Notizie.it logo

Banche del seme: come funzionano

seme

Le banche del seme offrono soluzioni per l’infertilità maschile. In esse, lo sperma viene raccolto e congelato per utilizzi futuri.

Alcune persone credono di aver bisogno di aiuto per concepire un bambino. Lottano con sterilità, diminuzione della fertilità o una delle molte altre cause che rendono difficile il concepimento. Le banche del seme, note anche come criobanche, sono strutture che offrono soluzioni per l’infertilità maschile. Le banche del seme raccolgono e immagazzinano lo sperma e offrono servizi di laboratorio di andrologia, come analisi dello sperma, servizi di donatori di sperma congelato e conservazione dello sperma a lungo termine.

Motivazioni della donazione

Ci sono due motivi principali che guidano gli uomini a donare il proprio seme o a metterlo in una banca apposita.

    • Donazioni da uomini fertili che desiderano preservare le loro opzioni riproduttive. Gli uomini spesso fanno conservare il proprio sperma per un uso futuro quando si trovano ad affrontare un intervento chirurgico, un trattamento per combattere il cancro, una vasectomia, una riassegnazione del sesso o una conta spermatica bassa (oligozoospermia). Allo stesso modo, gli uomini che lavorano in condizioni che mettono a rischio la loro fertilità – come atleti, soldati o uomini che lavorano con agenti inquinanti ambientali – spesso usano le banche del seme.
    • Donazioni da parte di uomini che contribuiscono per motivi altruistici o finanziari.

      Lo sperma donato aiutano a far concepire coppie sterili o genitori single.



Storia della donazione

L’uso dello sperma donato per il concepimento può essere fatto risalire al XVIII secolo, ma non è stato fino all’inizio del 20esimo secolo che gli sforzi per congelare, immagazzinare e scongelare lo sperma hanno cominciato a materializzarsi. Nel 1949, gli scienziati hanno scoperto una tecnica per congelare lo sperma con il glicerolo, un metodo che ha dimostrato meno probabilità di danneggiarlo.

Ma fu il lavoro di Jerome K. Sherman in criobiologia, lo studio di organismi e cellule a temperature sotto lo zero, che portarono i precedenti sforzi scientifici a nuovi livelli. Come candidato di dottorato all’Università dell’Iowa nei primi anni ’50, la ricerca di Sherman lo portò ad un metodo per congelare e scongelare con successo lo sperma. Nel 1953 fondò la prima banca mondiale del seme e fu da quella banca pioneristica che venne registrata la prima nascita umana da sperma crioconservato. Tuttavia, ci vollero altri due decenni affinché l’idea che le banche del seme diventassero culturalmente accettabili.

Se pensi che sia difficile entrare in una scuola della Ivy League, considera che molte banche del seme vantano tassi di accettazione dei donatori inferiori a quelli di Harvard o Yale – che accettano ciascuno meno del 10% dei richiedenti.

Continua a leggere per conoscere i rigorosi criteri di donazione.

I donatori di sperma

Diventare un donatore di sperma per altruismo richiede più della capacità di fornire un campione. La valutazione dei donatori varia leggermente da banca a banca, ma di solito consiste nel fare sottoscrivere una domanda, un appuntamento iniziale, campioni di prova e un processo di screening approfondito.

Gli uomini di tutte le etnie e background sono accettati come donatori. I candidati devono soddisfare questi requisiti di base:

  • Gli uomini devono avere almeno 18 anni e meno di 40 anni
  • Devono essere in grado di impegnarsi nel programma (di solito da sei mesi a un anno)
  • Dovrebbero essere in grado di fornire la storia medica della loro famiglia (di solito da due a tre generazioni)
  • Non devono avere problemi di salute cronici

Alcune banche hanno requisiti aggiuntivi. Molti richiedono una laurea o l’iscrizione in un programma di laurea. Come ulteriore esempio di come il processo di screening può variare, la Sperm Bank of California richiede che i candidati dei loro donatori siano alti almeno 1 metro e 70.

