Fascite plantare: rimedi, cause, cure e sintomi

Cos'è la fascite plantare, quali sono i sintomi e i rimedi naturali per curarla.

La fascite plantare è uno dei più comuni disturbi ortopedici e riguarda la parte inferiore del tallone. La fascia plantare è un legamento spesso a forma di ragnatela che connette il tallone con il davanti del piede. Funziona come un ammortizzatore e sostiene l’arco planatare, aiutando nella camminata.

Lungo tutta la giornata, questo legamento soffre per molti sforzi, arrivando così ad infiammarsi, causando di conseguenza dolore e rigidità. Andiamo a scoprire quali sono le cause, i sintomi e i rimedi per affrontare questa infiammazione.

Fascite plantare: cause

Gli individui più a rischio di fascite plantare hanno tra i 40 e i 70 anni, senza distinzione di sesso, anche se è leggermente più comune tra le donne, in particolare quelle che si trovano in gravidanza inoltrata.

Inoltre, la probabilità di soffrirne è più alta nelle persone obese o in forte sovrappeso. Questo si deve all’aumento della pressione sui legamenti della fascia plantare, specialmente dopo un improvviso aumento di peso. Allo stesso modo, se vi allenate per le maratone o se il vostro lavoro si porta a stare spesso in piedi, potreste accusare questa infiammazione, così come se avete dei problemi strutturali del piede. Inoltre, bisogna smentire la vecchia credenza secondo cui sarebbe il risultato delle protuberanze del tallone.

Sintomi

Il sintomo più comune è sicuramente il dolore nella parte inferiore del tallone o a volte nella parte centrale della pianta del piede. Normalmente è riscontrato solamente ad un piede, ma possono infiammarsi contemporaneamente le due fasce. Il dolore cresce gradualmente e può essere lieve o intenso. Di solito lo si avverte maggiormente di mattina appena si fa qualche passo dopo essersi alzati dal letto, oppure dopo essere stati sdraiati o seduti per molto tempo.

Inoltre, la rigidità del tallone può rendere difficoltoso salire o scendere le scale. Dopo un’attività prolunga, il dolore può aumentare a cause dell’infiammazione o dell’irritazione del legamento. Di norma questo accade non tanto durante l’esercizio ma quando ci si ferma.


Cure e rimedi

Il primo passo per curare la fascite plantare prevede l’assunzione di antinfiammatori, associati al riposo e all’uso di ghiaccio e tutori. Se tutto ciò non porta a nessun risultato, allora è probabile che il vostro medico deciderà di passare ad un’iniezione a base di cortisone direttamente nella sezione danneggiata del legamento.

Un’altra parte importante della cura di questa infiammazione la gioca la fisioterapia, con movimenti che aiutano ad allungare la fascia plantare e i tendini di Achille. Se il problema ancora non si sarà risolto, il dottore potrebbe raccomandarvi una terapia ad onde d’urto extracorporee, dove le onde che colpiscono la zona danneggiata stimolano la guarigione. Ad ogni modo, un’altra strada più invasiva è sicuramente la chirurgia, che però viene intrapresa solamente se il problema persiste per oltre 6 mesi.

Per riuscire ad evitare questa dolorosa infiammazione, è necessario apportare qualche cambiamento al proprio stile di vita. Innanzitutto, è fondamentale indossare delle calzature che assicurano un buon supporto plantare al piede, avendo inoltre l’accortezza di sostuire regolarmente le proprie scarpe sportive. Se siete dei runners, il limite d’utilizzo è di circa 650-800 kilometri. Per quanto riguarda l’esercizio fisico, è meglio inserire movimenti a basso impatto, come il nuoto o il ciclismo. Se proprio amate la corsa, ricordatevi di stirare sempre polpacci, tendini di Achille e la fascia plantare prima di iniziare la vostra sessione di allenamento. Infine, cercate di mantenere un peso salutare.

