Quando le cosce sono grosse – C'è genetica e genetica

di Gianfranco Di Mare

Performance Engineer

Dicevamo nello scorso post che “genetica” significa un mucchio di cose diverse.

Può essere genetica una sproporzione nel corpo, ma anche la tendenza ad un certo comportamento.

Se, come dicevamo, abbiamo la tendenza ad accumulare grasso sulle cosce quando siamo sovrappeso, contrariamente al primo tipo di tendenza questa si può regolare.

Naturalmente serve un approccio individualizzato, ma per fortuna la genetica non è tutto. È un po’ come dire “i nazisti erano cattivi perché avevano Hitler”: sbagliato, se Hitler fosse stato il solo psicotico non ce l’avrebbe fatta ad ammazzare milioni di persone. Insomma, per tornare a noi, se la genetica non si può modificare si possono però normalizzare le fisiologie che la genetica “dirige”.

Le fisiologie sono strutturate gerarchicamente ed “a strati”.

È un discorso molto complesso, ma ci sono margini di manovra per migliorare pressoché qualsiasi condizione “genetica“, agendo sui sistemi a livello più alto.

Per fare un esempio coerente, ottimizzando l’attività del sistema linfatico si riduce la possibilità operativa del programma che dice quando c’è stasi linfatica è maggiore nelle cosce; ammesso che esistesse.

Restate connessi, continuiamo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tennis come la vita: lo dicono Lea Pericoli e Ion Tiriac tra libri e terre dipinte di blu

Impara a meditare contro stress e ansia

Leggi anche
Contents.media