Notizie.it logo

Mal di stomaco notturno: quali sono le cause

mal di stomaco notturno

Quali sono le cause più comuni del mal di stomaco notturno e i migliori rimedi per combatterlo.

Il mal di stomaco è uno disturbo molto comune, molto spesso causato da eccessive assunzioni alimentari o malesseri temporanei. Uno dei casi dove il mal di stomaco risulta essere molto più fastidioso è quanto si avverte nel corso della notte. Questa circostanza può seriamente compromettere la qualità del nostro sonno, portandoci a nottate stressanti con continui risvegli. Oggi vediamo le tipologie di dolore allo stomaco e le cause di quest’ultime.

Mal di stomaco notturno: le cause

All’origine dei nostri fastidi e disturbi allo stomaco possono esservi diverse ragioni. Prima su tutte è la cattiva digestione. La digestione è infatti un processo naturale di fondamentale importanza per tutti gli esseri viventi. La cattiva digestione genera forte dolore all’addome, bruciore di stomaco e molto spesso anche piccoli rigurgiti gastrici.

Nella maggior parte dei casi la cattiva digestione è causata da cattiva alimentazione, uso di medicinali aggressivi, obesità e sedentarietà.

Pesantezza allo stomaco

La pesantezza allo stomaco è, per la maggior parte delle persone, non legata a particolari patologie e/o problemi di salute. Nella maggior parte dei casi si presenta con l’assunzione di cibi di difficile digestione, che impongono una produzione maggiore rispetto al normale di succhi gastrici. Questa particolare circostanza causa dolore all’addome ed un lieve senso di vomito, che possono senza alcun dubbio rovinare il nostro riposo.

Nausea

Un altra situazione nella quale ci si può ritrovare (forse una tra le più fastidiose) è quella di forte nausea. Anche in questo caso di troviamo di fronte ad un sintomo causato molto spesso da cibi pesanti e di difficile digestione.

Ovviamente questo stato può essere collegato anche ad altre patologie tra cui cervicale, disturbi intestinali, problemi gastrici, labirintite, disturbi cardiaci, affaticamento della vista, ansia, stress, farmaci particolarmente aggressivi, bassa pressione. In situazioni di forte nausea è molto importante restare idratati, bevendo molta acqua ed evitando cibi pesanti. Nelle situazioni di maggior gravità è consigliata l’assunzione di acqua calda con limone o comunque di bevande bollenti (come tisane o tè). Nei casi invece di episodi di forte vomito è consigliabile rivolgersi al proprio medico, il quale provvederà a consigliarvi la miglior cura per il vostro particolare caso.


Bruciore di stomaco

Il bruciore di stomaco è fra le patologie più diffuse in tutto il mondo. Solitamente è rappresentato da una sgradevole sensazione di dolore all’addome corredata da alitosi e bruciore dell’esofago.

Si manifesta in presenza di pasti abbondanti a base di cibi poco digeribili e di complessa assunzione. In altre casistiche può manifestarsi con più regolarità in presenza di cattive abitudini alimentari. Tutto questo genera stress per quanto riguarda l’apparato digerente, richiedendo un lavoro maggiore rispetto al normale. Questa circostanza alle volte può interessare anche altre parti del corpo direttamente connesse con l’attività di digestione. Si possono infatti avvertire dolori allo sterno, alla gola ed al torace.

Come evitarlo

Per evitare questi tipici dolori di stomaco e passare delle notti più tranquille è necessario seguire una dieta equilibrata, evitando il consumo eccessivo di grassi. Dopo abbondanti pasti bisogna evitare di buttarsi a letto in posizioni di contrazione dello stomaco. Masticate piano e mangiate con calma, limitando l’uso di bevande gassate e ricche di zuccheri.

Nel caso i vostri disturbi dovessero persistere non esitate a contattare il vostro medico di fiducia.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche