Autismo e vaccino trivalente: ecco la sentenza shock

Il vaccino trivalente contro il morbillo, parotite e rosolia avrebbe scatenato l’autismo in un bambino. Lo ha confermato una sentenza del Tribunale di Rimini.

Proprio oggi su Scienza e Salute 2.0 abbiamo illustrato il Piano Vaccinazioni per il biennio 2012-2014. Torniamo sull’argomento qui su Rimedi Naturali riportandovi una notizia che ha dell’incredibile e che riguarda il vaccino trivalente, quello contro il morbillo, parotite e rosolia. 

Il Ministero della Salute è stato condannato a pagare un indennizzo alla famiglia di un bambino per le conseguenze riportate, lo scorso 2004, in seguito alla somministrazione di un vaccino trivalente.

Sin da subito, il bambino avrebbe iniziato a manifestare diarrea e nervosismo e, tra il 2004 e il 2005,  segni di grave disagio psico-fisico fino al riconoscimento, il 31 agosto 2007, dell’invalidità totale e permanente al 100%. 

Che i sintomi, rivelatori della Sindrome di Kanner o Autismo, siano riconducibili alle vaccinazioni praticate lo affermavano lo specialista Niglio nel giugno 2008 l’anno successivo anche lo specialista Montanari.

Ora sono i giudici del Tribunale di Rimini ad aver confermato la tesi dei genitori del bambini e dei due esperti in una sentenzache ha provocato “forte sconcerto” tra gli esperti del Board Scientifico del Calendario Vaccinale per la Vita, che riunisce figure di elevato prestigio dell’Igiene e della Sanità Pubblica, della Medicina Generale, della Pediatria territoriale-ospedaliera ed universitaria facenti capo alla Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI), alla Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (Fimmg); alla Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp) e alla Società Italiana di Pediatria (Sip).

Secondo il board, però, i giudici si sarebbero basati su una ricerca pubblicata 14 anni fa, e subito ritirata perché ritenuta infondata, dalla rivista Lancet.

Dal Board fanno sapere:

”Purtroppo le false tesi proposte portarono ad una forte diminuzione del numero di vaccinazioni negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in altre parti dell’Europa, con la conseguenza, in molti casi nefasta, di un repentino aumento dei casi di morbillo e delle sue complicanze, inclusi numerosi casi di encefalite e di morte”.

E denunciano:

”Risulta anche anomalo il fatto che la citata sentenza possa ignorare le ragioni e le azioni della comunita’ scientifica nazionale ed internazionale che, tra l’altro, ha il diritto/dovere di tutelare tutti gli operatori al solo fine di far esercitare la professione con le dovute garanzie medico-legali.Purtroppo sentenze come quella appena emanata rischiano di avere il solo risultato di far perdere fiducia in uno strumento preventivo fondamentale per la salute dei bambini e di tutta la popolazione, con conseguente ri-emergenza di malattie gravi e talora anche mortali, come il morbillo, inducendo peraltro nei genitori di bambini affetti da una seria patologia come l’autismo la falsa convinzione di aver trovato la ragione di tante sofferenze patite”. 

LINK UTILI:

Vaccinazioni: un campo davvero appetibile.

Vaccini raccomandati in Italia mentre la Svizzera è scettica.

Papilloma virus sintomi: come riconoscere e prevenire l’HPV.

Papilloma virus vaccinazione: è proprio necessaria?

Vaccinazioni obbligatorie e facoltative: il piano per il biennio 2012-2014.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Festival del Fitness di Roma: Acquapole Gym

Affondi con la palla medica, come fare l'esercizio a casa

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.