Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale ūüöÄ
Notizie.it logo

Gli antibiotici possono farti sentire stanco?

antibiotici

Gli antibiotici sono molto utili contro le infezioni, ma possono avere come effetto collaterale un'eccessiva stanchezza.

Se sei malato, o ti senti davvero molto ma molto stanco, potrebbe non essere solo la malattia a causarti tutto ciò e a rimandare la guarigione. Potrebbero essere proprio gli antibiotici che stai prendendo per curare il problema. Può sembrare paradossale, ma è così. Continua a leggere per saperne di più!

Antibiotici e stanchezza

L’Amoxicilina, ad esempio, che è prescritta per curare le infezioni batteriche quali polmonite e bronchite, può causare un’eccessiva stanchezza e una mancanza di energia in alcuni pazienti. L’Azitromicina, un altro comune antibiotico prescritto, provoca una sorta di letargia. Così come la Ciprofloxacina, un antibiotico che è diventata famoso per curare l’avvelenamento da antrace.

Sfortunatamente, mentre i ricercatori sapevano da molto tempo che alcuni pazienti che assumono antibiotico sperimentano come risultato un affaticamento debilitante, non hanno ancora scoperto il perché. Uno dei problemi è che il risultato è stato difficile da riprodurre in esperimenti.

L’esperimento del ’93

In uno studio pubblicato nell’ European Journal of Applied Physiology and Occupational Physiology nel 1993, ad esempio, a 50 tirocinanti militari sani tra i 18 e i 25 anni sono stati prescritti una varietà di antibiotici, oltre ai placebo.

I soggetti sono stati testati per la forza muscolare, l’attività enzimatica e la capacità aerobica dei loro polmoni, e sono stati anche invitati a comunicare la gravità del loro affaticamento. I ricercatori hanno scoperto che i soggetti che assumevano antibiotici per tre giorni avevano ridotto la capacità aerobica rispetto a quelli che li assumevano per un solo giorno. Ma oltre a questo, non erano in grado di indurre nessun effetto sulla forza muscolare, e i soggetti dissero che non si sentivano eccessivamente stanchi.

Tuttavia, i ricercatori sono molto cauti con l’interpretazione dei risultati. Hanno notato che lo studio non poteva escludere effetti fisiologici dall’uso prolungato di antibiotici. Sono quindi necessarie ulteriori ricerche per studiare più approfonditamente il problema.

Non solo gli antibiotici

Gli antibiotici non sono gli unici medicinali che possono causare questo tipo di problema. Anche i diuretici, gli ansiolitici e gli antiepilettici, gli antistaminici, gli antidepressivi e altri tipi di medicinali possono causare stanchezza.

Così afferma il Dr. Armon B. Neel Jr., che scrive per il sito Web AARP “Chiedi consiglio al Farmacista”.

Neel crede che gli antibiotici siano “eccessivamente sovradosati”. Per questo suggerisce che i pazienti che sono preoccupati per la stanchezza e altri effetti collaterali dovrebbero chiedere ai loro medici se è disponibile una cura alternativa. In alcuni casi, l’antibiotico è indispensabile per combattere l’infezione e recuperare la salute. Ma in altre occasioni si potrebbe evitare di ricorrere a questi farmaci e tentare, prima, soluzioni diverse. Cure naturali, per esempio, che non compromettono il benessere generale della persona.

© Riproduzione riservata
Leggi anche