Inter o Roma per gli psicologi impareremo tutti qualcosa

Ragazzi quasi ci siamo! Tra poche ore inizierà l'ultima, attesissima, giornata di campionato. Stampa e televisione sono in fibrillazione da giorni ormai e anche nella blogosfera la tensione sta crescendo man mano che ci si avvicina al fatidico evento …. l'adrenalina è alle stelle …

l'ansia monta ad ogni minuto … è quasi palpabile e …

…. e suvvia, così vi ammalerete! Prendetevi una pausa! Ci volete arrivare a domani oppure no?!

Un beeeel respiro profoooondo e … ahhhhhh! Va già meglio vero?

E no, non ci siamo! Qui urge un piccolo corso di sopravvivenza sportiva.
Ma niente paura: è breve, indolore, due lezioni tra oggi e domani, una per lo sportivo praticante e una per il tifoso che osserva soltanto.

Alla fine scoprirete che non solo riuscirete a vivere meglio quest'evento, ma avrete anche imparato, e proprio dai vostri beniamini, a gestire l‘ansia nelle vostre future prestazioni sportive, ammesso che il vostro sport più impegnativo non consista nel girare le pagine dei quotidiani sportivi.

E sì, perché dall'ansia degli altri si può pure imparare. Lo sostengono gli esperti dell'Association for Applied Sport Psychology che per preparare il pubblico televisivo all'ansia da Olimpiade ha pubblicato un piccolo vademecum per affrontare il nervosismo da sport giocato o vissuto "pericolosamente" sul divano di casa.

Ovviamente l'Associazione americana non sa che per noi italiani prima ancora delle Olimpiadi di Pechino ci saranno altri due eventi sportivi importanti: il Campionato europeo di calcio e appunto la giornata finale del Campionato italiano di domani.

Vediamo quindi con i prossimi post che cosa possiamo imparare dalla giornata di domani e tenercelo valido anche per le prossime competizioni importanti da guardare in tv.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Luca e Attilio Speciani: cene della salute, date e prezzi

Mangiare poco e sentirsi sazi

Leggi anche
  • Sindrome di Rebecca: cos'è e perché si chiama così?Sindrome di Rebecca: cos’è e perché si chiama così?

    La sindrome di Rebecca, ecco di cosa si tratta e perché ha questo soprannome. Scopriamolo in questo articolo.

  • Sindrome di Wendy: cos'è, sintomi e come uscirneSindrome di Wendy: cos’è, sintomi e come uscirne

    Cosa è la Sindrome di Wendy? Ecco in questo articolo spieghiamo di cosa si tratta, quali sono i sintomi da riconoscere e come fare per superarla.

  • Sindrome di Parigi: cos'è, come riconoscerla e chi colpisceSindrome di Parigi: cos’è, come riconoscerla e chi colpisce

    Cos’è la sindrome di Parigi? Ecco di cosa si tratta, chi viene colpito maggiormente da questo disturbo e come fare per riconoscerla.

  • Sindrome di Diogene: cos'è, sintomi e come superarlaSindrome di Diogene: cos’è, sintomi e come superarla

    Sindrome di Diogene, di cosa si tratta e come superarla? Ecco come fare.

Contentsads.com