Empatia: come svilupparla e quanto ci fa bene

C'è chi con la dote dell'empatia ci nasce, e chi invece si impegna a svilupparla nel corso della vita. Come?

Il sentimento dell’empatia è quello che ci permette di immedesimarci nell’altro, indossare i panni altrui. Non tutti sono dotati della sensibilità che porta con sé l’empatia, tuttavia si può capire come svilupparla per vivere al meglio il rapporto con le persone che ci circondano, soprattutto quando sono importanti per noi.

Empatia. Come svilupparla?

Sviluppare un certo senso di empatia non è qualcosa di automatico, ma può avvenire seguendo alcuni suggerimenti e mettendo in pratica comportamenti non egoistici ma di consapevolezza, di se stessi e degli altri.

Fai spazio alle tue emozioni

Per metterti nei panni dell’altro e comprendere le sue emozioni c’è bisogno innanzitutto che capisca le tue. Lasciare spazio alle tue sensazioni, sentimenti, ed esprimerli è fondamentale per capire anche quelli delle altre persone.

Cercare di essere immuni alle emozioni non funziona, e questo atteggiamento rischia di renderti freddo e distaccato. Dedicarsi ogni giorno alle proprie emozioni e non bloccarle, anche se negative, ti aiuterà ad entrare in contatto più intimo con gli altri e a sentirti meglio con te stesso.

Non temere l’altro

Empatia: come svilupparla e praticarla se sembra un sentimento così doloroso? Mettersi nei panni dell’altro, ascoltare le sue esigenze, le sue emozioni, a volte può essere sfibrante perché potresti avere a che fare con pensieri negativi.

Penserai che i tuoi problemi personali siano già sufficienti: ma è proprio nel superare questo concetto che capirai di essere una persona empatica. Non fermarti alla prima difficoltà dell’altro. Gettare le basi per un rapporto profondo significa anche comprendere i problemi altrui e tentare di dare una mano. Dopo averlo fatto ti sentirai molto più felice.

Prova ad immedesimarti

Ascoltare l’altro è il primo passo per sviluppare l’empatia; giudicare è il primo per allontanarsi da quella persona.

Se desideri essere veramente empatico, dovrai imparare ad ascoltare ad un livello più alto. Non basta conversare con la persona, è necessario anche captarne il linguaggio del corpo, approfondire il suo racconto. In questo modo imparerai ad immedesimarti: ascoltare davvero, con attenzione, i problemi o le vicende dell’altro ti aiuterà a sentirti più vicino a lui. E’ così che capirai cosa vuol dire essere lui o lei in quel preciso momento.

Mostra la tua attenzione

Risultare empatico agli occhi dell’altra persona dipende dal grado di attenzioni che questa riceverà nel parlarti. Se quando la ascolti poni delle domande, la guardi negli occhi, manifesti il tuo interesse, sarà più facile per lei riferirti i suoi pensieri, anche quelli più negativi. Soprattutto: non dimenticare mai di chiedere alle persone “come stai?“. E’ da una semplice domanda che si capisce quanto ci teniamo.

E’ vero, il primo consiglio per sviluppare l’empatia è ascoltare di più e parlare di meno. Tuttavia, oltre ad ascoltare l’altro, per dimostrarti empatico è bene che tu condivida anche le tue di esperienze: in questo modo si creerà un rapporto basato sulla fiducia reciproca.

Consigli per stimolare l’empatia

Abbiamo un gran bisogno di empatia, ma come svilupparla se attorno a noi c’è il vuoto?

Esci, viaggia, conosci nuove persone, anche molto diverse tra loro, e non aver paura di presentarti. Cerca di scoprirle e non ti fermare ad una conoscenza superficiale: dimostra di che pasta sei fatto e che di te ci si può fidare.

Non evitare le persone che pensi che non ti piacciano: spesso la nostra mente si crea dei pregiudizi infondati. L’empatia può nascere anche nei confronti di chi prima rifiutavi, per scoprire che è il momento di cambiare idea.

L’empatia è una dote straordinaria, non privartene per concentrarti solo su te stesso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La lavanda e le sue estese proprietà benefiche

Correre con i pesi: modalità, benefici e rischi

Leggi anche
Contents.media