Estate sicuri ma non sotto l’ombrellone

In spiaggia anche a orari impossibili perché tanto ve ne starete sotto l'ombrellone aspettando l'ora giusta per fare il bagno e prendere la tintarella?
Potrebbe non essere un'idea salutare.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Photochemistry and Photobiology, infatti, l'ombrellone è uno "scudo" tutt'altro che affidabile per difenderci dai raggi ultravioletti nocivi per la pelle, con ben il 34% delle radiazioni solari che potrebbe comunque raggiungere chi decide di ripararvisi sotto.

Per scoprirlo gli esperti dell'università di Valencia (Spagna) hanno posizionato un sensore di raggi ultravioletti alla base di alcuni tipici ombrelloni da spiaggia (bianchi e blu, alti 1,5 metri e con un raggio di 80 centimetri). I risultati delle rilevazioni hanno mostrato che il tessuto canvas di cui sono fatti gli ombrelloni ha una buona capacità di assorbire le radiazioni: ne lascia passare solo il 5%.

Il problema, tuttavia, è che riparandosi sotto l'ombrellone non si può avere la sicurezza che, dai lati, il sole non riesca a colpire.

Infatti, non sono solo i raggi diretti a costituire una minaccia per la salute, ma anche quelli riflessi dalle superfici circostanti, che giungono da diverse direzioni e costituiscono circa il 60% del totale delle radiazioni. Ed è proprio questa radiazione poco considerata a esporre la pelle a un pericolo: convinti di essere protetti al 100% dall'ombrellone, si rischia di non utilizzare creme solari o magliette.

Per cercare di dare un valore numerico e quindi forse più efficace nel convincere i vacanzieri a prestare maggiore attenzione, gli scienziati spagnoli hanno elaborato un modello geometrico che consente di calcolare la quantità di raggi che non arrivano direttamente dal cielo, ma anche dal terreno e dagli oggetti circostanti.


Utilizzandolo hanno quindi stabilito che la percentuale di radiazioni in grado di filtrare attraverso l'ombrellone è piuttosto alta potendo raggiungere il 34%, il che conferma la necessità di proteggersi con abiti, cappello e occhiali e creme solari anche se apparentemente si è al riparo sotto l'ombrellone.

Fonte: Adnkronos Salute

Questo post partecipa alla nona edizione del Carnevale della fisica che sarà ospitata su Rangle, il blog di Peppe Liberti col tema principale di Meraviglia, rigore e stravaganza.

Una sorta di continuazione e arricchimento di quanto introdotto con l'edizione dedicata al tema "Fisica e arte" ospitata il mese scorso proprio qui su Arte e salute.

Per chi volesse partecipare c'è ancora qualche giorno di tempo. Scrivete i post a tema o sulla fisica in generale nel vostro blog e inviate i link a Peppe.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Proprieta dei funghi

Cosa ci faccio io qui? Un reportage fotografico denuncia la condizione dei bambini nelle carceri italiane

Leggi anche
  • green fridayArriva il Green Friday: il Black Friday all’insegna della cosmesi ecosostenibile 

    Sempre più persone cercano di risparmiare, finendo con il comprare più prodotti del necessario, per il solo gusto di partecipare al periodo dei saldi.

  • sex toysLe vendite di sex toys in Italia vanno a gonfie vele

    In Italia sembra che il settore dei sex toys sia riuscito a ritagliarsi uno spazio importante all’interno dell’economia del nostro paese.

  • online poker g09601cc7b 1920Scopri come scegliere un casinò online

    Casinò tradizionali oppure online? Una scelta non esclude l’altra, e molti giocatori preferiscono la sala da gioco fisica o il portale online a seconda delle esigenze del momento.

  • mal di schienaMal di schiena: cause, sintomi e rimedi

    Il mal di schiena può essere indice di diverse patologie e disturbi che interessano la regione del dorso. Ecco quali potrebbero essere le cause più frequenti e come alleviare i sintomi

Contentsads.com