Controlli per i donatori

Dopo aver soddisfatto i requisiti richiesti, i candidati forniscono campioni di sperma.

I campioni vengono raccolti presso la banca del seme e, per ottenere i migliori risultati, il candidato deve astenersi dall’eiaculare 48 ore prima della donazione. Se ogni campione mostra un alto numero di spermatozoi, il candidato viene quindi sottoposto a test per le malattie trasmesse sessualmente e genetiche, interrogato e sottoposto a visita medica.

Lo screening è vigoroso e richiede in genere tre mesi per essere completato. Le principali banche del seme segnalano tassi di approvazione inferiori al 5% dei candidati. Presso la struttura bancaria Xytex in Georgia, meno dell’1% degli uomini che chiedono di essere un donatore arriva al processo di valutazione.

Se accettato, il donatore firma un contratto che si impegna al programma. Finché un donatore partecipa a un programma, è tenuto a sottoporsi a screening sanitari in corso, forniti dalla banca del seme. I donatori vengono pagati per ogni campione che soddisfa i requisiti della banca dello sperma, con tariffe che vanno da circa 75 dollari, a centinaia di dollari per campione.

I profili dei donatori sono resi disponibili ai potenziali destinatari.

Questi profili includono la storia medica e familiare del donatore e talvolta clip vocali e foto da bambini e adulti.

Donatori anonimi

I donatori possono scegliere di rimanere anonimi o rendere le loro identità disponibili a qualsiasi futura prole, tramite il consenso dell’ID o lo status di rilascio dell’identità. I potenziali destinatari vengono informati dello stato del donatore durante il processo di selezione.

I donatori anonimi sono spesso disposti a fornire dettagli descrittivi su sé stessi e sulla loro storia familiare, con la consapevolezza che non avranno mai una comunicazione diretta con i destinatari del loro sperma o della loro progenie futura. I donatori anonimi hanno registri sigillati a vita. Alcune banche del seme consentiranno ai donatori anonimi la possibilità di diventare donatori con consenso dell’ID in un secondo momento, se lo desiderano.

I donatori con consenso ID, acconsentono alla banca di sperma di rilasciare informazioni identificative su sé stessi alla prole di età legale di 18 anni. I donatori con consenso ID non sono tenuti a soddisfare le richieste della prole. Piuttosto, il programma è progettato per dare alla prole un modo per conoscere il loro background genetico. Le banche del seme non garantiscono che il donatore sarà trovato o sarà disponibile con la progenie. Non forniscono servizi di localizzazione.

I donatori, così come i destinatari, sono invitati a rivedere tutti i contratti relativi agli obblighi finanziari e ai diritti dei donatori con un consulente legale separato.

Come avviene la raccolta

Le banche del seme si concentrano principalmente sulla raccolta, sullo screening e sulla fornitura di sperma. Offrono anche un processo di selezione per i potenziali donatori destinatari. Una volta che un donatore di sperma viene accettato in un programma, quel donatore fornisce regolarmente dei campioni. I campioni vengono raccolti frequentemente, ogni tot giorni o una volta alla settimana. Ai donatori viene chiesto di astenersi dall’eiaculazione – come nel processo di screening – da due a sette giorni per ottenere un campione di sperma ottimale.

La raccolta dei campioni avviene presso il laboratorio della banca dello sperma o tramite un kit Priority Male per la raccolta. La raccolta sul posto, avviene durante il normale orario lavorativo della banca del seme. I donatori vengono portati in una stanza privata dove si masturbano ed eiaculano in un contenitore pulito e asciutto. I kit Priority Male includono uno speciale contenitore sterile per il trasporto e un’etichetta di spedizione FedEx prepagata. Il donatore prepara il suo campione e invia il kit al laboratorio con il trasporto aereo notturno.

Screening continuo per malattie

Campioni e donatori vengono continuamente sottoposti a screening per malattie trasmissibili sessualmente e problemi genetici. Inoltre, tutti i donatori vengono sottoposti a screening per la fibrosi cistica e ad analisi cromosomica (cariotipo).

