La nevralgia del trigemino: cos’è, sintomi e tipologie

La nevralgia del trigemino si manifesta con dolori lancinanti su alcune zone del viso.

La manifestazione di un dolore acuto in diverse zone del viso potrebbe essere la conseguenza della presenza della nevralgia del trigemino. Solitamente colpisce principalmente gli anziani, di sesso femminile, ma potrebbe anche insorgere in casi clinici più giovani.

Cos’è la nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino è una patologia dovuta ad un funzionamento anomalo del quinto nervo cranico, appunto denominato nervo trigemino, che raffigura la terminazione nervosa maggiormente estesa all’interno del cranio.

La sua composizione è strutturata da una coppia di nervi che rivestono ciascun lato del viso, quindi simmetricamente sia la parte destra che la parte sinistra. Risulta importante sottolineare come anche la sua funzione sia duplice: controllare i muscoli coinvolti nella masticazione e inviare al cervello le informazioni elaborate dal viso. Solitamente questa disfunzione giunge qualora un’arteria circondante il nervo, si posiziona in maniera sfavorevole comprimendo il trigemino nel punto in cui fuoriesce dal tronco celebrale.

Il nervo è rivestito da un tessuto protettivo che a causa delle compressioni ripetute nel tempo, si erode incidendo negativamente sul trasporto degli impulsi nervosi. In casi più rari, la spiegazione della nevralgia del trigemino può essere riconducibile alla presenza di un tumore o di cisti presenti nella zona. Invece, nei pazienti più o meno giovani, può derivare da un danno celebrale a livello dei nervi conseguente alla presenza di sclerosi multipla nel soggetto.

Sintomi e diagnosi

In generale la nevralgia del trigemino colpisce solo un lato del viso con un dolore che dura dai pochi secondi fino a giungere anche i 2 minuti in alcuni individui. La sua comparsa può ripetersi fino alle 100 volte al giorno anche in successioni rapide, divenendo una situazione estenuante per il soggetto. Il sintomo più comune è rappresentato dalla comparsa improvvisa di un dolore acuto, simile a delle fitte o a delle scosse elettriche, in alcune zone del volto che variano a seconda del paziente, anche se comunemente si manifestano principalmente vicino alla mascella o nella zona intorno al naso.

L’episodio può durare giorni, settimane o mesi ma i sintomi possono anche spegnersi da un momento all’altro rimanendo in silenzio per anni.
Nei casi in cui si manifestano questi dolori, bisogna recarsi dal medico specializzato ed effettuare un esame neurologico che permetterà di individuare quali sono le parti del nervo coinvolte nel disturbo. Inoltre, una risonanza magnetica e un’angiografia permetteranno di escludere o di individuare come causa della patologia un tumore, aneurismi, cisti o altre condizioni.

Tipologie di nevralgia del trigemino

Il disturbo che colpisce il quinto nervo cranico può suddividersi in 3 differenti tipologie distinte a seconda dei dolori:

  • TN1, nevralgia del trigemino di tipo 1, consiste nella forma più comune di questo disturbo. Il dolore non si presenta con un tempistica costante, ma imprevedibile, attraverso dolori acuti.
  • TN2, nevralgia del trigemino di tipo 2, si contraddistingue per la manifestazione di dolori lancinanti associati anche a bruciori, inesistenti negli altri casi. La ripetizione inoltre sussiste in maniera costante e ripetitiva.
  • STN, nevralgia trigeminale sintomatica, si definisce con questa terminologia il disturbo conseguente ad una malattia, come per esempio la sclerosi multipla.
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cos’è e come funziona la dieta a zona

Esercizi per addominali e glutei perfetti

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.