Notizie.it logo

Perché sento fame dopo mangiato

fame

Quando si ha fame pur avendo già mangiato non si è abbastanza idratati, si mangiano troppi carboidrati o non si consumano sufficienti proteine.

Quando ci piace molto una cosa, è normale mangiare a dismisura. Altri giorni sentiamo fame costantemente e, per quanto tracanniamo di tutto, questa sensazione resta. Se questo accade di tanto in tanto, non è preoccupante, ma se diventa abituale è segno che qualcosa non va nel nostro organismo o nell’alimentazione. Popolarmente diciamo che abbiamo gola o fame nervosa, ma non va sottovalutata: le deficienze alimentari possono manifestarsi sotto forma di malattie o squilibri corporali.



Sensazione di fame tutto il giorno per cattiva alimentazione

Per troppo fruttosio

Studi condotti dall’Università della California hanno dimostrato che il fruttosio è una sostanza che può far credere al nostro cervello che dobbiamo mangiare di più, una delle colpevoli della sensazione di vuoto continua, nonostante abbiamo già mangiato. La ragione per cui questo accade è che il fruttosio influisce sulla forma in cui il corpo usa la leptina. La leptina è l’ormone che ci dà la sensazione di sazietà e ci annuncia che dobbiamo smettere di ingerire Se il corpo non la usa adeguatamente, non riconoscerà questo allarme per detenere la deglutizione. Nel caso americano, le bibite hanno molta colpa perché fatte con sciroppo di mais e fruttosio. Negli altri Paesi, si pecca di più con merendine industriali e altri cibi processati.

Sapendo questo, smettere di ingerire alimenti alti in fruttosio può essere una buona forma di non sentire costantemente bisogno di mangiare.

Alimenti in scatola

Il fruttosio non è l’unico ad alterare i livelli di letpina nel corpo. Il bisofenol A è un altro elemento che, ingerito in grandi quantità, sovraccarica la produzione di letpina, facendo che aumentino i livelli di ansia, la sensazione di dover mangiare ancora e correre quindi rischio di obesità. I prodotti in scatola sono molto ricchi in bisfenol A, per cui ve va limitato al massimo il consumo.

Troppi carboidrati raffinati

Per terminare la lista di prodotti e cibi che provocano fame durante il giorno, parliamo dei carboidrati raffinati. Le farine raffinate, come altri alimenti come la patata, hanno un indice glicemico molto alto.

Questo fa sì che i livelli di glucosio nel sangue aumentino sensibilmente quando li consumiamo. La reazione a catena che si produce è che, per compensare, il corpo deve liberare insulina perché si riducano i livelli di zucchero nel sangue. Questi si abbassano in modo improvviso, per cui il corpo invia il segnale di mangiare di più per stabilizzare lo zucchero, chiudendo un circolo vizioso.

Se vogliamo evitare che questo succeda, dobbiamo astenerci dal mangiare dolci, merendine, fritture, bibite o zuccheri raffinati. Bisogna optare piuttosto per legumi o farine integrali che richiedono una digestione lenta che apporti glucosio durante un tempo più prolungato, evitando sbalzi drastici.

Sensazione di fame continua per colazione magra

Molte persone, quando vogliono dimagrire, smettono di mangiare cominciando dalla colazione. Mille volte avremo ascoltato che la colazione è il pasto più importante della giornata, ma sembriamo incoscienti di ciò.

Se decidi di non fare colazione, o la fai in modo carente, riuscirai solo ad aumentare il tuo peso.

fame

Tutti gli studi lo dimostrano: fare una colazione povera fa che ci sentiamo meno sazi durante il resto del giorno, per cui avremo più fame e vorremo mangiare di più durante la giornata. A questo va aggiunto che il metabolismo rallenta e il nostro corpo entra in modalità di sopravvivenza, immagazzinando i grassi che ingeriamo.

Dunque, se vuoi perdere questa sensazione di vuoto allo stomaco dopo aver mangiato, comincia la tua giornata con una buona e sana colazione. Per non avere più scuse, ti diamo a continuazione 4 ricette di colazioni equilibrate e rapide da preparare.

Mancanza di acido folico

Non è solo mangiare ciò che non si dovrebbe ad influenzare la nostra sensazione di fame: è non mangiare quanto dovremmo che ha un effetto diretto sulla sazietà – o la sua assenza.

L’acido folico è una vitamina che ci dà grandi benefici nella lotta contro l’aumento di peso e la depressione. Le persone che consumano livelli adeguati di questa sostanza perdono quasi 9 kg più di quelle che non ingeriscono sufficiente acido folico. Ma, dov’è il segreto? La risposta sta nel fatto che i cibi più ricchi in acido folico sono le verdure a foglia verde e gli ortaggi, prodotti che apportano anche grandi quantità di fibra e che hanno una densità energetica molto bassa. Sono perciò cibi che ci saziano senza apportare quasi calorie.

Un altro problema abituale è la poca cultura dell’acqua. Ci sono persone che ne bevono appena, quando è invece essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo. Non bisogna aspettare di avere sete: la sete è sintomo di disidratazione che non dovremmo mai sentire. Se senti fame pur avendo già mangiato, prova a bere un bicchiere di acqua o due, e noterai come ti sentirai più sazio e senza tanta ansia per continuare ad ingurgitare.

Cause psicologiche della fame continua

Non ti meraviglierà sapere che studi hanno dimostrato che osservare cibo ci invoglia a mangiare. Sarà una reminiscenza del nostro passato più primitivo, quando non sapevamo quando avremmo mangiato di nuovo. Ma in una società dove il cibo non manca, impazzire per una busta di patatine ogni volta che vedi qualcuno sgranocchiarle diventa a lungo andare controproducente, ancor di più con il costante bombardamento di immagini in televisione.

L’unica forma di evitare queste voglie è essere coscienti che di questo si tratte: voglie. Se hai mangiato bene, il tuo corpo è nutrito e non richiede altro. E’ la tua mente che ti sta ingannando. Sii forte ed allontanati dalla tentazione.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche