Cellulite: prodotti che funzionano

di Gianfranco Di Mare

Performance Engineer

 

Nei primissimi post dedicati alla cellulite ho sottolineato come a mio parere l’approccio migliore per un regresso della patologia consiste in una terapia nutrizionale mirata (di cui ci siamo occupati diffusamente nei post precedenti) ed in una terapia fitologica ad alta efficienza.

A costo di sembrare… sponsorizzato (ma non lo sono), oggi voglio parlarvi di quello che ritengo il miglior prodotto fitologico contro la cellulite.

(NB: Non confondete gli annunci pubblicitari qui attorno col testo di questo articolo)

Tutti i prodotti per uso orale contro la cellulite di cui sono a conoscenza si basano su meccanismi d’azione generali a livello dei sistemi metabolici: diuresi, intestino ecc. (non parliamo di quelle bombe a base di ormoni o peperoncino… lasciamole ai masochisti).

Cellsyn ha un’azione specifica: agisce sui sali ed i grassi all’interno dei pacchetti della cellulite riattivando il ricambio tissutale perduto, e l’eliminazione delle sostanze di scarto che invece restano depositate nei pacchetti cellulitici. Il prodotto è distribuito da Laboratorio Asclepio. Non è un farmaco.

La posologia che si è rivelata più efficace è di 1-2 cucchiaini sciolti in acqua, presi 2-4 volte al giorno 10 minuti prima dei pasti.

Il ciclo migliore è di 60 giorni, da ripetere 2-4 volte l’anno a seconda della risposta e delle necessità. Non mi è possibile essere più specifico, ci sono troppe variabili su base individuale. Tuttavia vi consiglio molto caldamente di non superare le dosi cui abbiamo fatto riferimento.

Se desiderate maggiori informazioni (o la scheda tecnica del prodotto) contattate il produttore. 

Come ben sanno i miei tre lettori, io non credo nei miracoli e mai ne prometto.

Cellsyn è un prodotto fitologico di quarta generazione (basato su estratti secchi purissimi standardizzati, una formula di struttura, e 4 carrier modulari ionici), cioè il massimo che la tecnologia farmacologica possa offrire oggi; tuttavia, perché funzioni sono necessarie delle condizioni al contorno:
un’alimentazione normocalorica o, se tendete ad ingrassare, leggermente ipocalorica; un regime dietetico favorevole all’inversione della tendenza metabolica delle vostre cellule, secondo quanto abbiamo descritto approfonditamente nei post precedenti; costanza, lucidità, intelligenza ed una deteminazione che mira al suo fine. Per citare Segovia, “gli angeli di Giacobbe avevano le ali, ma scesero le scalinate del cielo un gradino alla volta”.
Se ne avete piacere fatemi sapere dei vostri progressi! Intanto, ricordo a chi si sia perso qualche puntata che abbiamo iniziato a parlare della cellulite a partire da qui.

Image courtesy coopfirenze.it

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Olimpiadi Londra 2012: allarme dieta al Villaggio olimpico: troppi atleti con appetiti record

Dieta di settembre, senza attività fisica non dimagrisci: parola di Luca Speciani (video)

Leggi anche
Contents.media