Pronto soccorso e attesa media, nel 2023 è stata di 31 ore

(Adnkronos) –
Pronto soccorso percorso ad ostacoli per gli italiani. Con attese sempre più lunghe. Nel 2023 il tempo medio di permanenza si è attestato a 31 ore, il 25% in più – ben 6 ore – rispetto al 2019. E' quanto emerge dai dati dell'Osservatorio della Società italiana di medicina d'Emergenza -Urgenza (Simeu), che saranno presentati in occasione del congresso nazionale della società scientifica, in calendario dal 30 maggio al 1 giugno a Genova. Per descrivere l'evoluzione del settore è stata eseguita una rilevazione su un campione significativo di pronto soccorso italiani raffrontando i dati relativi all’anno 2019 (anno pre-pandemico, con circa venti milioni di accessi nazionali) con quelli relativi all’anno 2023 (18.000.000 di accessi, dati Agenas). "Il tempo d’attesa per il ricovero in area medica – ribadisce Salvatore Manca, past president Simeu – è aumentato in pochi anni del 25%: 6 ore in più. Quel tempo ha un valore assoluto che riflette il disagio dei pazienti e l’impegno assistenziale messo in atto nei pronto soccorso, sempre più a corto di strumenti per provvedere alle nuove esigenze. Se si moltiplica il tempo di 31 ore per il numero dei ricoveri in Medicina in un anno emerge una cifra spaventosa: decine di milioni di ore di assistenza e cura in barella" —[email protected] (Web Info)

Scritto da Adnkronos

Lascia un commento

Le necessità dei pazienti con SLA nello studio ‘What Als Wants’, alle 15 online la presentazione

Settimana della sclerosi multipla, compie 10 anni il Registro italiano Sm

Contentsads.com