Notizie.it logo

Creazione artistica e scientifica secondo Rita Levi Montalcini

Creazione artistica e scientifica secondo Rita Levi Montalcini

Opere d'arte e scoperte scientifiche sono il frutto delle straordinarie capacità umane. Ma cosa si può dire della spinta creativa e innovatrice che c'è dietro? C'è differenza tra la creatività artistica e quella scientifica che portano a nuove e straordinarie scoperte nei rispettivi campi?

Fabio Fazio ha rivolto quest'ultima domanda a Rita Levi Montalcini, ospite della puntata di Chetempochefa del 26 aprile per parlare del libro l'ultimo libro che ha scritto insieme alla storica collaboratrice Giuseppina Tripodi, "Cronologia di una scoperta", in cui si parla appunto del fattore di crescita nervoso che le è valso il Nobel per la Medicina.

"Il fondamento della creatività è la stesso in un artista e in uno scienziato. – ha risposto la neurobiologa come potete vedere nel video che riporto qui sotto – C'è lo stesso gusto per la ricerca e c'è la passione. Differente è invece ciò che ne segue, il percorso che da questa scoperta inizia."
"La scoperta, o meglio, la creazione di un grande artista è un opera a sé stante, mentre la scoperta scientifica ha subito un seguito perché è aperta a tutti. – ha poi spiegato LeviMontalciniOggi tantissimi ricercatori italiani e stranieri lavorano sul fattore di crescita nervoso che io ho scoperto".

Nello spazio che Fazio ha dedicato alla scienziata per festeggiarne il compleanno si è parlato anche di altre cose molto interessanti che vi invito ad andare a vedere nel sito di Chetempochefa, o su YouTube dove l'intera intervista piuttosto lunga è stata divisa in tre parti. Nella prima si parla della vita di Rita Levi Montalcini, dal primo ricordo di infanzia al 25 aprile del 1945, quando da Firenze poté subito partire per tornare a Torino per riabbracciare i suoi cari sopravvissuti alla guerra. Nella seconda parte si parla invece del presente e del futuro della sua scoperta, il fattore di crescita nervoso. E, infine, nella terza, si parla del futuro dell'umanità e della scienziata che nonostante i suoi 100 anni non smette di lavorare pensando al futuro.

Tuttavia, pur trovandomi d'accordo in generale con la sua opinione riguardo a somiglianze e differenze tra creazione artistica e scientifica, farei alcuni distinguo.
Ma questo ve lo racconto più tardi, col prossimo post. Prima vi lascio come sempre lo spazio dei commenti e un po' di tempo per darmi la vostra opinione.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.