Calci di rigore: chi li ha inventati? Quiz sport in ripresa Serie A

Il calcio è nato in una taverna di Londra nell’autunno del 1863, ma i calci di rigore no. Quando sono stati inventati? E da chi? Scopri questa e altre curiosità sull’origine della massima punizione.

Nel calcio moderno i calci di rigore possono decidere l’esito di un incontro, ma anche la vittoria di un campionato o di una coppa.

Eppure non è stato sempre così.

I calci di rigore non sono nati con questo sport. Chi li ha inventati, allora? E quando?

Se vi state già lambiccando il cervello cercando il nome del più bravo e più vecchio rigorista che vi viene in mente siete già sulla strada sbagliata. Ad inventare i tiri dal dischetto non è stato un attaccante stanco di essere fermato in malo modo proprio a un soffio dalla porta ma, udite, udite, un portiere.

Per la precisione, l’irlandese William McCrum che propose la regola nel 1890. McCrum arrivò all’idea del tiro libero dalla distanza di undici metri con l’intento di condizionare l’irruenza dei suoi stessi compagni che affrontavano con troppa vigorìa gli avversari che si approssimavano alla porta da lui difesa.

In realtà, l’idea non piacque molto all’inizio. E infatti non fu accolta. Ma poi un episodio ecclatante nel corso di una partita tra Stoke City e Notts County fece cambiare idea.

In quell’occasione un calciatore dei Notts fermò la palla avviata in rete con una mano e l’arbitro fischiò una punizione con tutti gli uomini schierati in barriera, come previsto dal regolamento vigente. La palla non entrò, ovviamente. Ma l’ingiustizia palese subita dallo Stoke City convinse l’International Football Association Board, preposto alla revisione delle regole, a formalizzare il calcio di rigore 2 giugno 1891. Si trattava di un tiro da 11 metri, da realizzare da qualsiasi punto, in cui i giocatori non potevano interporsi tra il portiere e chi tirava.

Il primo calcio di rigore venne tirato il 14 settembre 1981 da Joseph Health in una partita del Campionato inglese tra Wolverhampton Wanderers e Accrington Stanley.

Ultima curiosità: secondo la cultura anglosassone, il calcio di rigorepenalty kick in lingua inglese – si chiamava originariamente the kick of death, il calcio della morte. A definirlo letterariamente così fu il Premio Nobel per la letteratura Camilo José Cela. Ma non era solo un modo di dire. In Irlanda del Nord, dove è nato, chiunque avesse sbagliato il tiro dal dischetto (spot in inglese) avrebbe potuto essere infatti passibile di arresto senza processo per manifesta incapacità a calciare, considerata la facilità attribuita a questo tipo di tiro. Naturalmente – e per la fortuna di numerosi rigoristi poco abili (o molto sfortunati) – la regola non fu mai adottata nel calcio moderno britannico inventato in una taverna di Londra nell’autunno del 1863. La disperazione di chi li sbaglia però certe volte sembra proprio quella di chi potrebbe venir condannato a morte.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fitness low cost: rassoda i glutei senza palestra (video) – Prima parte

Perdere le abitudini scorrette con la tecnica Alexander

Leggi anche
  • zumba1Zumba 2.0: cos’è, benefici e per chi è indicata

    Zumba 2.0, di cosa si tratta, tutti i benefici di questa disciplina e per chi è indicata

  • dancePole dance: cos’è, benefici e per chi è indicata

    La pole dance è una disciplina che negli ultimi anni è sempre più di tendenza. Ecco di cosa si tratta e chi può praticarla.

  • danza1Danza da adulti: quale tipologia scegliere?

    Se si vuole intraprendere la strada del ballo da adulti, ecco quale scegliere

  • wellness g45bf15646 1920Osteopatia e Attività Sportiva: Perché è Importante

    Gli sportivi professionisti, nella costante ricerca della performance ideale, mettono il proprio fisico sempre più alla prova, specialmente negli ultimi anni, essendo la competizione tra i partecipanti sempre più intensa

Contentsads.com