Escherichia coli: si combatte con l'argilla

La diffusione del batterio Escherichia Coli nel Nord Europa non è passata inosservata ma anzi ha suscitato non poco allarme in tutto il mondo.

Forse non tutti sanno, però, che l’Escherichia coli può essere sconfitto da argille antibatteriche come l’argilla verde francese, utilizzata clinicamente per la guarigione dell’ulcera di Buruli, una fascite necrotizzante (infezione “mangiacarne”) causata da mycobatterium Mycobatterium ulcerans

Ne parlerà Linda B.

Williams, dell’Arizona State University, Tempe, USA, a Geomed 2011, Conferenza internazionale di Geologia Medica in programma per la prima volta in Europa (appuntamento dal 20 al 25 settembre a Bari).

Linda Williams ha spiegato:

“In questo periodo in cui molti batteri hanno sviluppato resistenza agli antibiotici e possono produrre tossine più nocive come meccanismo di difesa l’indagine sugli antibatterici naturali alternativi è di fondamentale importanza. Le argille naturali del resto, sono state utilizzate per la guarigione sin dagli albori della storia, ma le loro proprietà medicinali non sono state in gran parte scientificamente riconosciute.

O meglio, gli usi medicinali e terapeutici di argille sono stati documentati per i benefici riconosciuti nel favorire i processi digestivi o la pulizia e la protezione della pelle, ma non altrettanto è accaduto per quelle argille che non aderiscono fisicamente ai batteri, ma sono antibatteriche naturali contro un ampio spettro di agenti patogeni umani, compresi ceppi antibiotici resistenti”.

Il lavoro clinico di Line Brunet de Courssou ha ulteriormente evidenziato il potenziale uso medicinale per argille naturali.

Da allora, sono stati identificati altri depositi di argilla contenenti minerali che sono battericidi. Queste argille, che sono importanti perché possono rivelare un meccanismo antibatterico alternativo a quelli comunemente impiegati dagli antibiotici, portano ad un trattamento economico ed efficace per le infezioni della pelle, soprattutto in quelle aree caratterizzate da una presenza limitata degli ospedali e da scarse risorse mediche.

Categorie Notizie
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Emergenza caldo: prova con i rimedi omeopatici

Il caldo ti mette addosso ansia e irritabilità?

Leggi anche
Contents.media