Mangiare proteine: carne o pesce?

di Gianfranco Di Mare

Performance Engineer

Ricordo che quand’ero piccolo in quel di Cosenza il pesce (di solito baccalà o alici) si mangiava il venerdì, a pranzo. Al pranzo della domenica si mangiava invariabilmente il pollo con le patate e insalata, in tutti gli altri pranzi pastasciutta al pomodoro e fettina.

La sera minestra, formaggi, salumi, conserve…

È solo negli ultimi anni che abbiamo imparato a mangiare il pesce “seriamente”. Si tratta di un’ottima evoluzione. Il pesce fornisce proteine nobilissime ed anche molto “antiche”, particolarmente vicine alla nostra biologia. È come se col pesce avessimo, da millenni, un rapporto alimentare privilegiato. e si vede: molti enzimi, tessuti e funzioni sono brillanti ed attivi in chi mangia molto pesce (ad esempio 3-5 volte a settimana).

Il sistema immunitario lavora ad un alto livello, c’è un tasso più basso di dismetabolismi, mangiamo i grassi giusti senza rischio di sovraccarico.

È vero, invece, che mangiamo troppa carne. Solo trent’anni fa una mamma di famiglia borghese si sarebbe sacrificata in prima persona pur di non privare il suo bambino della fettina quotidiana. Conosco persone che hanno mangiato pasta al pomodoro e fettina a pranzo ed a cena per anni ed anni…

In realtà, mangiare carne quattro volte a settimana è troppo, nella nostra cultura: non c’è alcun motivo né necessità (eccezion fatta per il piacere ed il desiderio di farlo) per farlo.

E si arriva rapidamente a numeri elevati, se si sommano gli assaggi di salumi, i ragù, ravioli e tortelli e la pasta al forno… 1-2 volte a settimana vanno bene per la maggior parte delle persone.

C’è poi, naturalmente, il discorso delle altre proteine: latte e derivati, uova e legumi. In W&P abbiamo parlato diverse volte della distribuzione dei cibi nella settimana (si vedano ad esempio questo post ed i seguenti), e non ripeterò cose già scritte.

Oggi vorrei sottolineare, invece, che se non mangiate una proteina (una fonte proteica, per essere più precisi) non è detto che sia opportuno sostituirla con un’altra. A meno che non parliamo di pesce! Cioè, se mangiate formaggi due volte a settimana e smettete di mangiare pesce non potete mangiare formaggi otto volte alla settimana per compensare! Ogni cibo presenta una propria specificità nutrizionale anche al di là della sua composizione chimica (tot di proteine, tot di vitamine, tot di minerali…). Questo è un concetto fondante che non mi stanco di ripetere ad ogni occasione. E, se non sapete come valutare i singoli piatti in tavola, meglio variare all’interno delle categorie, come abbiamo detto ancora qui. La varietà dei cibi è spesso la chiave per una condizione di salute superiore.

Buon appetito a tutti!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Farrah Fawcett, Michael Jackson e Steve Jobs: quando la salute dei vip diventa di pubblico interesse

Il Martirio di San Lorenzo non è di Caravaggio

Leggi anche
  • dermatite seborroica cause e sintomi 215x156 1Dermatite seborroica: cause e sintomi

    Che cos’è la dermatite seborroica, i sintomi e le cause di questa malattia delle pelle.

  • menopausaDieta dei 60 anni: come dimagrire in menopausa

    La dieta dei 60 anni aiuta a perdere peso e a restare in forma. Scopriamo insieme come funziona e quali sono i suoi benefici.

  • Montascale per anzianiCosa sono i montascale per anziani e qual è la loro funzione

    Il montascale per anziani costituisce una soluzione efficace per fronteggiare la perdita dell’autonomia. Attraverso questo dispositivo, infatti, è possibile spostarsi all’interno di un appartamento a più piani, di un condominio o tra esterno ed interno nel caso di chi possiede un giardino.

  • Turismo dentale, CroaziaTurismo dentale: quali opportunità curando i denti in Croazia?

    La Croazia è una delle mete preferite quando si parla di turismo dentale. Qui, si possono trovare cliniche modernissime che mettono a disposizione tantissimi servizi a un costo davvero contenuto: scopriamo di più

Contentsads.com