Sale Himalaya composizione

Questo sale è utilizzato da migliaia di anni per le sue proprietà terapeutiche e in medicina naturale, è indicato soprattutto per chi intende condurre una vita sana, fornisce infatti 84 minerali e composti bio che entrano direttamente in circolazione una volta che il sale comune da cucina viene sostituito nel consumo dal sale rosa.

Contiene tra i suoi minerali sodio, ma anche ferro, magnesio, fosforo, calcio e cloruro in quantità elevate. Inoltre contiene, boro, iodio, zinco, selenio e rame. Il sale rosa mantiene i suoi benefici, le sue sostanze benefiche intatte proprio perchè puro, non sottoposto a lavorazione quindi e indipendentemente da come viene consumato.

E’ quindi assunto per disintossicare il corpo, per eliminare le tossine in modo molto più efficace di qualsiasi altro minerale.

Con la giusta quantità di sale rosa si migliora la circolazione sanguigna, prevenendo il rischio di capillari fragili, e si agisce contemporaneamente sull’abbassamento della pressione sanguigna. In questo caso può essere usato in piccole dosi proprio perchè entra subito in circolo.

Se vi sentite particolarmente affaticati soprattutto per il caldo, il sale rosa compensa la perdita di elettroliti in modo molto più efficace rispetto ai sali classici. I muscoli si rilassano e si ottiene anche un miglioramento della qualità del sonno.

Per favorire il bilanciamento del ph dell’organismo e qundi l’equilibrio tra acidià e alcalinità basta un bagno caldo 1 volta a settimana con 2 kg di sale rosa sciolto in un’unica soluzione.

Ovviamente anche il sale rosa dell’Himalaya, come abbiamo visto, contiene sodio e pertanto non va consumato in eccesso da chi soffre di ipertensione. Il consumo massimo in questo caso è di 1500 mg al giorno.

Foto/via Pinterest di Francesca Colalongo
Foto/via Pinterest di Manuela Zanetti

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Dolore allo stinco: cause e rimedi possibili

L'arte è in agonia: salviamola!

Leggi anche
Contents.media