Notizie.it logo

La luce negli occhi di un bambino

La luce negli occhi di un bambino

Piccoli progettisti crescono con idee molto luminose in testa.

Lo prova la mostra "Cos'è per te la luce?", che inaugura oggi, giovedì 11 febbraio, alla Triennale di Milano.
250 progetti dedicati al tema della luce e realizzati da giovani progettisti da 0 a 14 anni in tutto il mondo.

"Cos'è per te la luce? è una raccolta di idee sulla luce, un libro bianco pronto a raccogliere le tracce dei bambini – dice Mario Nanni, curatore dell'esposizione e del libro che li raccoglie – una mostra itinerante che raccoglie i pensieri, le idee, le opere, i progetti, le poesie di luce dei giovani progettisti."

I pensatori, i progettisti, gli artefici e gli artisti di queste opere sono, infatti, i bambini e il loro spirito libero e incontaminato che ha definito punti di vista molteplici.

"È importante stimolare le loro idee e vederle crescere – spiega nanni – poter osservare attraverso i loro occhi lampade, lampadine, poesie, oggetti e quadri. Sono pensieri, suggestioni, progetti, racconti, oggetti e sogni perché la luce va dall'interruttore all'idea, dalla favola al diamante. Per i bambini la luce è in ogni dove, non solo nel sole e nelle stelle, ma anche nelle ombre, nelle lucciole, nella televisione e chiusa dentro ad una scatola. La luce sono loro.

"

Un pensiero molto giusto e molto profondo derivante da un percorso di riflessione piuttosto lungo e passato attraverso le idee sulla luce di grandi personaggi dell'arte e dell'architettura.
Mario Nanni ha, infatti, avviato la sua attività di riflessione e di dialogo allargato sul tema della luce, che è la nostra percezione del mondo nel 2005, quando ha chiesto a grandi architetti – come Peter Zumthor, Michele De Lucchi, Claudio Silvestrin – cosa fosse per loro la luce e ne ha raccolto parole e progetti di luce in un libro bianco.

Nel 2007 ha chiesto ad alcuni maestri della progettazione – come Claudio La Viola, Joan Sibina – di raccontare la luce nella loro esperienza nell'ambito di un ciclo di conferenze alla Triennale di Milano. Infine, non pago delle idee raccolte e avendo ben chiaro che "la luce non è solo illuminare, ma anche lasciare traccia", nel 2009, ha chiesto ai bambini, giovanissimi progettisti, cos'è per loro la luce e su questo tema ha aperto la raccolta di idee da cui prendono forma questa mostra e il libro.

Tra i 250 progetti – provenienti da Italia, Spagna, Paesi Bassi, Inghilterra, Stati Uniti – alcuni verranno selezionati da Mario Nanni, che premierà sia i giovani progettisti che le loro scuole.
 
L'esposizione itinerante di questi progetti è completata dal percorso europeo del padiglione "Via…ggiando", laboratorio di "idee su ruote" realizzato con il Festival Arte Contemporanea di Faenza e Viabizzuno, che propone al pubblico di raccontare "La luce che ho in mente", oltre ad eventi, incontri, esposizioni, come punto di partenza per il viaggio verso la costruzione di sé stessi.

La mostra Cos'è per te la luce proseguirà, infatti, a Francoforte nell'ambito di Luminale dal 10 al 16 aprile e a Faenza in occasione del Festival Arte Contemporanea dal 21 al 23 maggio.

Il libro che raccoglie tutti i progetti della mostra e un testo di Mario Nanni è pubblicato da Viabizzuno editore.

COS'È PER TE LA LUCE?
Raccolta di idee sulla luce per progettisti da 0 a 14 anni in tutto il mondo

dall'11 al 27 febbraio 2010
Triennale di Milano
Via Emilio Alemagna, 6 – Milano
curatore: Mario Nanni
inaugurazione 11 febbraio ore 12,00
Orario: da martedì a domenica dalle 10,30 alle 20,30 – giovedì dalle 10,30 alle 23,00

Ufficio Stampa
Tel. 335.6853767
alessandrasanterini@gmail.com
  0 Post correlati Creare con iPad Giorgione tra mito e realtà Il nero è bianco, l’albinismo in Africa raccontato ad arte Dalì ai tempi di Photoshop

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.