Baby genio? No, solo plusdotato!

Definire "genio" un bambino è un errore. Lo sostiene la psicologa Anna Maria Roncoroni secondo cui "parlare di geni quando ci si riferisce a dei piccoli è prematuro e dannoso, in quanto il bambino si crea aspettative eccessive e pretende sempre di più da se stesso, rendendo a volte difficile accettare la frustrazione, l'errore e le difficoltà che la vita pone davanti a ognuno di noi".

A suggerire come termine alternativo "plusdotato" è la stessa esperta.

Non so se davvero un termine può fare grande differenza, ma è vero che "plusdotato" suggerisce in modo più corretto l'esistenza di una o più doti particolari piuttosto che di un cervello stratosferico.
A mio parere però conta molto il significato che i familiari e chi sta intorno a un bambino particolarmente dotato danno alle sue particolari doti. Se continuano a trattano da genio nonostante la nuova deficnizione le difficoltà il bambino le avrà lo stesso.

Proprio qualche tempo fa la rivista American Journal of Public Health ha pubblicato una ricerca che dimostra come l'essere stati considerati dei geni da piccoli correlava con le probabilità di diventare forti bevitori, al limite dell'alcolismo, da adulti.
I ricercatori dall'Università di Glasgow che l'hanno realizzata, pensano che la ragione risieda nel fatto che chi ha delle buone doti intellettive è destinato a un lavoro importante e di alta rappresentanza, un mestiere in cui spesso di consumano molti alcolici nel corso delle riunioni di lavoro o nei rapporti con la clientela.

Esistono però situazioni ben più gravi in cui la maggior assunzione di alcol ha l'obiettivo di farsi forza, per non deludere quelle aspettative di vita a cui si è stati abituati fin da piccoli.
In base ai risultati della ricerca questo vale soprattutto per le donne, a causa delle loro maggiori difficoltà a trovare spazio in ambienti di lavoro a forte maggioranza maschile.

Insomma,creare nei bambini eccessive aspettative riguardo a se stessi non fa bene, ma questo tipo di errore si può fare anche quando il proprio piccolo non è un genio, ma lo si carica di pressioni volte più a realizzare se stessi come genitori che le sue vere inclinazioni.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Idee per la festa della donna: a casa con le amiche sì ma con lo chef e il massaggiatore

Bere acqua fa bene: i consigli di Sanpellegrino

Leggi anche
  • zumba1Zumba 2.0: cos’è, benefici e per chi è indicata

    Zumba 2.0, di cosa si tratta, tutti i benefici di questa disciplina e per chi è indicata

  • dancePole dance: cos’è, benefici e per chi è indicata

    La pole dance è una disciplina che negli ultimi anni è sempre più di tendenza. Ecco di cosa si tratta e chi può praticarla.

  • danza1Danza da adulti: quale tipologia scegliere?

    Se si vuole intraprendere la strada del ballo da adulti, ecco quale scegliere

  • wellness g45bf15646 1920Osteopatia e Attività Sportiva: Perché è Importante

    Gli sportivi professionisti, nella costante ricerca della performance ideale, mettono il proprio fisico sempre più alla prova, specialmente negli ultimi anni, essendo la competizione tra i partecipanti sempre più intensa

Contentsads.com