Gli usi dell’aloe vera: proprietà e benefici

I benefici dell'Aloe vera: tutti gli usi per curare piccoli disturbi con la pianta dalle numerose proprietà.

L’ormai famosa aloe vera, è una pianta succulenta appartenente alla famiglia delle Aloeaceae nativa della penisola arabica. Infatti predilige climi caldi e secchi come l’America centro/meridionale, Africa, Australia, Spagna, Israele e Italia, dove viene coltivata con successo. Gli usi dell’aloe sonno molto antichi, citata anche nella Bibbia, si sono rinvenute testimonianze del suo impiego su tavolette d’argilla databili attorno al 2000 a.C.

e fra gli antichi Egizi era utilizzata come ingrediente nei preparati per l’imbalsamazione (da qui ‘pianta dell’immortalità’) e per la cura del corpo. Uno studio condotto in america alla fine degli anni 50, portò a dichiarare ufficialmente le proprietà curative dell’Aloe vera per il trattamento delle ustioni individuando, tra i componenti del gel trasparente interno, l’acemannano: uno zucchero complesso dalle proprietà immunostimolanti in presenza di infiammazioni, antivirali e benefiche su alcuni disturbi gastrointestinali, inserendola, a tutti gli effetti, tra i medicinali fitoterapici approvati.

Advertisements

Ecco quali sono i migliori usi dell’aloe vera.

Le proprietà dell’Aloe Vera

Estratti e preparati a base di aloe vera sono stati finora proposti per le supposte proprietà:

  • Rigeneranti: stimola la crescita dell’epitelio sulle ferite;
  • Proteolitiche e cicatrizzanti: dissolve e assorbe enzimaticamente le cellule morte o danneggiate;
  • Antinfiammatorie: accompagna e aiuta a superare il processo infiammatorio;
  • Umettanti: è idratante e favorisce l’idratazione dei tessuti della pelle;
  • Analgesiche: dà sollievo al dolore;
  • Fungicide: ostacola la crescita dei funghi;
  • Virostatiche: ostacola la crescita dei virus;
  • Antibiotiche: ostacola la crescita dei batteri;
  • Emostatica: riduce la fuoriuscita di sangue nelle lesioni;
  • Lenitive: dà sollievo nel prurito;
  • Disintossicanti: aiuta la disintossicazione del corpo dalle tossine.

Come ottenere il gel puro in casa

Facile da coltivare anche in casa, si può acquistare presso un buon vivaio richiedendo che non sia stata trattata con fertilizzanti chimici, per poterla poi utilizzare come cosmetico o curativo.

Va annaffiata con moderazione, predilige terreno o sabbioso e temperature tra i 20° e i 30°, non sopporta i ristagni d’acqua e le correnti.

Si rinvasa a primavera e si può riprodurre per talea.

Concimare solo con fertilizzanti naturali per mantenere le sue proprietà intatte.

Dalla pianta adulta (1,5 anni circa) si potrà estrarre il gel curativo. Basterà staccare delicatamente una foglia ed inciderla con un coltello pulito lungo i bordi per poi aprirla in due, oppure sbucciare la foglia con molta attenzione. Va utilizzato subito, in quanto privo di conservanti, perderà le sue proprietà in poche ore/massimo 2 giorni. Non va assolutamente ingerito puro in quanto contiene aloina, che è fortemente lassativa.

Tutti gli usi dell’Aloe Vera

Uso esterno

Il gel puro di Aloe che avete estratto dalla vostra piantina, svolge azione lenitiva, calmante e antibatterica è privo di controindicazioni e può essere usato senza paura sulla pelle:

  • come ingrediente per lo scrub
  • sul cuoio capelluto, come antiforfora pre shampoo
  • doposole
  • maschera per il viso/contorno occhi
  • anti acne
  • crema mani/corpo
  • gel per capelli
  • sulle punture d’insetto
  • post depilazione
  • sulle cicatrici e macchie della pelle per migliorarne l’aspetto
  • sulle gengive, e mucose in generale, contro infiammazioni e irritazioni
  • in generale su qualsiasi lesione, rossore, screpolatura della pelle

Potete usarlo tal quale o mischiato ai prodotti cosmetici che usate solitamente. Conservate il gel avanzato per non più di un paio giorni in frigorifero.

