Notizie.it logo

Come alleviare l’infiammazione al prepuzio – ecco le cure

prepuzio

Gonfiore, rossore e prurito possono essere sintomi di un'infiammazione al prepuzio. E' possibile alleviare il dolore con cure casalinghe. Vediamo cause e rimedi per questo disturbo

Il pene è una delle parti più sensibili del corpo degli uomini e, per questo motivo, è uno dei punti in cui si riscontrano i maggiori problemi di salute e diversi fastidi, da quelli lievi ai più gravi fino ad arrivare a sintomi che sono spie di seri problemi di salute.

Infiammazione prepuzio

Un problema molto comune è il gonfiore e il rossore della pelle nell’area intorno al prepuzio, ovvero la postite. Molte volte si trova accompagnata da balanite, un problema infiammatorio del glande che è possibile si estenda anche fino al pene. Per fortuna, questo problema facilmente curabile ed è possibile superarlo in poco tempo, soprattutto seguendo alla lettera le indicazioni del medico.

Prepuzio infiammato: cause

Il gonfiore della pelle che circonda il glande è uno dei problemi più frequenti tra quelli di cui può soffrire il pene. Le cause sono varie, ma le più comuni sono le infezioni dovute a microrganismi patogeni. Di seguito vi elenchiamo le principali cause della postite.

Infezione batterica

I batteri sono una delle cause principali dei problemi al pene.

E’ frequente che l’infiammazione al prepuzio nei bambini sia causata da batteri ed è molto comune anche negli uomini adulti e negli anziani. Esistono un’infinità di questi microrganismi che possono provocare fastidi e problemi, per esempio, nel caso delle Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST), la gonorrea è dovuta al batterio Neisseria gonorrhoeae e la clamidia è causata dai batteri della famiglia Chlamydiaceae.

Infezioni da funghi

Un’altra causa di questo problema sono i funghi e le infezioni micotiche. Una delle più comuni è la candida, ma ne esistono molte altre tipologie. E’ necessario sottoporsi a un’accurata diagnosi medica al fine di individuare il fungo che ha causato questa patologia e trattarlo con una terapia adeguata.

Infiammazione da sfregamento

Questa è la causa più comune quando l’infiammazione sorge dopo avere avuto un rapporto sessuale o dopo la masturbazione. Soprattutto quando l’atto è stato brusco, intenso e prolungato nel tempo. A causa dell’eccesso o della forza da sfregamento, la pelle del pene può infiammarsi o può arrossarsi in zone localizzate come, per esempio, in quella del glande.

Dermatite da contatto

Come ultimo, un altro motivo frequente che può essere causa del gonfiore è la dermatite da contatto, la quale può essere provocata da irritazione o allergia.

Nel caso di quest’ultima si presenterà un’infiammazione più pesante. Ciò succede quando la pelle di questa zona entra in contatto diretto con alcune sostanze che producono questa reazione. Appare quindi un’irritazione generalizzata, dolore, fastidio o gonfiore.

Inoltre, bisogna sottolineare che alcune malattie presuppongono un fattore di rischio in questi casi. Per esempio, il diabete fa sì che chi ne soffre sia più propenso a sviluppare questo problema cutaneo nella zona delle pelle che avvolge il glande.

Prepuzio infiammato: sintomi

La postite può essere associata a segni facili da decifrare. Bisogna prestare attenzione all’apparizione dei principali sintomi del prepuzio infiammato. A tal proposito, ve ne indichiamo alcuni: rossore della pelle, prurito, bruciore, dolore, infiammazione, secrezioni e pus.

È, quindi, possibile che vi accorgiate di avere il prepuzio infiammato senza dolore ma con prurito e fastidio; oppure che si presenti più di un sintomo o solo uno come il gonfiore. Per questo motivo, se avvertite anche solo uno di questi sintomi, è bene consultare subito un urologo.

Diagnosi di postite

Solo un medico specialista potrà diagnosticare in maniera precisa l’infiammazione attraverso l’osservazione del prepuzio, del resto del pene e di tutta la ghiandole inguinali.

In caso sia presente un gonfiore, la ghiandole risulteranno più grosse e potrebbero anche apparire più dure al tatto.

L’urologo quindi controllerà la presenza di secrezioni nell’area colpita dal disturbo e, in caso di esito positivo, preleverà un campione per analizzare e controllare la presenza di microrganismi patogeni come batteri e funghi che potrebbero essere la causa del problema. In questo modo si potrà combattere con più efficacia. Così, in base alla diagnosi, il dottore prescriverà la cura più adeguata per ogni caso.

