I cibi acidi da evitare per il reflusso gastroesofageo

Tra i cibi acidi che spesso causano il reflusso gastroesofageo vi sono il cioccolato, gli agrumi, le spezie e i cibi molto ricchi di grassi

Il reflusso gastroesofageo è una condizione patologica che provoca rigurgito acido e bruciore di stomaco. Le cause di tale patologia possono essere diverse, ma anche alcuni cibi acidi sono responsabili di tale condizione. Scopriamo insieme quali sono.

Reflusso: i cibi acidi sono gli unici responsabili?

Il reflusso gastroesofageo si caratterizza per alcuni sintomi specifici. La patologia si manifesta con dolori e bruciori che si irradiano nella parte alta dello sterno, acidità in bocca, raucedine e anche tosse. Talvolta, il reflusso si deve anche alla posizione supina che assumiamo la notte mentre dormiamo, perché tale posizione favorisce la risalita di acidi dello stomaco.

Reflusso: i fattori di rischio oltre ai cibi acidi

Vi sono alcuni fattori che favorirebbero la comparsa del reflusso gastroesofageo.

Le donne dopo i 40 anni sarebbero più predisposte a soffrirne rispetto agli uomini, ma anche l’obesità o il sovrappeso possono favorire la comparsa della patologia. Al contrario, il raggiungimento del peso forma riduce in maniera considerevole i sintomi.

Praticare attività fisica è un altro elemento fondamentale per prevenire la comparsa del reflusso: praticare sport con regolarità non solo favorisce il benessere generale dell’organismo, ma scongiura il rischio di reflusso gastroesofageo.

Altri fattori che favoriscono la patologia sono l’Helicobacter Pylori, l’abuso di caffè, alcol e droghe, l’ernia Jatale nonché una cattiva alimentazione.

Reflusso: i cibi acidi da eliminare

L’alimentazione gioca un ruolo molto importante nella comparsa o meno del reflusso gastroesofageo, ecco perché bisogna fare attenzione a ciò che si mangia. Vi sono, infatti, alcuni cibi acidi che accentuano la sintomatologia, peggiorando la situazione. Tali alimenti sono gli agrumi, i pomodori, le salse, l’aglio, la cipolla, cibi piccanti e molto speziati, la menta, cibi ricchi di grassi, sughi e piatti elaborati.

Al posto di questi alimenti è bene preferire cibi che aiutano a tenere sotto controllo i sintomi, come pesce magro, carni bianche, cereali integrali, olio extravergine di oliva, frutta come banane, fragole, mele, pere e pesche, verdura come carote, patate, cavolfiori e broccoli. Ancora, altri alimenti che attenuano il reflusso sono lo zenzero, le mandorle e infusi a base di camomilla, malva e melissa.

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Olio essenziale di carota: quali sono i benefici e le proprietà

Aceto di mele: un rimedio contro macchie, brufoli e rughe della pelle

Leggi anche
  • dieta disintossicante drenanteDieta disintossicante e drenante: i benefici per l’organismo

    La dieta disintossicante e drenante va seguita per un breve periodo di tempo, ed è l’ideale nei periodi di stress o dopo grandi abbuffate a tavola.

  • dieta disintossicante tre giorniDieta disintossicante dei tre giorni: benefici e menù

    La dieta disintossicante dei tre giorni si basa soprattutto su vegetali ricchi di fibre e antiossidanti come pomodori, fagiolini, kiwi e uva

  • farine alternative celiaciFarine alternative per celiaci: le opzioni tra cui scegliere

    Tra le farine alternative per celiaci vi sono la farina di ceci, la farina di miglio, la farina di grano saraceno e la farina di mais

  • dieta disintossicanteDieta disintossicante: lo schema per eliminare le tossine

    La dieta disintossicante si compone di nutrienti come vitamine, fibre e sali minerali, che favoriscono il benessere e la salute generale.

Contents.media