Digestione: le 7 migliori spezie

Per aiutare la corretta digestione può essere utile fare ricorso all'utilizzo di alcune spezie: quali sono e che benefici hanno sul nostro corpo.

Un cattiva digestione può farci sentire gonfi, spossati e di cattivo umore. Diversi sono i medicinali da assumere per eliminare la sensazione di gonfiore ma è possibile migliorare il delicato processo della digestione anche attraverso l’utilizzo di particolari spezie.

Digestione: le migliori 7 spezie

Le spezie sono sostanze aromatiche di origine vegetale utilizzate soprattutto in cucina, farmacia e medicina. Utilizzando le spezie in cucina è possibile dare ai propri piatti sapori più raffinati o più etnici. Inoltre rappresentano un modo naturale per sostituire il sale o condimenti nei propri piatti e perché no, possono anche migliorare la nostra salute generale. Le spezie infatti possiedono diverse proprietà che possono migliorare, in qualche modo, problemi fisici, emotivi e mentali.

Abbiamo spezie anti infiammatorie, spezie indicate per eliminare il gonfiore, spezie energizzanti o rilassanti. In particolare, utilizzando alcune spezie, che hanno specifiche proprietà, è possibile favorire anche la digestione. Le spezie in questione andranno a rilassare le pareti intestinali, eliminando la sensazione di gonfiore e facilitando la digestione stessa. Vediamo nel dettaglio quali erbe aromatiche è possibile utilizzare per migliorare la digestione.

L’elenco

1. Semi di finocchio:Il finocchio è famoso per le sue proprietà depurative.

Infusi o tisane a base di semi di finocchio sono molto indicate per eliminare la sensazione di gonfiore, per depurare il proprio corpo ed anche per calmare i dolori mestruali. Utile anche contro il meteorismo e appunto, per migliorare la digestione. Si abbina bene sia con carne che con alcune verdure dal sapore molto deciso.

2. Pepe nero. Il pepe nero è una delle tre spezie che compongono il Trikatu (insieme a zafferano e pepe lungo) ed è molto utilizzato per favorire la digestione e stimolare il metabolismo.

La piperina contenuta al suo interno rende il pepe nero ottimo per facilitare la digestione e l’assorbimento dei nutrienti in quanto, grazie alle sue proprietà, stimola la formazione di succhi gastrici. È una spezia universale dato che si abbina ad ogni sapore. Perfetta per brodi, risotti, pasta ma anche per insaporire carne, pesce e verdure.

3. Menta. La menta riesce a rilassare le pareti intestinali per favorire la digestione. Ha un forte effetto astringente, purificante e rinfrescante.
Si può utilizzare per insaporire bevande, per dare gusto a piatti a base di pesce bianco, verdure come zucchine ma anche patate e zuppe. È molto utilizzata anche per dare un gusto rinfrescante a macedonie di frutta, gelati e salse di accompagnamento.


4. Cumino. Anche il cumino ha forti proprietà che migliorano la digestione, elimina la sensazione di gonfiore ed è utile anche per calmare coliche addominali. Si può utilizzare in svariati modi in cucina, nelle zuppe, stufati, salse o risotti. Utilizzata anche per marinature, come accompagnamento a pesce, verdure o carne, sia bianca che rossa.

5. Zenzero. Lo zenzero è stato classificato come uno stimolante e carminativo, e usato frequentemente per dispepsia e coliche. Favorisce la digestione e riequilibra la flora intestinale. Utile anche per abbassare il livello di colesterolo, per il trattamento di cardiopatie e come anti infiammatorio. a un sapore molto forte, molto gustose sono le tisane a base di zenzero e limone. Si può utilizzare anche in cucina per insaporire piatti a base di molluschi, pesce bianco e verdure.

6. Aglio. L’aglio è molto comune nella tradizione della cucina italiana ma non tutti sanno che ha proprietà antiossidanti e antibatteriche. Migliora la flora batterica intestinale e favorire le secrezioni gastriche. Inoltre aumenta l’assimilazione dei principi nutritivi degli alimenti
facilitando l’assorbimento di proteine, carboidrati, vitamine e minerali.

7. Basilico. Come l’aglio, anche il basilico è una delle erbe aromatiche più utilizzate nella cucina italiana. Oltre che dare un profumo e un sapore marcato alle pietanze, favorisce la digestione, ha un’azione sedativa, antispastica delle vie digerenti, stomachica e diuretica, antimicrobica, antinfiammatoria.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Grasso addominale: quali sono i cibi da evitare

Naso aquilino: come rimpicciolirlo con rimedi naturali

Leggi anche
  • intolleranza lattosioIntolleranza al lattosio: i cibi assolutamente da evitare

    Molte persone soffrono di intolleranza al lattosio. Ecco tutto quello che devi assolutamente sapere, e i cibi che devi evitare.

  • parmigiano reggianoParmigiano Reggiano: gli abbinamenti migliori per ogni stagionatura

    Il parmigiano reggiano è uno degli ingredienti più amati della cucina italiana, vediamo alcuni nuovi abbinamenti da usare durare i pasti.

  • Dieta delle Zone Blu: cos'è, quando farla e controindicazioniDieta delle Zone Blu: cos’è, quando farla e controindicazioni

    La dieta delle Zone blu, delle diverse regioni del mondo record della longevità, è una delle diete più seguite. Ecco di cosa si tratta e quando seguirla.

  • Quali sono le controindicazioni delle bacche di Maqui?Quali sono le controindicazioni delle bacche di Maqui?

    Le bacche di Maqui, tipiche della Patagonia, hanno anche degli effetti collaterali. Ecco di cosa si tratta.

Contentsads.com