Crampi alle mani e ai piedi: quali sono le cause e come comportarsi

Come comportarsi in caso di crampi alle mani e ai piedi? Tutti i consigli e le cause.

I crampi alle mani e ai piedi sono dei fenomeni molto frequenti: consistono in una serie di contrazioni muscolari improvvise e dolorose.
La loro comparsa, nel caso delle mani per esempio, all’impossibilità anche momentanea di compiere delle semplici azioni, quali per esempio l’uso del cellulare, della tastiera o il semplice tenere una penna tra le mani.

I crampi alle mani possono presentarsi di notte, e sono molto più frequenti in quelle persone che soffrono di tunnel carpale.
I crampi ai piedi, invece, si presentano sostanzialmente con le stesse modalità: gli spasmi agli arti inferiori, però, hanno come differenza sostanziale quella di riguardare anche la zona del polpaccio.

Crampi alle mani e ai piedi: perché avvengono

I crampi alle mani e ai piedi avvengono per vari motivi: innanzitutto, uno dei motivi più scontati, è quello dell’affaticamento muscolare.

Le mani, infatti, sono sottoposte ogni giorno ad una serie di sollecitazioni notevoli, come per esempio l’utilzzo del PC, dei tablet o dei cellulari, che richiedono una posizione piuttosto scomoda per la mano. In tal caso non è necessario assumere farmaci o andare in panico: la cosa più immediata e semplice da fare, è lo stretching. Il crampo tenderà a svanire dopo pochi minuti.

Anche la disidratazione può causare la comparsa di questi fastidiosi crampi: una scarsa disidratazione può portare ad un calo fisiologico di quelle che sono le sostanze fondamentali per il sostentamento del proprio organismo.

Sali minerali come per esempio il potassio o il magnesio, contribuiscono a quella che è la contrazione dei muscoli. Lo scarso afflusso di ossigeno, difatti, non consente la distensione dell’apparato muscolare, portandolo così ad un’inevitabile contrazione.

Vi sono poi cause più serie, come per esempio il tunnel carpale: scrivere per molte ore al computer, oppure utilizzare il mouse, può portare ad una serie di disagi che si manifestano con dei forti dolori, soprattutto la notte.

In questi casi, è opportuno rivolgersi al medico per poter intervenire anche con un intervento chirurgico. Tale sindrome, infatti, può portare a diversi disagi come per esempio la debolezza muscolare, crampi e difficoltà motorie.

Come curarli

I crampi, quindi, sono degli eventi fastidiosi e dolorosi che tuttavia però colpiscono molte persone. Non bisogna, però, sottovalutarne la comparsa, poiché il loro esordio può dipendere da molteplici situazioni: può trattarsi, come detto, di un semplice affaticamento muscolare o di un problema più serio come quello del tunnel carpale.

La cosa più importante, tuttavia, è valutare bene quelli che sono i sintomi dei crampi, in modo da poter trovare il rimedio più congeniale. Bisogna evitare di documentarsi su internet: è fondamentale, infatti, il rapporto con il proprio medico. Solo lui, infatti, in quanto professionista sarà in grado di fornire tutte le indicazioni necessarie per la valutazione clinica, prescrivendoci anche un eventuale radiografia al fine di effettuare un’indagine più approfondita della propria situazione.


In definitiva, quindi, i crampi alle mani e ai piedi sono decisamente comuni, e le probabili cause sono molteplici. Bisogna solo fare attenzione ai sintomi e cercare di migliorare innanzitutto il proprio stile di vita, evitando inutili affaticamenti, facendo qualche esercizio di stretching per scongiurare al massimo quella che può essere la comparsa di questi fastidiosi spasmi, e cercare di identificare il problema.

Può essere utile, innanzitutto, cercare di comprendere in maniera preliminare se il proprio stile di vita è corretto, se assolviamo a quelli che sono i compiti basilari per la salvaguardia della propria salute, come per esempio la sufficiente idratazione.

Qualora il problema si identifichi in questo, potrebbe essere utile utilizzare un’applicazione che ci ricordi quando bere: sul web ce ne sono di diversi tipi, e ciascuna di esse assolve alla sua funzione in maniera impeccabile. Qualora poi non dovessero esserci gli opportuni miglioramenti, sarebbe opportuno rivolgersi al proprio medico per ulteriori delucidazioni.

Tag

Scrivi un commento

1000

Quando è necessario togliere le tonsille?

Come abbassare la glicemia in modo naturale: i migliori rimedi

Leggi anche
  • pappa reale: proprietà, benefici, controindicazioniCos’è la pappa reale e perché è utile includerla nella tua dieta

    Un alimento sempre più utilizzato per mantenersi attivi e in forma è la pappa reale: possiede numerose caratteristiche uniche.

  • Cibi in gravidanza: cosa è bene evitare?Gravidanza: quali sono i cibi da evitare?

    Quali sono i cibi da evitare in gravidanza per non rischiare di compromettere il benessere del feto? Vediamo insieme cosa va escluso dalla dieta.

  • antibiotici naturali: quali sono e come prepararliAntibiotici naturali: quali scegliere e perché?

    Prevenire è meglio che curare, ecco una pratica lista dei migliori antibiotici naturali che puoi trovare al supermercato o in erboristeria.

  • Singhiozzo: come farlo passare con rimedi naturaliSinghiozzo: i migliori rimedi naturali

    Singhiozzare è davvero fastidioso, soprattutto perché spesso si fatica a smettere. Ecco come vincere il singhiozzo con i rimedi naturali.

  • 
    Loading...
  • frattura al polso: come si riconosce e si curaFrattura del polso: come riconoscerla e cosa fare

    È molto facile fratturarsi un osso del polso: non solo l’età, ma anche le cadute contribuiscono ad aumentare questo rischio.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.