La dieta di Lukaku: dagli eccessi d’oltremanica alla disciplina italiana

La super dieta di Romelu Lukaku, campione dell'Inter.

Capace di segnare la bellezza di 30 gol in 44 presenze, solo nel corso della stagione 2020/2021, Romelu Lukaku fa di un’alimentazione sana e bilanciata il proprio cavallo di battaglia. L’attaccante dell’Inter – sovrappeso ai tempi di Manchester – ha trovato in quel di Milano il suo equilibrio dietetico ideale.

La dieta di Lukaku: dagli eccessi d’oltremanica alla disciplina italiana.

La dieta di Romelu Lukaku

Le prestazioni dell’attaccante belga, da quando è approdato all’Inter nel corso dell’estate 2019/2020, sono migliorate nettamente. Alla base di tale cambio di passo, l’adozione di tutta una serie di nuove abitudini alimentarie, come dichiarato dallo stesso Romelu nel corso di un podcast diffuso dai canali ufficiali del club nerazzurro.

Da quando sono qui all’Inter abbiamo fatto un’analisi del mio corpo e molto è cambiato: mangio molta insalata, pesce, che ha un ottimo effetto su di me. Mi piace la carnitina, mi fa stare bene, e assumo vitamine. La mia dieta consiste in insalata per pranzo, molto petto di pollo, pasta shirataki. Non cambio molto il mio modo di mangiare, per come giochiamo dobbiamo avere un fisico molto forte, corriamo molto: da quando seguo questo stile di vita mi sento meglio sul campo da gioco, mi sento più reattivo e più veloce. Carboidrati? Amo le patate dolci e il riso nero, mentre non mangio molta pasta. Ogni paese ha il suo modo di alimentarsi: sono sempre stato un giocatore esplosivo, ma l’Italia mi ha portato a un altro livello. Non mi sono mai sentito così forte. Ho raggiunto un altro livello, fisico e mentale.

L’Italia, conosciuta in tutto il mondo per la ricchezza della propria cucina, non si è quindi smentita nemmeno questa volta. Lo stesso Romelu Lukaku – il quale, va detto, persino quando pesava più di 100 kg ha sempre segnato caterve di gol – ne ha beneficiato, raggiungendo una condizione fisica impeccabile.

Oltre a uno spogliatoio amichevole e a un società presente e salda, l’ex Manchester United ha trovato in quel di Milano le condizioni ideali per raggiungere il top della forma psicofisica.

Un fattore, quest’ultimo, estremamente rilevante, considerando anche la difficoltà con la quale i difensori di Serie A hanno cercato di limitarlo nel corso della passata stagione.

Gli spunti pre partita

Nelle ore che precedono un incontro, Romelu assume grandi quantità di carboidrati. Queste, nella fattispecie, le sue parole al riguardo:

Il giorno prima della partita posso “sgarrare” con i carboidrati. Reidratarsi è molto importante, così come dormire, soprattutto con il passare degli anni. Come recupero dopo le partite? Assumo carboidrati: la maggior parte delle volte mangio due pacchi di gnocchi, dipende da cosa ha preparato lo chef. Entrano in circolo velocemente, mi aiutano molto. Bevo e mangio già allo stadio, nella nostra sala da pranzo, o mi porto il cibo a casa, poi recupero con tanto ghiaccio. Non dormo molto dopo le partite. Consigli ai giovani? Direi di seguire una dieta corretta, di scoprire e di fare domande su cosa possa farti del bene.

Leggi anche:

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Olio di macadamia, un toccasana per pelle e capelli

Olio di calendula per una pelle tonica, elastica e priva di rughe

Leggi anche
Contents.media