Le squadre ai Campionati del Mondo di Calcio: Sbagliare la preparazione

di Gianfranco Di Mare

Performance Engineer

Riguardate l’immagine d’apertura pubblicata avantieri: se l’atleta si riallena nella zona 5 (estremi a parte) applicando la stessa curva di supercompensazione, finisce per trovarsi in una forma migliore (lo abbiamo visto ieri).

Se si allena proprio negli estremi della suddetta zona, si ritroverà esattamente come era partito.
Se, invece, si allena nella zona 4, o addirittura nella zona 3, non farà che peggiorare: è quello che si vede nella figura (clickabile) di apertura del post di oggi: un tipico esempio di quello che si verifica quando ci si riallena fuori dalla zona di supercompensazione. Come vedete, la forma dell’atleta continua a scendere col trascorrere delle settimane.

Questa situazione si può verificare quando:
l’allenamento successivo viene anticipato rispetto alle condizioni dell’atleta; l’allenamento precedente è stato troppo duro, e richiedeva un recupero maggiore; l’allenamento precedente era OK, ma il lavoro complessivo nel periodo è stato eccessivo (e questo può significare diverse cose), e per il recupero completo sono necessari tempi più lunghi del solito, o del previsto; la programmazione degli allenamenti va bene, ma le condizioni generali dell’atleta non sono idonee: una malattia, problemi nel riposo, stress di vario genere hanno aumentato il carico interno rispetto al carico esterno (ne abbiamo parlato qui).

In questi casi la soluzione è: ridurre il carico interno. Nella pratica, questo risultato si può ottenere
migliorando il riposo (maggiore durata e/o maggiore qualità e/o meno stress extra-allenamento [NB: raramente è utile ridurre l’attività sessuale, se non in casi di affaticamento cronico e/o prostrazione]) migliorando la supplementazione intervenendo terapeuticamente qualora necessario diminuendo il carico esterno (meno allenamenti, e/o allenamenti diversi, comunque più leggeri).
In realtà, capita molto spesso che una situazione quale quella che abbiamo descritto oggi venga cercata di proposito… e no, il tecnico non è impazzito: sta solo cercando risultati maggiori e più duraturi.

Certamente la preparazione delle squadre ai Mondiali di Calcio di Germania (o almeno quella delle squadre più importanti) ricalca questi schemi.
Ma la cosa va saputa gestire… ne parliamo nel prossimo post.

Image courtesy abodybuilding.com

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Workout all'aperto ; Raffreddore

Bambini e ragazzi: lo sport per cominciare – II

Leggi anche
  • costa trabocchi via verde bici regione abruzzo altaAbruzzo Bike Friendly, un’offerta cicloturistica per tutti

    La regione Abruzzo è sinonimo di libertà, natura, cultura e tradizione: elementi che rendono questa regione perfetta per tutti coloro che vogliono andare in vacanza vivendo luoghi, paesaggi ed esperienze in sella alla bicicletta.

  • ragazza fa hoola-hopCome allenarsi a casa
  • smartwatchQuale smartwatch comprare
  • Dieta e running: come dimagrire correndoDieta e running: come dimagrire correndo

    Dieta e running sono fondamentali per perdere peso e restare in forma, ma occorre adottare atteggiamenti corretti per raggiungere lo scopo. Scopriamo

Contents.media