La dieta per l'uomo che va in palestra, quali alimenti sono necessari

L’uomo che si allena ha bisgno di alimentarsi in modo corretto per non incorrere in un calo delle performance sportive, o peggio, in fastidi fisici tipici del post allenamento. Fondamentale è garantire al corpo energia a lungo termine, come? Con i cibi giusti, vediamo quali.

Nella dieta dell’uomo che va in palestra non possono mancare i fagioli neri che sono fonte di carboidrati complessi che quindi garantiscono i livelli di energia necessaria per mantenere alte le performance, i fagioli neri inoltre contengono fibre in misura nettamente maggiore rispetto agli alimenti della stessa specie e questo garantisce un lungo senso di sazietà.

Non mancano le proteine essenziali, ed inoltre i fagioli neri non contengono grassi saturi.

Andrebbero consumati un paio di volte la settimana.

Petto di tacchino, andrebbe consumato circa 3 volte la settimana. Preziosa fonte di aminoacidi, i mattoni dei muscoli, il petto di tacchino contiene anche selenio, un potente antiossidante, pochissimi grassi e poche calorie.

Conoscete la quinoa? Si tratta di un cereale non raffinato proveniente dalle Ande, molto ricco in proteine e grassi insaturi, i grassi buoni amici della salute, vitamina B e fibre.

Consumatela circa 2 o 3 volte la settimana.

Olio d’oliva ricco di grassi buoni utilissimi per la protezione del sistema cardiovascolare ha anche importanti proprietà antinfiammatorie utili per la riduzione dei gonfiori e dei dolori post allenamento.

Tè verde. Potente antiossidante, 3 tazze al giorno stimolano il metabolismo grazie al suo effetto termogenico, e prevengono malattie come l’Alzheimer e le patologie tumorali.

Uova. Non possono mancare nell’alimentazione dello sportivo grazie alla colina e agli aminoacidi infatti aiutano la costruzione del muscolo e a rafforzare la memoria.

Lo sportivo può consumarele 3 o 7 volte la settimana.

L’uomo che va in palestra non deve dimenticare una buona scorta di acqua, per prevenire la disidratazione e quindi crampi e fastidi post allenamento.

A colazione sarebbe ideale consumare una bella tazza di farina d’avena. Questo alimento infatti non solo fornisce energia a lungo termine, ma contribuisce a ridurre la stanchezza post allenamento. Contiene inoltre fibre solubili che catturano il colesterolo cattivo e proteggono quindi la salute del cuore.

Infine l’alimentazione dell’uomo che si allena deve comprendere mandorle e comunque una buona scorta di omega 3, i cui benefici li abbiamo visti qui. Le mandorle vanno consumate 3 o 4 volte la settimana.

LINK UTILI:

I benefici degli omega 3 e come assumerli correttamente

Contro i dolori muscolari post palestra ecco tanti rimedi efficaci

La disidratazione nello sport

 

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Idee per il week-end: impara a mangiare meglio per stare meglio

Week-end di Pasqua: prepara la pelle al sole

Leggi anche
  • dieta disintossicante drenanteDieta disintossicante e drenante: i benefici per l’organismo

    La dieta disintossicante e drenante va seguita per un breve periodo di tempo, ed è l’ideale nei periodi di stress o dopo grandi abbuffate a tavola.

  • dieta disintossicante tre giorniDieta disintossicante dei tre giorni: benefici e menù

    La dieta disintossicante dei tre giorni si basa soprattutto su vegetali ricchi di fibre e antiossidanti come pomodori, fagiolini, kiwi e uva

  • farine alternative celiaciFarine alternative per celiaci: le opzioni tra cui scegliere

    Tra le farine alternative per celiaci vi sono la farina di ceci, la farina di miglio, la farina di grano saraceno e la farina di mais

  • dieta disintossicanteDieta disintossicante: lo schema per eliminare le tossine

    La dieta disintossicante si compone di nutrienti come vitamine, fibre e sali minerali, che favoriscono il benessere e la salute generale.

Contents.media