Si trova in molti prodotti cosmetici e detergenti per la pulizia di viso e corpo come idratante e protettivo, nei prodotti per l’esposizione al sole e in quelli per lenire gli effetti delle punture d’insetto.

Uso interno

Il succo di aloe si può acquistare nei migliori supermercati ai reparti bio, o nelle erboristerie e negozi specializzati. Consumato costantemente, bevuto solo o aggiunto a succhi di frutta, frullati, yogurt senza superare le dosi consigliate, risulta essere:

  • immunomodulante
  • disintossicante
  • contrasta i radicali liberi.

Quasi tutti i prodotti a base di Aloe da assumere per via interna, sono stati privati, industrialmente, dell’Aloina che è fortemente lassativa e irritante per la mucosa intestinale ed è comunque sconsigliato in gravidanza o allattamento.

La parte dura delle foglie contiene composti, chiamati antrachinoni, responsabili di effetti lassativi.

Essi stimolano la contrazione della muscolatura del colon, aumentando così la peristalsi intestinale e favorendo l’evacuazione. Aumenta la secrezione di acqua e sali da parte dell’intestino stesso, con il risultato di rendere le feci più soffici e di aumentarne il volume, tutto a beneficio di una più agevole evacuazione. L’effetto lassativo si manifesta dopo 12-16 ore.

A tal proposito si usa l’estratto secco titolato, ma solo sotto supervisione del medico. La dose media giornaliera per uso lassativo è da 120 a 300 mg al giorno, mezz’ora prima di andare a dormire.

Meglio evitare di prenderlo per più di una settimana.

Effetti indesiderati e precauzioni

  • L’Aloe può causare forti dolori addominali e diarrea e, di conseguenza, perdita di sali minerali importanti come il potassio e sodio e magnesio.
  • L’abuso di aloe, come tutti i lassativi che contengono antrachinoni, può portare ad assuefazione
  • L’Aloe non va usata durante la gravidanza perché può provocare contrazioni addominali né durante l’allattamento.
  • Non va somministrata ai bambini di età inferiore a 14 anni.
  • È controindicata per chi soffre di disturbi gastrointestinali, colite, diverticolosi, occlusione intestinale o di malattie epatiche, renali o cardiache.

Interazioni

L’Aloe può interagire con farmaci per il cuore, come antiaritmici chinidinici, digitalici, betabloccanti e fenoxedil; diuretici che causano perdita di potassio come la furosemide; vincamina e alcuni analgesici. L’azione immunostimolante viene inibita dall’uso contemporaneo di cortisonici.

Scritto da Alexandra Tubaro
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Disturbo d’ansia generalizzato: come riconoscerlo e superarlo

Crusca: le proprietà e i benefici per la salute

Leggi anche
  • profumo solidoCome fare il profumo solido a casa: tutti i consigli

    Il profumo solido non è molto conosciuto, ma si tratta di un ottimo prodotto da regalare o da usare ogni giorno. Scopriamo come realizzarlo a casa.

  • capelli sfibrati rimedi naturaliI migliori rimedi naturali per i capelli sfibrati

    I rimedi naturali sono molto utili per migliorare la salute dei capelli sfibrati. Scopriamo quali sono i più efficaci e come avere una chioma perfetta

  • pelle visoSconfiggere la pelle grassa con gli integratori naturali

    La pelle grassa si può combattere con pochi semplici gesti quotidiani ed i giusti integratori naturali

  • olio mandorleOlio di mandorle: proprietà e benefici su capelli e pelle

    L’olio di mandorle è un prodotto di origine naturale dalle molteplici proprietà, molto utilizzato in cosmetica

Entire Digital Publishing - Learn to read again.