Fare sport da giovani riduce il rischio di malattie da anziani

Che lo sport facesse bene alla salute era già un fatto ampiamente noto, ma sapevate che fare attività sportiva da giovani tiene alla larga gli acciacchi della vecchiaia? A renderlo noto sarebbero stati i membri dello “Swiss Federal Institute of Technology” di Zurigo, che grazie a una ricerca, avrebbero constatato che gli anziani che vedono più raramente i medici sono anche quelli che in giovane età hanno svolto più sport.

Inoltre, sembra che coloro che facevano sport da giovani (sia che si trattasse di calcio, palla a volo, danza o quant’altro …) sarebbero stati anche più predisposti a continuare ad allenarsi dopo 50 anni. 

Per giungere a tale conclusione, gli esperti avrebbero preso in esame un campione di 700 veterani della seconda guerra mondiale, uomini che in giovane età erano dunque sani. Ebbene, dalle analisi sarebbe emerso che coloro che avevano praticato delle attività sportive durante le scuole superiori, avrebbero avuto meno bisogno di andare dal medico in età avanzata.

 

La ragione? A quanto pare, fare sport da giovani pare spinga a mantenersi attivi anche in età più avanzata, e ciò non può che comportare grandissimi benefici per la salute del soggetto.

 

“D’altro canto – ricorda però il professore di Scienze Motorie dell’Università di Parma Gianfranco Beltrami – se chi ha fatto sport da giovane smette e rimane sedentario per 10-15 anni rischia di perdere tutti i benefici. Fare esercizio è una vera medicina per tutto l’organismo a patto di scegliere anche un’attività adatta alla propria età.

Un allenamento perfetto per chi ha ormai passato i 60-70 anni deve prevedere un giusto mix di attività aerobica, esercizi di forza, equilibrio, allungamento e coordinamento“.

 

Foto da Pinterest di Ariela Zman

via Corriere

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sport che fa bene, sport che fa male

Omeopatia o medicina tradizionale? – Christian Boiron vs Silvio Garattini – 2° parte

Leggi anche
Contents.media