Nanoanticorpi dei lama: la nuova terapia svedese contro il covid-19

Nuova terapia svedese contro il coronavirus: ecco i benefici reali dei nanoanticorpi dei lama.

I ricercatori svedesi hanno scoperto una nuova terapia contro il Covid-19: si tratta di nanoanticorpi, prelevati da lama e alpaca, che bloccano il virus. Secondo gli studi dell’Istituto Karoliska, insieme a quelli dell’università di Bonn e dello Scripps Research Institute della California, questi anticorpi si legherebbero a due punti diversi della proteina Spike (del Coronavirus), impedendole di attaccarsi alle cellule umane.

Nanoanticorpi: la nuova terapia contro il covid-19

Il ricercatore Matt Hallberg afferma che questa combinazione, tra nanoanticorpi e la proteina Spike, si attacca meglio rispetto ai singoli anticorpi. Inoltre, risulta più efficace a bloccare il virus.

A quanto pare i nano anticorpi funzionano meglio, perché sono di piccole dimensioni e sono in grado di attaccarsi al virus in più punti, a differenza degli anticorpi normali. Inoltre, sono più facili da produrre su larga scala, a parità di costi e benefici.

Questa nuova cura sembra funzionare anche sulle varianti del Coronavirus. Hallberg aggiunge che, il rischio che il virus diventi resistente a questa terapia è davvero ridotto.

Sia i lama che gli alpaca sono stati vaccinati con la proteina Spike del Covid, per dare origine ai nanoanticorpi che producono naturalmente. Tra questi, i ricercatori hanno selezionato quelli che attaccavano meglio e almeno quattro che fossero particolarmente resistenti.

Più avanti sarà possibile utilizzarli in una terapia farmacologica per completare il vaccino, probabilmente per chi è già stato positivo al Covid, come prevenzione per chi non può essere vaccinato ,oppure è immunodepresso.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Saltare i pasti: quali sono le conseguenze e cosa si rischia?

Come allontanare stress e preoccupazioni

Leggi anche
Contents.media