Dieta vegana: che cos’è e menù settimanale

La dieta vegana oggigiorno è molto diffusa. Ma di cosa si tratta nello specifico? Cosa si mangia?

Negli ultimi anni sempre più persone decidono di passare ad un regime alimentare vegano. Ma cosa prevede esattamente la dieta vegana e quali sono i cibi ammessi e quelli da evitare? In seguito cercheremo di capire come funziona nello specifico questo tipo di alimentazione e qual è un menù settimanale tipico.

Dieta Vegana: cos’è?

Iniziare una dieta vegana significa eliminare dalla propria alimentazione tutti gli alimenti di origine animale. L’idea alla base di tale regime è quella di porre fine allo sfruttamento degli animali e orientarsi invece verso cibi di origine esclusivamente vegetale.

L’aspetto etico è quindi posto alla base di tale filosofia. La sensibilità per gli animali infatti non si limita solo alla questione alimentare ma si espande a qualsiasi forma di comportamento che danneggi la salute di un animale.

Dal punto di vista dei benefici che può apportare la dieta vegana, sono molti gli studi scientifici che dimostrano i vantaggi in termini di salute che si possono ricevere seguendo tale dieta. Ovviamente un presupposto affinché questa funzioni è che deve essere pianificata nel migliore dei modi possibili, possibilmente accompagnati da esperti.

Tra i benefici che offre la dieta c’è quello di essere un ottimo strumento di prevenzione per alcuni tipi di patologie come ad esempio il diabete di tipo 2, alcune forme tumorali o problemi di tipo cardiovascolari.

Inoltre può aiutare a prevenire l’osteoporosi e donare maggiore energia.

Esempio di menù settimanale di una dieta vegana

Vediamo quali sono gli alimenti tipici di un menù settimanale di una dieta vegana.

Lunedì – Il primo giorno della settimana si può aprire con una crostata vegan per colazione accompagnata da del latte di riso e un po’ di frutta. Come spuntino a metà mattinata può andare bene un mandarino mentre a pranzo un panino al germe di grano con pasta al pesto vegan.

Per la merenda pomeridiana invece può andare bene un yogurt di soia e un pugno di mandorle mentre per la sera una cena a base di vellutata di piselli speziata e spiedini di seitan con salsa verde.

Martedì – Per la colazione del martedì vanno bene un muffin vegan, uva e latte di riso seguito da uno spuntino con una pera e un paio di noci. Dopodiché a pranzo un insalata mista con broccoli e zucchine e cannoli vegan. Dopo una merenda con biscotti vegano si passa ad una cena sformato di spinaci e pane al miglio.

Mercoledì – A colazione una ciambella con un po’ di frutta mentre come spuntini a metà mattinata può andare bene una fetta di pane integrale con marmellata. A pranzo riso integrale con pane ai fagiolini e nello spuntino pomeridiano una pera con un paio di nocciole. A concludere con la cena un burger vegan con ceci e spinaci e crema di zucca e tofu.

Giovedì – Per la colazione del giovedì vanno bene mandorle e latte di riso con un fico. A metà mattina una pera con un paio di noci e a pranzo un insalata capricciosa vegana e del grano saraceno piccante. Per merenda due madeleine a limone e per cena tabulé di soia con focaccia allo zafferano e quiche ai funghi.

Venerdì – A colazione un plumcake vegan ai mirtilli e un po’ d’uva mentre per spuntino va bene un mandarino. A pranzo una frittata vegan con spaghetti di zucchine e ragù di seitan. Per merenda una spremuta di arancia con un po’ di frutta e per cena una zuppa di lenticchie con panino al germe di grano.

Sabato – Per la colazione del sabato vanno bene un pugno di mandorle con latte di soia fortificato mentre a metà mattina del pane integrale con marmellata. A pranzo un’insalata di fagioli con riso integrale alle alghe e verdure mentre per merenda dei biscotti vegani. Per cena una pizza trevisani e tofu.

Domenica – Per concludere, la colazione domenicale può prevedere dei biscotti di grano saraceno con latte di riso e uno spuntino con yogurt vegano. A pranzo uno sformato di miglio e zucca vegan con burger di Carote e arachidi. Per cena invece vanno bene dei bocconcini alla soia nera e una vellutata di ceci e pere.

Il miglior integratore da abbinare

Alla dieta vegana, per mantenere e ottimizzare tutti i risultati si consiglia di associare un buon integratore che permette di ottenere ancora più benefici. Piperina & Curcuma Plus è considerato il miglior al momento in quanto ha le seguenti proprietà:

  • Stimolazione dei succhi gastrici e del metabolismo
  • Brucia le calorie in eccesso
  • Depurazione del fegato, intestino e reni e aiuta a mantenere la forma a lungo
  • Riduce la massa grassa
  • Attenua il senso di fame permettendo di non arrivare troppo affamati ai pasti principali della giornata.

Per chi fosse interessato a saperne di più può cliccare qui o sulla seguente immagine.

-

Un integratore che possono assumere tutti e notificato dal Ministero della Salute. Si consiglia di assumerne due pastiglie prima dei pasti principali con unn bicchiere d’acqua in modo da attaccare immediatamente i cumuli adiposi e impedire che si depositino. Non ha controindicazioni o effetti collaterali in quanto si compone dei seguenti ingredienti naturali:

  • Piperina: presente nel pepe nero da cucina, a cui dona il tradizionale gusto piccante, stimola il metabolismo e l’azione dei succhi gastrici, consentendo di bruciare le calorie in maniera più veloce ed efficace;
  • Curcuma: conosciuto come lo Zafferano delle Indie, per il suo colore giallo e per essere una spezia molto usata nella cucina orientale, presenta proprietà disintossicanti e detox, dal momento che depura l’organismo eliminando le scorie e le tossine in eccesso, permettendo di dimagrire ancor più rapidamente;
  • Silicio Colloidale: è un ingrediente poco noto, ma che protegge i tendini, la pelle e le ossa; all’interno dell’integratore, possiede l’importante funzione di aumentare le prestazioni della piperina e della curcuma, migliorando l’efficacia del prodotto.

Essendo un prodotto originale ed esclusivo, non è disponibile nei negozi fisici o siti di e-commerce online. L’unico modo per acquistarlo è tramite il sito ufficiale del prodotto, compilare il modulo con i propri dati che sono trattati nel rispetto della privacy e attendere la chiamata dell’operatore per la conferma dell’ordine. Il prodotto è in promozione stagionale al costo di 49 Euro per 4 confezioni invece di 196 € con spedizione gratuita. Il pagamento si effettua sia con carta di credito o Paypal, ma anche in contrassegno, ossia in contanti al corriere al momento della consegna.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Calcolo massa grassa: qual è la percentuale migliore

Ritardo mestruale: sintomi e possibili cause

Leggi anche
Contents.media