Prepuzio infiammato: trattamento

Il trattamento è mirato a eliminare gli agenti patogeni concreti che abbiano causato il problema. Per questo motivo, la cura sarà mirata contro la causa principale della postite. Potranno anche essere prescritti medicinali per trattare e diminuire il gonfiore.

Il trattamento per curare il disturbo può consistere nell’applicazione di creme o pomate. Queste possono essere antibatteriche o antibiotiche, così come può trattarsi di pomate antifungine o antimicotiche da applicare sulla zona colpita.

La scelta sarà fatta a seconda che il microrganismo sia un batterio o un fungo. Potrà essere prescritta anche una crema antinfiammatoria. Il medico regola la cura in base alle esigenze e alle condizioni del singolo paziente, potranno, perciò, essere prescritte delle pastiglie al posto delle creme. È anche bene mantenere al zona pulita e alleviare il bruciore, il prurito e il gonfiore lavandosi con acqua fredda, senza sapone e con acqua fisiologica.

Nel caso in cui la causa sia un’infezione causata da una malattia sessualmente trasmissibile o MST, è necessario che entrambe le parti si curino. È anche bene informare i reciproci partner sessuali nel caso ci siano.

Circoncisione

Nel caso in cui, passato del tempo, la situazione non migliori e l’infiammazione tenda a peggiorarae, sarà necessario ricorrere circoncisione. Questa operazione chirurgica è la soluzione a problemi come la fimosi. Permette, inoltre, al paziente che ne soffre di mantenere una corretta igiene intima in maniera più semplice ed efficace.

Su Amazon si possono acquistare in modo sicuro, anonimo e rapido, un’infinità di prodotti per curare la postite e per la fimosi, per evitare l’intervento chirurgico.

Vi segnaliamo, di seguito, il miglior prodotti più venduto sulla piattaforma online.

Il prodotto Novoglan estensore del glande, è dedicato in modo specifico ai trattamenti di Fimosi non Serrata. Questo metodo funziona e si possono vedere i primi miglioramenti dopo pochi giorni, grazie al sistema brevettato di estensione a pallancino che provoca una pressione specifica intorno al glande. Ricordiamo che Novoglan è testato scientificamente ed è dispositivo medico di classe 1.

Rimedi casalinghi

È importante sottolineare che i rimedi casalinghi non debbano essere l’unica cura per questo disturbo, ma possono rappresentare un valido aiuto al trattamento medico prescritto. Consigliamo di consultarvi sempre con il vostro medico di fiducia prima di iniziare a usare uno di questi prodotti naturali.

Di seguito vi illustriamo alcuni efficaci rimedi naturali per alleviare i fastidi da postite quali aloe vera, camomilla, menta, rosmarino, timo, lavanda, aglio e origano. Per applicare queste piante medicinali è necessario fare un’infusione e lavare accuratamente la zona colpita dall’infezione. E’ importante ricordare che l’infuso deve essere applicato tiepido o freddo. Proseguire con i lavaggi 3 volte al giorno o applicare qualche goccia di olio essenziale 3 volte al giorno. Si può anche includere nel proprio regime alimentare un infuso di queste piante da assumere 2 volte al giorno.

Nel caso in cui l’origine dell’infiammazione sia un’infezione batterica o fungina, è bene usare yogurt naturale. Va applicato direttamente sulla pelle per circa 10 minuti ed è necessario sciacquare la zona molto bene.

Su Amazon è possibile acquistare dei preparati per infusi o tisane naturali al 100%. Vi segnaliamo i due prodotti migliori.

Valley of Tea produce dei fiori di lavanda totalmente biologici. Si trovano nel formato da 200g, utilizzabili anche per preparare ottime tisane.

Anche i

Anche i fiori di camomilla, come abbiamo visto, sono un valido aiuto per alleviare il dolore. Si tratta di un prodotto di Valdemar nel formato da 500ml.

Prepuzio infiammato: prevenzione

È consigliabile mantenere una corretta igiene di tutta la zona intima. Nonostante ciò, non è raccomandabile un eccesso di igiene. La parte genitale è molto delicata e, di conseguenza, potrebbe infiammarsi.

È raccomandabile evitare la masturbazione troppo frequente o troppo violenta e le relazioni sessuali brusche. Usate protezioni durante le relazione sessuali.

È indispensabile fare controlli periodici e seguire i consigli dello specialista.

Questo articolo è meramente informativo, non abbiamo facoltà di prescrivere alcun trattamento medico né realizzare alcun tipo di diagnosi. Perciò, vi invitiamo a recarvi da un medico nel caso in cui si presenti qualsiasi condizione di malessere.

© Riproduzione riservata
Leggi anche