I donatori di antenati specifici possono essere sottoposti a screening per:

  • Malattia di Tay-Sachs
  • Malattia di Gaucher
  • Sindrome di Bloom
  • L’anemia di Fanconi di Tipo-C
  • Malattia di Niemann-Pick Tipo A
  • La mucolipidosi tipo 4
  • Disautonomia familiare
  • Mutazioni del gene del cancro al seno e alle ovaie (BRCA-1 e 2)
  • Talassemia
  • Anemia falciforme e altre emoglobinopatie

Sin dall’emergenza dell’AIDS negli anni ’80, l’inseminazione artificiale dei donatori è stata eseguita esclusivamente con lo sperma congelato e messo in quarantena. Attualmente, la Food and Drug Administration (FDA) e l’American Society for Reproductive Medicine (ASRM) raccomandano che lo sperma venga messo in quarantena per almeno sei mesi e rianalizzato prima dell’uso. Al fine di rispettare i regolamenti federali sulle licenze delle banche dei tessuti, le banche non accettano donatori esposti o infetti da HIV, epatite B, epatite C, HTLV, sifilide, herpes genitale o verruche genitali.

Per gli uomini che scelgono di conservare lo sperma per un uso futuro, i costi per il deposito variano da una banca all’altra. Le spese di deposito sono determinate dal numero di campioni e dal tempo impiegato. Le tariffe possono variare da centinaia, a migliaia di dollari ed è importante rivedere tutti i costi prima di lavorare con qualsiasi banca del seme, sia che si tratti di donare, archiviare o selezionare.

Il processo di congelamento è dannoso per lo sperma? Successivamente, impareremo a conoscere il processo di pre e post scongelamento.

Sono legittime le banche del seme

Banche del seme credibili sono ispezionate, accreditate e certificate. Per essere accreditata dall’American Association of Tissue Banks (AATB), la banca deve essere sottoposta a ispezioni in loco per l’assicurazione della qualità. Le banche del seme devono anche essere certificate come conformi alle normative stabilite dal CLIA (Department Clinical Health and Human Services), e devono anche attenersi a tutti i requisiti normativi della FDA.

Crioconservazione e deposito

I tessuti e le cellule, compreso lo sperma, possono essere congelati e immagazzinati attraverso un processo chiamato crioconservazione. I campioni di seme vengono preparati prima con una soluzione che riduce al minimo i danni durante i processi di congelamento e scongelamento. Successivamente vengono quindi posti in fiale, sigillati e congelati lentamente in vapori di azoto liquido. Sono congelati e conservati in azoto liquido a una temperatura di -196 gradi Celsius (-320 gradi Fahrenheit).

La suscettibilità al danno dello sperma durante i processi di congelamento e scongelamento varia da donatore a donatore e tra campioni. Dopo lo scongelamento, i campioni vengono testati. Devono soddisfare determinati standard di qualità: i campioni post disgelo devono contenere un minimo di 20 milioni di spermatozoi mobili per millilitro, con una mobilità non inferiore al 25%.

Lo sperma precedentemente congelato, non vive tanto a lungo nell’utero di una donna quanto lo sperma fresco. Lo sperma scongelato vive fino a 24 ore, mentre lo sperma fresco può vivere per 3-5 giorni. Il rischio di difetti alla nascita dal concepimento con sperma donato è riportato essere non differente dal tasso di concepimento naturale: dal 2 al 4%

Lo sperma congelato sembra non avere una data di scadenza purché l’ambiente di conservazione sia ben mantenuto e stabile. I campioni possono essere conservati fino a quando un individuo decide di prelevare lo sperma per i trattamenti di riproduzione assistita o il donatore decide di terminare il suo contratto di conservazione. Nel 2005, l’American Society for Reproductive Medicine (ASRM) ha pubblicato un rapporto secondo cui diverse donne hanno avuto gravidanze e nascite normali da sperma immagazzinato per 28 anni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche