Edema cerebrale: scopri che cos’è

Edema cerebrale: di cosa si tratta? Quali sono le cause e i trattamenti?

Se siete fan di film che hanno come protagonisti medici e infermieri, allora probabilmente avete sentito parlare dell’edema cerebrale. E forse conoscete anche personalmente qualcuno che ha sofferto di questa condizione. Ma di cosa si tratta esattamente? Continua a leggere per scoprire che cos’è e da cosa è causato l’edema cerebrale.

Edema cerebrale: il cervello si gonfia

L’edema cerebrale è una condizione pericolosa in cui il volume dell’acqua contenuta nel cervello aumenta, causando l’aumento della pressione intra-cranica. A differenza del gonfiore in altre parti del corpo, dove c’è spazio per fluidi extra (pensate a una distorsione della caviglia), il cervello è protetto da un cranio duro e inflessibile. Il cranio, si sa, può espandersi molto poco. Quindi, se il cervello inizia a gonfiarsi a causa di una malattia o un incidente, il suo apporto di ossigeno può essere rapidamente interrotto, poiché i vasi sanguigni si comprimono.

Advertisements

L’edema cerebrale è un’emergenza medica e può persino portare alla morte, quando le cellule cerebrali si danneggiano e appunto muoiono.

Le cause

Ci sono molte cause che portano ad edema cerebrale. Un trauma cranico, come ad esempio un incidente d’auto o una caduta, può far sì che il cervello subisca un colpo o venga ferito, portando a un conseguente gonfiore.

Il cervello potrebbe anche cominciare a gonfiarsi come risposta a un ictus.

Si tratta infatti di una condizione in cui un coagulo di sangue impedisce all’ossigeno di raggiungere il cervello.

Potrebbe essere causato da un’emorragia cerebrale, quando il sanguinare dei vasi causa l’aumento della pressione intra-cranica. L’emorragia cerebrale è spesso causata dall’ipertensione.

Ma l’edema cerebrale può anche verificarsi a causa di una lesione alla testa, di farmaci o malformazioni dei vasi sanguigni del cervello. Altre cause possono essere infezioni come la meningite o l’encefalite, che possono far gonfiare il cervello, così come i tumori.

Anche le alte quote, in casi rari, possono causare un edema cerebrale. Ovviamente, questo non significa che non potete più andare a sciare con gli amici o prendere un aereo. Ma se, salendo di quota, avvertite mal di testa o altri sintomi dell’edema avvisate chi vi sta intorno e non proseguite oltre, se potete.

I sintomi

Di solito, i sintomi dell’edema cerebrale appaiono improvvisamente. I principali sono: mal di testa, rigidità del collo, nausea, vomito, vertigini, difficoltà a camminare e parlare, cambiamento nel modo di respirare, convulsioni e persino perdita di coscienza.

Tutto questo potrebbe indicare che la pressione all’interno del cranio sta aumentando. I medici valuteranno rapidamente le persone con questi sintomi. Poi cercheranno di trovare la causa con un esame neurologico e delle scansioni, come ad esempio una tomografia computerizzata o una risonanza magnetica.

Il trattamento

Eccetto nel caso di un edema cerebrale minore, come ad esempio una leggera commozione cerebrale, il trattamento deve essere rapido per prevenire danni permanenti o morte. I medici somministreranno ossigeno, liquidi per via endovenosa e farmaci. Potrebbero persino eseguire un intervento chirurgico per deviare il liquido dal cervello o rimuovere un pezzo di cranio per alleviare la pressione.

Ora sapete tutto sull’edema cerebrale: cause, sintomi e trattamenti!

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Allenamento aerobico a casa: quali sono i migliori esercizi?

I consigli per smettere di mangiare per noia

Leggi anche
Contents.media