Notizie.it logo

Ernia iatale: sintomi, dolore, alimentazione corretta

stomaco

Parliamo di ernia iatale. Che cos’è? Quali sono i suoi sintomi? Provoca dolore oppure no? Conosciamo meglio questa malattia. Cerchiamo, inoltre, di scoprire cos’è possibile mangiare nel caso in cui se ne soffra.

Che cos’è l’ernia iatale

Partiamo dal definire l’ernia iatale. Che cos’è? E’ una malattia che colpisce lo stomaco e che lo va a spostare leggermente verso l’alto. Questa passa attraverso un foro che viene definito come iato esofageo e, alla fine, arriva direttamente nel torace. Diciamo che questa malattia spesso non manifesta dei sintomi o, comunque, a volte sono molto leggeri. Per questo motivo, viene spesso scambiata con malattie di diverso genere, come, ad esempio, influenza gastro-intestinale.

Ci sono diversi tipi di ernia iatale. Quella più classica, che è anche la meno preoccupante, è quella da scivolamento, che generalmente è asintomatica. Esiste poi quella paraesofagea, in cui si crea reflusso gastroesofageo e accumulo di aria nello stomaco. Esiste, poi, quella di tipo misto, che possiamo considerare un ibrido tra le due precedentemente descritte.

Cause e sintomi dell’ernia iatale

Quali sono le cause ed i sintomi dell’ernia iatale? Partendo dalle cause, queste possono essere riconducibili all’età.

Molto spesso, infatti, queste compaiono in età anziana. Solo un italiano su dieci, in ogni caso, si stima soffra di questa malattia. Altre cause possono essere le cattive abitudini, come il fumo, l’abuso di alcool, l’avere un’alimentazione scorretta con bassa introduzione di fibre. Anche la stitichezza, il sovrappeso e l’obesità possono causare ernia iatale, nonché le conformazioni fisiche del tratto gastrico e i sollevamenti di pesi smodati. A completare il quadro, infine, consideriamo fattori ereditari e posture sbagliate, che possono favorire l’incidenza della malattia. Anche la gravidanza può creare momentaneamente l’insorgenza di ernia iatale.

Per ciò che riguarda i sintomi, abbiamo visto come spesso tale malattia sia asintomatica o presentare sintomi veramente lievi. Tra i sintomi più comuni dobbiamo considerare una distensione della parte superiore dell’addome. Questo è il sintomo più classico ed evidente, a cui si possono associare una grande aerofagia, lenta digestione, sensazione di amaro in bocca, rigurgito acido in bocca, salivazione abbondante, alcuni dolori nella regione toracica.

Cosa mangiare: alimentazione corretta

Una dieta sregolata, con mancanza di fibre, può essere causa dell’ernia iatale.

Vediamo cosa mangiare in caso di presenta di tale malattia. Un’alimentazione corretta, infatti, può senza dubbio migliorare la situazione e, spesso, è possibile anche eliminare il disturbo senza farmaci e, soprattutto, senza operazione.

E’ importante, quindi, avere un’alimentazione ricca di fibre, introdotte giornalmente attraverso il cibo. Queste sono fondamentali per lo stomaco, ma anche per l’intestino. Molto spesso, infatti, l’ernia iatale è causata dalla stipsi, che provoca lo spostamento verso l’alto dello stomaco. Quindi, per contrastarla, le fibre sono fondamentali, assieme al fatto di bere molta acqua. Importante è anche introdurre alimenti come le prugne, le carote, i carciofi, le mele, i kiwi e tutti i tipi di vegetali, che sono naturalmente ricchi di acqua e di fibre. Dobbiamo, inoltre, introdurre attraverso il cibo anche molti cereali integrali e i legumi. Da evitare, tutti i cibi che possono creare infiammazione, come il cioccolato, il peperoncino, il pepe, il tè e il caffè, le bevande a base di cola, frutta molto acida, cibi grassi, bibite gassate.

Consigliati, invece, i cibi come lo yogurt, il miso, i prodotti lievitati naturalmente come ad esempio il lievito madre, anziché quello di birra; bene anche il tarassaco, l’avena e la frutta secca. Dobbiamo, inoltre, ricordarci di masticare non in fretta e di consumare il nostro pasto con molta calma, per evitare di introdurre aria nel nostro stomaco che può portare all’aggravarsi del problema.

Cerchiamo, infine, di non praticare troppa attività sportiva, in caso di ernia iatale.

Purtroppo non esistono veri e propri farmaci che permettono la scomparsa del problema legato all’ernia iatale. Soltanto con accorgimenti di tipo alimentare si potrà trarre una condizione di beneficio, alleviando quelli che sono i sintomi, anche se non si andrà a risolvere definitivamente il problema.

I problemi gastrici legati all’ernia iatale possono portare a bruciori di stomaco, in questo si può utilizzare, in questi casi si può ricorrere agli antiacidi e inibitori della pompa protonica.

Solo in casi particolarmente gravi, invece, si procede all’operazione, l’unico modo per risolvere definitivamente il problema.

Questa la si fa, però, solo se l’ernia diventa molto grande oppure se sopraggiungono problematiche come l’ernia strozzata.

Questo è tutto ciò che dobbiamo sapere circa la malattia chiamata ernia iatale, un disturbo non particolarmente grave ma che può essere molto fastidioso.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Reflex Diet Protein 2 kg
57.99 €
Compra ora
Prozis CoreHR - Smartband con cardiofrequenzimetro
24.99 €
Compra ora
Salvatore Ferragamo Emozione Dolce Fiore - Tester (No Cap)
39.9 €
Compra ora
Diadora Cyclette Cleo Rigenerata
89.95 €
189 € -52 %
Compra ora