Allenarsi in casa: gettiamo le basi

Quando ci si allena è opportuno avere in mente degli obbiettivi, e l’allenamento in casa non fa eccezione.
C’è chi si allena per dimagrire (a questo proposito potete consultare la catgoria Dimagrimento qui a destra), chi si allena per diventare più tonico (espressione usata da chi odia i culturisti per dire più muscoloso 😀 ), chi vuole avere un po’ di resistenza e di fiato in più, chi è fermo da anni e sente che star fermi per anni non è un’attività utile per l’essere umano … C’è chi vuole prepararsi per giocare a calcetto o a tennis, o per andare a cavallo o per sciare.

A tutti costoro, la raccomandazione fondamentale: fate qualcosa che vi piace, che vi eccita, che vi dà delle prospettive o vi permette di godere di vantaggi. Fare ginnastica perché fa bene è una filosofia che dura, solitamente, molto poco. Cercate quindi dei motivi e delle gratificazioni in ciò che fate.

Getteremo, qui di seguito, le basi per i nostri discorsi futuri.

Ci sono essenzialmente tre modi di allenarsi in casa: allenarsi proprio sempre al chiuso (con o senza attrezzature) e alternare agli esercizi in casa delle uscite, ad esempio di corsa o di altre attività.

Gli attrezzi si dividono in grandi attrezzi e piccoli attrezzi. Al di là delle dimensioni o del peso effettivo, un grande attrezzo ha una base o un attacco murale, e solitamente non si sposta durante l’uso: cyclette, macchine multifunzionali, panche varie, tapis roulant, sacchi da boxe, stepper ecc. Sono piccoli attrezzi quelli che invece vengono utilizzati spostandoli: manubri, bilancieri, estensori, palloni medicinali, cavigliere o polsiere zavorrate, bastoni, corda per saltare, ecc.

Con questa classificazione, a rigor di logica, una barra entroporta ed un tappetino sono anche loro grandi attrezzi… 🙂
In questi post parleremo più che altro degli allenamenti senza attrezzi.

Il secondo grande consiglio che vorrei dare a chi si allena da solo è: cominciate piano, anche con un programma che vi sembra troppo leggero. Esempio: volete fare solo addominali? Se siete sedentari da tempo, il primo giorno cominciate col provare i movimenti, non arrivate mai a stancarvi, e chedetevi se state seguendo le traiettorie giuste e se state respirando nel migliore dei modi.

Interrompete ogni serie prima di affaticarvi, e smettete dopo due o tre serie. Nei giorni seguenti comportatevi in modo simile, ma non abbiate fretta di fare di più: sarà l’istinto a dirvi quanto aumentare e quando, e cosa
Far bene il compitino, mostrandoci volenterosi i primi giorni, non porta da nessuna parte: perché l’allenamento si stratifica nel tempo ed è attraverso l’aumento dei parametri di lavoro (ad esempio quantità, intensità, numero delle sedute…) che si manifestano i risultati. Partire a bomba non serve, specie se rinunciate dopo una settimana!
Ah… e se siete fermi da un po’, non allenatevi tutti i giorni, almeno inizialmente.

La prossima volta cominceremo ad organizzare… la situazione! Rstate caldi.

Image courtesy fitnessweb.it

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Consigli per dimagrire naturalmente

Kick back: esercizi per tonificare le braccia (video)

Leggi anche
  • erbaProprietà e controindicazioni dell’origano

    L’origano è molto apprezzato in cucina, inoltre esso è anche in grado di regalare grandi benefici alla salute di chi lo utilizza.

  • dietaDieta sana ed equilibrata per sportivi

    Scopriamo qual è la dieta sana ed equilibrata ideale per tutti gli sportivi imparando gli accorgimenti fondamentali da tenere in considerazione.

  • proprietàAlloro: proprietà e controindicazioni

    L’alloro è un prodotto naturale davvero ricco di proprietà benefiche per l’organismo. Prima di utilizzarlo però è bene conoscere anche le controindicazioni.

  • Correlazione tra carenza di ferro e aumento di pesoCarenza di ferro e aumento di peso: cosa sapere

    Scopriamo in che modo sono correlati la carenza di ferro e l’aumento di peso e cosa sapere per evitarli

Contents.media