Pro e contro della dieta dissociata

La digestione infatti sarebbe ostacolata dalla concomitante ingestione di proteine, carboidrati e acidi grassi. Questo, secondo i sostenitori della dieta, causerebbe aumento di peso.

Quindi lo schema alimentare della dieta dissociata prevederebbe il consumo per esempio a pranzo di carboidrati più verdure mentre a cena proteine più verdure tanto per fare un esempio.

Come tutte le diete tuttavia, la dissociata presenta dei pro e dei contro

Pro
Si è incoraggiati a mangiare più verdure e a riordinare le proprie abitudini alimentari imparando ad associare correttamente gli alimenti favorendo la perdita di peso in quanto la digestione migliora. La dieta dissociata migliora i sintomi della sonnolenza postprandiale e purifica l’organismo.
Contro
Dal momento che le quantità sono libere proprio perchè con questa dieta non si deve avvertire lo stimolo della fame, è più facile aumentare di peso in quanto si rischia di eccedere.

La dieta dissociata funziona per dimagrire, ma solo all’inizio. Provoca infatti un rallentamento del metabolismo per cui appena si riprende a mangiare normalmente si reingrassa. Infine questa dieta può presentare dei rischi legati ai pasti a base di sole proteine. Troppe proteine infatti rischiano di affaticare fegato e reni. I pasti di soli carboidrati invece possono provocare infiammazioni.
Si tratta di una dieta quindi, che può essere seguita al massimo per migliorare le funzioni dell’organismo, ma che non va considerata come un regime alimentare equilibrato anche perchè di solito se siamo in buona salute riusciamo a tollerare efficacemente le diverse combinazioni alimentari, senza che insorgano particolari problemi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Omeopatia o medicina tradizionale? – Christian Boiron vs Silvio Garattini – 2° parte

Dimagrire velocemente: i pericoli delle diete fai da te

Leggi anche
Contents.media