La dieta post colecistectomia, ecco quali cibi evitare

La cistifellea, o colecisti, è un piccolo sacchettino posto vicino al fegato nel quale si raccoglie la bile necessaria per la digestione dei grassi e delle vitamine, bile che poi viene riversata nel duodeno.

Spesso la cistifella in seguito ad un’alimentazione ricca di grassi ed al colesterolo alto si riempie di calcoli biliari.

Spesso in questi casi non riuscendo a tenere sotto controllo la patologia con i farmaci, il medico consiglia l’asportazione della colecisti.

In questa situazione i grassi non vengono più digeriti normalmente per cui occorre seguire un certo tipo di alimentazione. Per circa 10 giorni di solito si consiglia una dieta liquida per consentire al corpo di recuperare.

Frullati, minestre, zuppe e pochi grassi sono parte integrante di questo nuovo regime alimentare seguito poi da un periodo di dieta solida tenendo presente che il consumo dei grassi non deve superare un certo livello.

I grassi consumati devono essere di quelli buoni, evitare quindi i grassi saturi, i cibi fritti ed i prodotti trasformati. Prediligere frutta, verdura e fibre.

La dieta da seguire dopo questo periodo di recupero deve essere comunque controllata preferendo grassi insaturi, quindi olio d’oliva, di lino, di canapa,  evitando cioccolata e bibite gasate, almeno per un po’.

I pasti dovrebbero essere suddivisi in 5 o 6 da distribuire in tutta la giornata.

Devono essere molto parsimoniosi e non devono prevedere cibi fritti, cibi piccanti, cereali, semi, noci, cavoli, broccoli, cereali integrali, fagioli, dolci, zucchero bianco e farina bianca.

Essenziale consumare pochi carboidrati e più proteine, evitare tè e caffè che, per la caffeina contenuta, possono ostacolare il processo digestivo.

LINK UTILI:

Cos’è la colecisti alitiasica, i sintomi e le cure migliori

Il fegato grasso, le cause e le cure più efficaci

La dieta povera di colesterolo per restare in forma

 

© Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rimedi naturali contro i bruciori di stomaco

Peso forma costituzione

Leggi anche
  • defibrillatoreDispositivi salvavita: l’importanza del defibrillatore dae
  • donnaVulvodinia: i rimedi naturali migliori

    Per combattere la vulvodinia è possibile sfruttare i grandi benefici offerti da alcuni rimedi naturali: scopriamo insieme quali sono i migliori.

  • alimentazioneVulvodinia: quali cibi evitare

    Le donne che soffrono di vulvodinia devono prestare grande attenzione alla propria alimentazione: scopriamo quali cibi evitare.

  • Tutto ciò che c'é da sapere sulla vulvodiniaCos’è la Vulvodinia: cause, sintomi e come si cura

    Scopriamo nel dettaglio le possibili cause, tutti i sintomi e la cura per la Vulvodinia, una patologia ginecologica invalidante sotto più aspetti

Contents.media