprietà, ma in realtà i benefici si hanno più che altro nella buccia, dove è presente la sostanza più importante, l’Acido Idrossicitrico, anche chiamato con l’acronimo HCA. Scoperto negli anni ’90, abbiamo potuto vedere già in passato quanto possa essere importante per la perdita di peso. Inizialmente è stato testato sugli animali ma, poi, anche sugli esseri umani.

Proprietà e benefici

Quali sono le proprietà e i benefici di questa pianta d’origine asiatica? Innanzitutto, abbiamo visto come riesca in modo efficace a limitare il senso di fame e a bruciare gli accumuli d’adipe in eccesso. I suoi benefici non si fermano affatto qui: tale pianta, infatti, riesce a limitare l‘assorbimento di lipidi e di zuccheri, nonché di innalzare i livelli di serotonina, altresì chiamato come ormone del benessere e del buonumore. La Garcinia Cambogia permette, quindi, in modo del tutto naturale, di perdere peso, senza aver bisogno di assumere prodotti che non sono sani per il nostro organismo. A partire dal 2013, la Garcinia Cambogia ha fatto il suo ingresso sul mercato. Lo ha fatto grazie ad un programma televisivo americano, in cui è stato presentato dal Dr Oz Show, che ha parlato dei suoi ottimi effetti. Adesso, questa pianta sta prendendo sempre più piede anche nel mercato italiano. Viene, inoltre, utilizzata per ridurre il colesterolo nel sangue e il livello di trigliceridi nello stesso. Serve anche per combattere l’iperglicemia, ovvero l’eccesso di glucosio nel sangue, che dà poi origini a malattie come il diabete.

Come assumere gli integratori

Gli integratori vanno sempre assunti all’interno di una dieta variata e non devono mai andare a sostituire la stessa. Come vanno assunti gli integratori di Garcinia Cambogia? E’ sempre meglio, innanzitutto, chiedere al vostro medico o nutrizionista se vale la pena iniziare un trattamento con la stessa, assieme ad una dieta. Così riuscirete a sapere se fa al caso vostro oppure no. In Italia, si trovano dei prodotti che contengono fino al 50% di acido idrossicitrico, che abbiamo visto essere l’importante principio attivo della pianta. In genere, si consiglia di assumere all’incirca dai 250 ai 1000 mg di acido idrossicitrico al giorno, che corrisponde a 500-2000 mg di estratto secco della pianta. In ogni caso, date le numerose opinioni negative, è necessario fare attenzione. Sembre meglio, inoltre, assumere la Garcinia Cambogia a stomaco vuoto, dato che deve ridurre il livello di grassi nel sangue. Come tutti gli integratori, anche la Garcinia Cambogia può avere degli effetti collaterali, che possono essere fermati grazie all’interruzione della cura. Tra questi vi rientrano la nausea, il mal di testa e anche crampi addominali, diarrea o meteorismo. Secondo alcuni, può avere anche un effetto epatotossico, ma ciò non è stato ancora dimostrato scientificamente. In ogni caso, meglio evitare la sua assunzione nel caso di gravidanza e allattamento, ma anche in caso di morbo di Alzheimer e altre possibili forme di demenza. Ancora, il suo impiego è controindicato in caso di diabete mellito, allergie a specifici componenti e epatopatie di diverso livello.

Integratori Garcinia Cambogia

Ci chiediamo, però: gli integratori di Garcinia Cambogia funzionano davvero? In realtà, dobbiamo considerare che la sperimentazione della pianta ha fatto emergere risultati a dir poco contraddittori. Infatti, proprio per questo, a volte viene associata la Garcinia ad altri tipi di integratori, proprio perché non si è sicuri dei suoi effetti. Secondo uno studio pubblicato dal Journal of the American Medical Association, in realtà, la Garcinia Cambogia non porterebbe a perdere molto peso. Si tratta, perlopiù, di un possibile effetto placebo. Le sperimentazioni, avvenute in laboratorio, avrebbero però dimostrato un possibile effetto antiobesigeno dell’acido idrossicitrico. Possibile, quindi, che sia davvero una cura all’obesità? Sono stati effettuati numerosi esperimenti su soggetti particolarmente obesi. Sono stati somministrati loro per ben 12 settimane, 100 mg al giorno di tale tipo di acido e i risultati sarebbero stati incoraggianti: i pazienti sono effettivamente dimagriti. E’possibile, inoltre, che effettivamente la fame si senta davvero meno e, sentendo meno lo stimolo dell’appetito, le persone potrebbero essere indotte davvero a introdurre nel corpo una sempre minore quantità di cibo, con effetti visibili sul girovita.

