Frutta essiccata: ricette e benefici

La frutta essiccata ha le stesse proprietà e benfici della frutta fresca ed è un ottimo e pratico snack.

La frutta essiccata è un’ottima alternativa alla frutta fresca. Quando non possiamo consumare i frutti di stagione freschi, la frutta essiccata è un ottimo modo per mantenere le proprietà e i benefici della frutta fresca. Un frutto essiccato, infatti, ha la stessa composizione di nutrienti e principi attivi del frutto fresco, ma è stato disidratato, eliminando l’acqua.

Ecco tutti i benefici della frutta essiccata:

La frutta disidratata ha quasi gli stessi vantaggi della frutta fresca, anche se i principi nutritivi sono molto più concentrati proprio perché manca l’acqua. La frutta è costituita in media dall’80 al 95% d’acqua. Per questo, oltre a pesare meno, la quantità di calorie e sostanze nutrizionali presenti nella frutta disidratata sarà molto più concentrata. Bisogna quindi ridurre notevolmente le quantità di frutta essiccata rispetto alla frutta fresca.

La frutta disidratata è facile da conservare, e mantiene le sue proprietà per molto più tempo rispetto alla frutta fresca. Inoltre la frutta fresca, piena d’acqua, occupa più spazio e si deteriora molto più velocemente rispetto alla frutta disidratata.

Proprietà e valori nutrizionali

La frutta essiccata ottimale non contiene zuccheri aggiunti o altre sostanze che alterano il loro valore nutrizionale. In genere la frutta disidratata ha 359 calorie per ogni 100 grammi di prodotto.

Non contiene grassi e ha un basso contenuto di sodio. Inoltre, la frutta disidratata è particolarmente ricca di fibre e potassio e ha un alto contenuto di antiossidanti.

Proprietà antinfiammatorie e antiossidanti

La frutta essiccata, grazie all’alto contenuto di sostanze antiossidanti, principalmente polifenoli, vitamine e minerali, ha importanti proprietà antinfiammatorie. Previene alcune malattie degenerative, grazie al suo alto contenuto di vitamine E, C e antiossidanti. La frutta disidratata è in grado di migliorare la digestione, evitando l’accumulo di tossine o elementi nocivi per il nostro organismo.

È ricca di grassi buoni, come omega 3 e omega 6, ed è molto amata dagli sportivi perché fornisce energia e un miglior rendimento fisico.

Previene le malattie cardiache

Il consumo regolare di frutta disidratata previene il rischio di malattie cardiache. Questo grazie all’attività antiossidante e all’effetto cardioprotettivo di alcuni minerali e vitamine dei frutti. L’alto contenuto di potassio aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiache regolando il livello della pressione sanguigna. Inoltre la frutta disidratata non contiene sodio ed è ricca di micronutrienti che riducono l’ipertensione arteriosa.

Ricca di fibre

La frutta essiccata è un’ottima fonte di fibre, e aiuta a migliorare il transito intestinale. Inoltre, contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo, favorendo la microflora del colon e riducendo il glucosio e l’insulina. La frutta disidratata ha anche un alto potere nutriente e saziante, per questo aiuta a ridurre l’appetito e favorire la perdita di peso.

Rafforza le ossa

La frutta essiccata aiuta a combattere le complicazioni derivanti dall’osteoporosi. Questo grazie alla presenza di calcio, magnesio, zinco, boro e vitamina K. La frutta disidratata, inoltre, è una fonte naturale di potassio e di vitamine del gruppo B, ideali per le nostre ossa.

Come preparare la frutta essiccata a casa

Per preparare la frutta essiccata a casa, basta usare un essiccatore casalingo, oppure prepararla usando un classico forno. Per fare questo, bisognerà sistemare le fette di frutta su una placca da forno e regolare la temperatura a 50°C, facendo attenzione a non cuocere la frutta, bensì a disidratarla. I frutti ideali per questa preparazione sono le banane, l’ananas, prugne, albicocche, pere e mele. Avrete così un gustoso snack da consumare durante gli attacchi di fame pomeridiani!

Scritto da Renata Tanda
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pancia piatta via con gli esercizi aerobici

Tiroide: quando è necessario toglierla e perché?

Leggi anche
  • dieta disintossicante tre giorniDieta disintossicante dei tre giorni: benefici e menù

    La dieta disintossicante dei tre giorni si basa soprattutto su vegetali ricchi di fibre e antiossidanti come pomodori, fagiolini, kiwi e uva

  • farine alternative celiaciFarine alternative per celiaci: le opzioni tra cui scegliere

    Tra le farine alternative per celiaci vi sono la farina di ceci, la farina di miglio, la farina di grano saraceno e la farina di mais

  • dieta disintossicanteDieta disintossicante: lo schema per eliminare le tossine

    La dieta disintossicante si compone di nutrienti come vitamine, fibre e sali minerali, che favoriscono il benessere e la salute generale.

  • vitamina cVitamina C: le dosi consigliate

    Le dosi di vitamina C necessarie per restare in salute cambiano a seconda del sesso e dell’età: scopriamo insieme quali sono.

Contents.media