Notizie.it logo

Crossfit benefici e controindicazioni: cosa sapere

crossfit

Il Crossfit è un allenamento completo che combina un mix di esercizi per il corpo libero, sollevamento pesi e allenamento cardiovascolare, in un’unica e breve sessione molto intensa che richiede concentrazione e determinazione.

Uno sport che rafforza i muscoli, accelera il metabolismo e permette di incrementare la propria resistenza agli sforzi. Tanti benefici e molto divertimento.

Questo programma di rafforzamento fisico è stato ideato e messo in pratica da Greg Glassman nei primi anni Settanta. Le persone hanno cominciato ad avvicinarsi alla disciplina solo negli anni Novanta, quando lo stesso Glassman decise di aprire una palestra nella bellissima ed alternativa città di Santa Cruz in California. Da quel momento, il Crossfit è diventato molto seguito ed apprezzato, riconosciuto soprattutto per le sue potenzialità e per i suoi benefici.

Una mezz’ora di allenamento “very strong” che rafforza i muscoli e che permette un’allenamento totale di tutto il corpo. Ma prima di preparare la borsa della palestra ed iniziare questa nuova avventura è necessario verificare chi possa svolgerlo e se esistano controindicazioni in merito.

Chi può fare Crossfit

E’ un tipo di sport consigliato a tutti, uomini e donne, che decidono di mettersi in forma o di voler potenziare e rimodellare i propri muscoli.

Un errore che fanno tutti è pensare che in solo dopo pochi giorni di allenamento si possa diventare un crossfitter a tutti gli effetti: come per tutte le cose, determinazione e voglia aiutano ad ottenere i risultati sperati.

Ci si potrebbe far prendere da un attimo di scoraggiamento nel momento in cui, durante la prima lezione, chi è vicino a noi e che potrebbe allenarsi da anni, reagisca alla pressione in maniera più sciolta e totalmente differente: bisogna infatti pensare che anche per questa persona abbia assistito ad una prima lezione ed è arrivato a quel determinato livello grazie alla propria costanza e allenamento continuo.

Lo stesso istruttore valuterà cosa fare e cosa evitare durante le prime ore di Crossfit, senza andare ad esagerare sugli sforzi e sul numero di esercizi. Formerà una tabella, dove l’allenamento andrà in crescendo e sarà lui stesso a mixare gli esercizi al fine di renderli piacevoli, funzionali, non “pesanti” e soprattutto poco monotoni.

Controindicazioni

Lo sport è completo, quindi molto valido e adatto a chi vuole avere una forma del corpo armoniosa e sana.

Bisogna subito acquisire la consapevolezza che se si vuole iniziare a fare Crossfit è perché si necessita di allenamento: se solo un piano di scale fatto a piedi fa boccheggiare e la ripresa è lentissima, significa che la vita sedentaria ha preso il sopravvento.

Ecco uno di primi benefici della disciplina, che unisce al duro lavoro risultati strabilianti, anche a livello di respirazione e distribuzione degli sforzi.

Non ci sono reali controindicazioni ma è sempre consigliato ottenere tutte le informazioni possibili prima di iniziare gli allenamenti ed in caso di patologie personali, chiedere consiglio al proprio medico di fiducia. Una controindicazione potrebbe essere il “fai da te”: se si è alle prime armi non è assolutamente consigliato prendere iniziative e assegnarsi in autonomia degli esercizi senza conoscere la disciplina, visto che non si conosce l’intensità e la procedura corretta degli allenamenti da svolgere.

Una leggenda popolare pone come controindicazione il fatto che alcune donne, a seguito delle sessioni, siano ingrassate. Ci sono due spiegazioni logiche a riguardo. La prima è che il Crossfit, andando ad allenare con un mix di esercizi le varie parti del corpo, aumenta la massa muscolare. Nel momento in cui si parla con l’istruttore per decidere quali tipo di esercizi effettuare e come si vuole definire il proprio corpo, questo potrebbe essere uno degli accenti da porre: armonia e non eccessivo aumento di massa muscolare.

Il secondo è più banale: associare agli esercizi (a volte svolti male o senza la giusta coerenza) un’alimentazione totalmente sbagliata, ricca di grassi e zuccheri.

Controindicazioni effettive quindi non ci sono, se questa disciplina viene eseguita in maniera corretta con il solo ed unico consiglio e allenamento preposto dal coach.

A chi rivolgersi

Per imparare e iniziare al meglio il Crossfit è necessario affidarsi a strutture dove lavorano istruttori capaci e formati che abbiano conseguito la relativa certificazione.

Si raccomanda nuovamente di non effettuare l’allenamento “fai da te” ma di rivolgersi ai coach, all’interno di palestre idonee. Le sessioni hanno la durata di circa 60 minuti e sono effettuate con il controllo massimo da parte dello staff competente.

Dove praticarlo

Il Crossfit deve essere praticato in strutture che si avvalgono di istruttori preparati e capaci, che sapranno – in base al proprio allenamento e stile di vita – preparare la scheda di esercizi necessari ad intraprendere questa disciplina con le sessioni da svolgere in maniera corretta e regolare.

Da non praticare in casa o con un amico se non si hanno le basi e le conoscenze giuste: questo tipo di sport deve essere seguito sempre da esperti del settore, in quanto gli esercizi se mal combinati possono arrecare danni e non i benefici che offre questo sport.

Vi consigliamo vivamente inoltre di rivolgervi a palestre autorizzate e far sempre una prova, prima di buttarsi nel mondo del Crossfit.

© Riproduzione riservata
Leggi anche