Punture di pulci: rischi e cosa fare

In un mondo sempre più asettico, non si sente più parlare di punture di pulci, ma può succedere che arrivino a pungere. Ma quali sono i rischi?

Le pulci sono dei parassiti che si nutrono del sangue degli animali che attaccano, siano essi mammiferi o uccelli. Tra questi animali ci siamo anche noi, ma aldilà del dolore e del prurito è ben altro quello che ci deve preoccupare.

Le pulci infatti, come molti altri parassiti, trasportano con loro numerosi batteri che, pungendo la nostra cute, possono causare numerose infenzioni. Per queste ragioni sono così odiate e temute.

Come riconoscere le punture di pulci

Riconoscere le punture di pulci può non essere semplice, ma ci sono alcune caratteristiche che possono aituarci a identificare una possibile infestazione o puntura.

Le punture di pulci innanzitutto creano delle microlesioni sulla nostra cute, con colori rossi intensi che svaniscono se premute dalle dita.

Un altro fattore che può aiutarci è la disposizione delle punture. Le pulci tendono a pungere in maniera lineare, credo quasi delle strisce rosse di punture una vicina all’altra.

Infine le pulci sembrano prediligere come luogo di puntura le parti inferiori del corpo, dunque gambe e piedi.

I trattamenti

Come dicevamo, le punture di pulci di per sé non costituiscono un grave problema. Sono lesioni che causano prurito e fastidio, ma con il tempo o con l’aiuto di qualche impacco di ghiaccio guariscono in pochi giorni.

Se invece queste fossero particolarmente dolorose e numerose sulla pelle, è possibile che il vostro medico vi prescriva un crema apposita da utilizzare sull’area interessata.

Il vero problema riguarda invece le eventuali infezioni trasmesse dalle punture, che sono ormai rare, ma da non escludere in assoluto. In caso di strani sintomi in seguito alla puntura è importante rivolgersi immediatamente al proprio medico di famiglia che, se lo riterrà necesserio, potrebbe prescrivervi delle analisi o degli esami per valutare l’effettiva infezione.

Qualora questa venisse accertate e confermata dalle analisi svolte, il medico potrà, a seconda del tipo di infezione e della sua gravità, prescrivervi la cura più adatta. La cosa più importante è mai darsi al fai da te con la salute del vostro corpo.

Scritto da Mauro Armadi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come funziona il test per valutare la gravità del Covid

Covid e occhi: come il virus colpisce questa parte del corpo

Leggi anche
Contents.media