Gli integratori di Garcinia Cambogia, inoltre, contengono anche calcio, pectina, carboidrati. Importante è la pectina, che troviamo anche in numerosi frutti. Questa cerca di modulare l’assorbimento intestinale dei grassi, svolgendo anche una funzione di carattere prebiotico e dando una mano ad evitare la stipsi. Inoltre, abbiamo il calcio, che è importante per le nostre ossa, come noto, ma non solo: è importante per il sistema nervoso e per quello muscolare. Infine, la pianta contiene anche qualche dose di carboidrati, che svolgono una naturale funzione energetica.

Esistono numerosi farmaci che possono, inoltre, andare in contrasto con l’uso di Garcinia Cambogia. Vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando. Abbiamo già visto come questo integratore possa far alterare i livelli di glicemia nel sangue. In particolare, dobbiamo fare attenzione ai farmaci che sono usati per il trattamento del diabete mellito di tipo 2, poiché si potrebbe verificare un pericoloso effetto sinergico tra qeusto integratore e le medicine ipoglicemizzanti. In particolare, dobbiamo stare attenti ai biguanidi, agli glitazoni, alle sulfaniluree, ai glinidi, agli inibitori alfa glucosidici, al sitagliptin, all’exenatide e all’insulina sintetica (ovvero quella iniettabile). Se avete qualche dubbio, prima di assumere l’integratore è sempre meglio chiedere un parere al vostro medico curante, al fine di stare più tranquilli ed evitare pericolosi effetti collaterali. Inizialmente si inizia con un basso dosaggio di Garcinia Cambogia, passando via via che passa il tempo a dosaggi sempre più alti. Attenzione, inoltre anche ai farmaci serotoninergici. Il rischio, infatti, è di sviluppare la sindrome serotoninergica, che si verifica con associazione di tale tipo di integratore e alcuni famaci come l’escitalopram, la sertralina, la fluoxetina e la paroxetina. Dobbiamo fare attenzione, inoltre alla petidina, alla pentazocina e al tramadolo, nonché al destrometorfano, che si trova spesso in sciroppi per la tosse come sedativo.

Gli integratori di Garcinia Cambogia si possono acquistare tranquillamente in erboristeria e, in alcuni casi, anche in supermercati particolarmente forniti. Possibile anche acquistare l’integratore online. Quando si acquista online, però, dobbiamo stare particolarmente attenti alle frodi,c che sono sempre in agguato. Soltanto alcuni negozi online hanno i requisiti necessari per essere considerati affidabili e sicuri. Inoltre, sul web il prezzo può essere più competitivo rispetto ai negozi di tipo “fisico”. Una precisazione: non è possibile acquistare il frutto della Garcinia Cambogia sul nostro mercato, ma soltanto l’estratto. In genere, viene venduto e assunto in capsule. Alcuni estratti sono importati e titolati dalla Francia: è possibile trovarli su Ebay e su Amazon, ad esempio. Andando ad acquistare più confezioni, si potrà inoltre usufruire di particolari sconti. In conclusione, che cosa possiamo dire sulla Garcinia Cambogia? I suoi effetti sono discordanti, potrebbe avere effetto placebo, ma numerosi studi su pazienti obesi dimostrano l’efficacia. Il giudizio, quindi, spetta a voi, che dovrete provarlo per vedere se effettivamente funziona oppure no sul vostro corpo.

Ovviamente, non si tratta certo di una pianta miracolosa: per questo motivo, è possibile che i suoi effetti siano contenuti o modesti, ma in ogni caso devono essere associati ad una buona attività fisica, indispensabile per stare bene e per godere di un’ottima forma, e di una dieta sana e controllata, senza particolari eccessi di grassi e di zuccheri. Questo tutto ciò che c’è da sapere sulla Garcinia Cambogia, particolarmente conosciuta nell’Est del mondo ma con un mercato sempre più crescente anche in Italia.

Leggi anche

15 settembre 2017 0

Emorroidi interne congeste: sintomi e terapia

Le emorroidi non sono solo dei rigonfiamenti esterni alla regione anale, bensì si trovano anche all'interno [...]