In Italia 2mila nuovi casi di Hiv ogni anno, allo Spallanzani test senza prenotazione

(Adnkronos) – In Italia oggi poco più di 140mila persone vivono con l'Hiv, di cui circa 10mila sono inconsapevoli del proprio stato di infezione. Ogni anno in nel nostro Paese si registrano 2mila nuovi casi di Hiv. Nel 2022 il Sistema nazionale di sorveglianza dell'Istituto superiore di sanità (Iss) ha riportato 1.888 nuove diagnosi. Il 58% di queste diagnosi è in fase avanzata di malattia, come effetto del ritardo diagnostico ancora molto elevato. Sono i dati ricordati dall'Inmi Spallanzani di Roma in occasione della European Testing Week, la settimana europea del test contro Hiv e altre infezioni sessualmente trasmesse. Lo Spallanzani, dal 20 al 27 maggio, apre ai test rapidi – senza prenotazione – anonimi e gratuiti per Hiv, Hcv e sifilide. Inoltre, medici e infermieri dell'istituto nel pomeriggio si recheranno nelle sedi delle associazioni ed enti coinvolti, dove supporteranno le iniziative di offerta del test e counseling attivamente promosse in loco. "Nella regione Lazio nel 2022 sono state notificate 293 nuove diagnosi di Hiv, oltre il 60% in fase avanzata, per un'incidenza di 4,8 per 100mila residenti, superiore alla media nazionale (3,2 per 100mila), che è ancora più elevata nella città di Roma (5,2 per 100mila). La regione Lazio e la città di Roma sono rispettivamente la regione e la città con la maggiore incidenza in Italia – sottolinea l'Inmi – Presso l'Ambulatorio Hiv dell'Inmi Spallanzani sono seguite circa 6.500 persone con Hiv in terapia antiretrovirale e ogni anno vengono presi in carico da 150 a 180 persone con nuova diagnosi di Hiv per iniziare la terapia e proseguire il follow-up". Ogni anno presso il reparto di degenza dedicato all'Hiv dell'Inmi Spallanzani vengono effettuati circa 350 ricoveri per persone con Hiv con malattia conclamata (Aids). In larga parte si tratta di persone che arrivano molto tardi al test e alla diagnosi. Lo Spallanzani segue "oltre 1.200 persone ad alto rischio Hiv-negative che ricevono profilassi pre-esposizione (PrEP) con antiretrovirali ed effettuano counseling e monitoraggio del test Hiv e delle altre infezioni sessualmente trasmesse quali sifilide, gonorrea, clamidia". Nell'ultimo anno presso allo Spallanzani sono stati effettuati oltre 6.700 test Hiv e 250 interventi di profilassi post-esposizione (Pep) con antiretrovirali a persone con esposizione a rischio. Per promuovere la cultura del test e degli screening, sono previsti momenti di aggregazione, informazione scientifica e confronto in ciascuna delle sedi. Infine, nel pomeriggio del 27 maggio, giornata di chiusura della European Testing Week, presso lo Spallanzani si terrà un evento scientifico e sociale condiviso con tutte le associazioni partecipanti all'iniziativa. Nel presentare l'iniziativa, Andrea Antinori, direttore del Dipartimento clinico e dell'Uoc Immunodeficienze virali, ha commentato: "Abbiamo voluto caratterizzare questa settimana con un programma articolato di offerta attiva del test, counseling e comunicazione sugli strumenti di prevenzione che coinvolgerà le associazioni di lotta all'Hiv con cui abbiamo un forte rapporto di collaborazione. Il programma – ha aggiunto – sarà itinerante nella sede dello Spallanzani e in quelle delle associazioni dove sarà possibile effettuare test rapidi per Hiv, Hcv e sifilide e ricevere informazione e counseling sui rischi e gli strumenti per prevenirli. Saranno previsti anche momenti sociali al fine di informare e sensibilizzare le persone sul rischio di Hiv e malattie sessualmente trasmesse, sul profilattico, sulla PrEP e la Pep e sulle misure di prevenzione. Sarà un momento di comunicazione e confronto per aumentare la consapevolezza su cos'è Hiv oggi e come combatterlo". Questo il programma della settimana: dal 20 al 27 maggio Spallanzani dalle 9 alle 13 (no domenica 26 maggio); lunedì 20 maggio dalle 14.30 alle 18.30 Be free presso Cav Nilde Iotti, via di Grotta Perfetta n. 610; martedì 21 maggio dalle 17 alle 20 all'Anlaids e dalle 14.30 alle 18.30 Inmp; mercoledì 22 maggio dalle 17 alle 20 in via Galvani 51F c/o Roma Checkpoint; giovedì 23 maggio dalle 17 alle 20 Circolo Mario Mieli; venerdì 24 maggio dalle 17 alle 20 Checkpoint Plus Roma. Lunedì 27 maggio dalle 15 alle 20 manifestazione conclusiva presso lo Spallanzani. —[email protected] (Web Info)

Scritto da Adnkronos

Lascia un commento

Neurofibromatosi, nelle scuole progetto ‘siamo infinite sfumature’

Ingegneri clinici dal Papa, impegno per tecnologia ai più poveri

Contentsads.com