Candida e cistite: tutte le differenze per riconoscerle

Candida e cistite: come fare a riconoscerle? Vediamo tutti i diversi sintomi.

Tra i tipi d’infezione delle vie urinarie, la candida e cistite sono i malanni più diffusi tra le donne. Di facile trasmissione, sono anche le più fastidiose, ma fortunatamente la loro diagnosi è semplice nonostante vengano il più delle volte confuse: molte donne infatti, nonostante la candida e la cistite siano due tipi diversi di infezione con sintomi altrettanto differenti, non sanno quali sintomi associare a queste due affezioni.

È bene dunque distinguerle per poter intervenire in modo opportuno e mirato. Facciamo chiarimenti su come distinguere candida e cistite.

La candida

È dovuta al proliferare di un fungo presente nel nostro organismo che si trova di norma nella sua forma dormiente e dunque è, per lo più, inoffensivo. Tuttavia vi sono alcuni fattori che possono determinarne il passaggio dalla forma dormiente alla sua forma patogena ed innescare in tal modo un’infezione da candida.

Tra i fattori di passaggio vi sono sicuramente gli estrogeni, gli ormoni femminili: non a caso la malattia si presenta a partire dalla pubertà, prima della quale tali ormoni sono in bassa misura. Ci sono poi cause più banali: lo stress, un’igiene intima eccessiva, la biancheria sintetica o i jeans troppo stretti possono concorrere all’alterazione della naturale flora batterica della vagina, creando in tal modo l’ambiente adatto per la proliferazione della candida.

I sintomi più comuni possono essere: bruciore, arrossamento, prurito vaginale e/o vulvare spesso insopportabile; aumento delle secrezioni vaginali biancastre; difficoltà a urinare e dolore durante i rapporti sessuali. In ogni caso è una patologia che si risolve con cure semplicissime ed affatto impegnative: applicazioni interne a scelta tra compresse creme o capsule fanno migliorare i sintomi nel giro di qualche giorno.

In caso alternativo, l’olio di tea tree è uno dei rimedi naturali più efficaci nella cura delle infezioni.

Si potranno fare dei lavaggi quotidiani mescolando un cucchiaino di olio essenziale di tea tree puro in una tazza di acqua calda, usandola dopo aver lasciato raffreddare. Oppure si possono preparare delle lavande vaginali con due cucchiai di yogurt, da utilizzare direttamente sulla zona: i batteri contenuti nello yogurt contrastano in maniera naturale la proliferazione dei lieviti della candida.

La cistite

La cistite è invece una fastidiosa infiammazione della mucosa vescicale. Insorge talvolta senza sintomi o cause evidenti, altre volte invece è dovuta a pratiche anticoncezionali o a rapporti sessuali a rischio.

L’infiammazione è causata da batteri che popolano l’ultimo tratto dell’intestino; tali germi possono raggiungere la vescica dall’esterno, passando attraverso l’uretra, o dall’interno per propagazione da organi vicini, o ancora per via ematica. Clinicamente parlando, la cistite è caratterizzata dai seguenti sintomi: difficoltà nell’urinare (la minzione può essere lenta e poco copiosa), bruciore o dolore durante la minzione, talvolta accompagnato da brividi e freddo, urine torbide ed a volte maleodoranti.

Per quanto concerne il trattamento, nelle cistiti semplici appena insorte, spesso è sufficiente bere abbondantemente. In ogni caso un disinfettante urinario può essere utile se si utilizza al primo insorgere della sintomatologia. I trattamenti antidolorifici o antispastici possono alleviare il sintomo, ma sono inutili ai fini della cura. Va infine ricordato che la terapia antibiotica, quando occorre, va usata su consiglio del medico con le dosi ed i tempi appropriati: un uso improprio degli antibiotici favorisce le resistenze dei batteri che rendono poi difficile e problematica la risoluzione del problema.

Rimedi naturali potrebbero alternativamente essere i fiori di malva e di calendula, le quali hanno proprietà emollienti e disinfiammanti e possono apportare sollievo immediato ai fastidi della cistite. L’echinacea, oppure, aiuta a rinforzare le difese immunitarie dell’organismo, supportandolo sia in fase di guarigione sia in fase preventiva.

Come si vede non c’è molto di cui preoccuparsi, poiché rimedi, naturali o medici che siano, ce ne sono e sono anche efficaci.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Piaghe da decubito, medicazioni e terapie

Come rimpicciolire il naso: rimedi naturali efficaci

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.