Notizie.it logo

Tornare in forma dopo parto

Tornare in forma dopo parto

Bisogna prima di tutto stilare un piano d’azione che comprenda esercizio fisico regolare e una corretta e sana alimentazione. Se si allatta tenete presente che il fabbisogno calorico giornaliero non deve scendere sotto le 1800 calorie. Se non allattate seguite i nostri consigli per tornare in forma, li trovate qui.

Torniamo alla situazione dopo parto e durante allattamento. In genere è consigliabile attendere 6-8 settimane dopo il parto per cominciare a seguire un regime relativamente ipocalorico per dare all’organismo il tempo di riprendersi dalle fatiche del parto.

Pianificate pasti a basso contenuto calorico e snack sani. Eliminate grassi, fritti e intingoli e cercate di inserire alimenti sani e ricchi di fibre nel vostro menù quotidiano come avena, fagioli, lenticchie, semi e cereali.

Non fate l’errore di eliminare i carboidrati, ma sceglieteli integrali.

Cercate di eliminare invece, zuccheri, dolci e ciambelle dalla vostra alimentazione e di sostituire i vostri snack ipercalorici con frutta o yogurt.

Bisogna anche che le porzioni dei pasti siano ridotte e che la maggioranza delle calorie giornaliere provenga da una buona colazione.

Diciamo che se allattate non dovete porvi obiettivi irraggiungibili, ma ragionevoli e rimandare a dopo l’allattamento l’inizio di un vero e proprio regime ipocalorico.

Nel frattempo bisogna usare il buonsenso e tenendo presente che per l’allattamento avete bisogno di un surplus di circa 330 calorie al giorno per quanto alcuni bisogni calorici verranno soddisfatti dalle riserve di grasso presenti nell’organismo.

Per quanto riguarda il fitness in questo periodo di recupero post parto è opportuno dedicarsi ad attività dolci come la ginnastica passiva, il pilates e le camminate. Solo quando questo periodo sarà passato potrete dedicarvi ad allenamenti più intensi.

Infine, spesso non è facile tornare esattamente al peso di partenza di prima della gravidanza, soprattutto se si sono messi su molti kg. In questo caso è meglio affidarsi ad un bravo dietologo.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.