Il miglior rimedio per la fascite plantare

Sul mercato esistono alcuni rimedi naturali che consentono di combattere e prevenire i sintomi della della fascite plantare e i suoi dolori. Tra questi, il migliore, a detta di esperti e consumatori che l’hanno provato e testato, è Foot Relax. Si tratta di un plantare che consente, da un lato, di alleviare il dolore provocato dalla tallonite e, dall’altro, di correggere la postura del piede, così da non sovraccaricare ed aumentare le infiammazioni.

Realizzato da personale competente in laboratorio, si rivela utile per ridurre ed eliminare i dolori causati dalla fascite plantare o dalla tallonite e, per questo, è raccomandato dagli esperti e dai consumatori che ne hanno sperimentato le proprietà benefiche, dal momento che presenta molteplici benefici:

  • Alleviano il dolore derivante dalle infiammazioni.
  • Tramite un gel in silicone, distribuiscono sul piede il peso corporeo in modo omogeneo, in modo da non aumentare le infiammazioni.
  • Correggono la postura del piede, riallineandolo.
  • Sostengono il peso del piede, aiutando a riassorbire le infiammazioni al tallone.
  • Sono adatti a diverse misure del piede, sia per uomo, con misure dal 40 al 45, sia per donna, con misure dal 35 al 40.
  • Il materiale robusto è, allo stesso tempo, traspirante e leggero, così da scongiurare il rischio di cattivi odori.

Per chi volesse approfondire, sono disponibili ulteriori informazioni cliccando qui o sulla seguente immagine.

-
Foot Relax è un prodotto esclusivo. Per questa ragione, non si può acquistare in farmacia o al supermercato e nemmeno presso siti di e-commerce online. L’unico modo per acquistarlo è quello di collegarsi al sito internet ufficiale della casa di produzione. Cliccando su Ordina Ora avrete modo di finalizzare l’acquisto, compilando un modulo online con i dati personali richiesti, che saranno trattati nel rispetto della privacy. Infine, sarà necessario attendere la chiamata dell’operatore per la conferma dell’ordine. Al momento, è attiva una promozione stagionale, che consente di acquistare il prodotto al costo di 49,50 € al posto di 89 €. Esiste la possibilità di pagare in diversi modi: in contrassegno, con la carta di credito oppure con il Paypal. Il contrassegno, in particolare, consente di pagare in contanti al corriere, al momento della consegna del prodotto.

Scrivi un commento

1000

Denti del giudizio: quando crescono?

Crampi muscolari: cause e come agire con integratori naturali

Leggi anche
  • pappa reale: proprietà, benefici, controindicazioniCos’è la pappa reale e perché è utile includerla nella tua dieta

    Un alimento sempre più utilizzato per mantenersi attivi e in forma è la pappa reale: possiede numerose caratteristiche uniche.

  • Cibi in gravidanza: cosa è bene evitare?Gravidanza: quali sono i cibi da evitare?

    Quali sono i cibi da evitare in gravidanza per non rischiare di compromettere il benessere del feto? Vediamo insieme cosa va escluso dalla dieta.

  • antibiotici naturali: quali sono e come prepararliAntibiotici naturali: quali scegliere e perché?

    Prevenire è meglio che curare, ecco una pratica lista dei migliori antibiotici naturali che puoi trovare al supermercato o in erboristeria.

  • Singhiozzo: come farlo passare con rimedi naturaliSinghiozzo: i migliori rimedi naturali

    Singhiozzare è davvero fastidioso, soprattutto perché spesso si fatica a smettere. Ecco come vincere il singhiozzo con i rimedi naturali.

  • 
    Loading...
  • frattura al polso: come si riconosce e si curaFrattura del polso: come riconoscerla e cosa fare

    È molto facile fratturarsi un osso del polso: non solo l’età, ma anche le cadute contribuiscono ad aumentare questo rischio.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.