Notizie.it logo

Figli di genitori no-vax si ribellano, vogliono il vaccino

vaccino

Un minorenne può procurarsi un vaccino senza il consenso dei genitori? Le leggi variano a seconda degli stati, ma alcuni adolescenti ci provano.

Un minorenne può procurarsi un vaccino senza il consenso dei genitori? Le leggi variano a seconda degli stati, ma alcuni adolescenti ci stanno comunque provando.

È il caso di Ethan Lindenberger, un diciottenne non vaccinato che ha chiesto su Reddit consigli per ottenere i vaccini, ricevendo più di 1200 risposte. Ethan è solo uno dei tanti ragazzi che hanno deciso di ribellarsi alla filosofia no-vax imposta dalla propria famiglia. Si tratta di un cambio di rotta tanto atteso dagli esperti, che vedono nel rifiuto di sottoporsi a vaccinazioni la principale causa della ricomparsa di malattie quasi debellate.

Perché i genitori non vaccinano i figli

Pur avendo alcuni effetti collaterali – come qualsiasi altro farmaco – i vaccini sono estremamente sicuri. Ed è certamente più sicuro vaccinarsi che contrarre il virus senza alcuna protezione. Allora, perché i genitori scelgono di non vaccinare i propri figli?

Il movimento no-vax si fonda essenzialmente su uno studio pubblicato nel 1998 da Andrew Wakefield – ormai screditato – che collega i vaccini contro morbillo, parotite e rosolia all’autismo.

In seguito si è scoperto che Wakefield aveva falsificato i suoi dati ed è stato radiato dall’ordine dei medici. Da quello studio, però, sono scaturite svariate teorie – spesso legate alle cospirazioni più disparate – che grazie a Internet ottengono maggiore visibilità e possono quindi influenzare moltissime persone.

Un altro fattore che può spiegare l’avversione ai vaccini è nientedimeno che la natura umana. Secondo gli esperti, infatti, le persone tendono a perdere di vista l’importanza del vaccino quando non ne vedono l’effettiva efficacia. Basti pensare agli anni ’50, quando venne rilasciato il vaccino antipolio. In quel periodo, tutti conoscevano qualcuno che aveva la polio ed erano terrorizzati dalla malattia, quindi raramente si rifiutava la vaccinazione.

Vaccino: figli sfidano i genitori

Com’è accaduto tempo fa, quindi, le nuove epidemie potrebbero aver spinto i giovani a prendere in mano la propria salute – anche andando contro i propri genitori.

Ad ogni modo, ottenere i vaccini senza il consenso dei genitori non è facile.

Rivolgendosi a un medico è possibile ottenere le vaccinazioni per le malattie sessualmente trasmissibili – che includono HPV, ma anche epatite. Sono queste le malattie che colpiscono con maggiore probabilità gli adolescenti, quindi proteggersi da questi virus è essenziale – più di quanto lo sia vaccinarsi per la pertosse attualmente.

Il calo di persone vaccinate resta comunque un fattore preoccupante. Senza l’immunità di gruppo – per cui una percentuale sufficiente di popolazione è vaccinata in modo tale da proteggere l’intero gruppo – alcuni segmenti a rischio diventano vulnerabili, come i bambini troppo piccoli per ricevere i vaccini. Il fatto che questo spesso non sia chiaro, favorisce la diffusione di movimenti no-vax.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche