Vagina, grandi labbra sporgenti e arrossate: cause e rimedi

labbra

La vagina è composta, tra le altre cose, da piccole e grandi labbra. Le grandi labbra si presentano come due piccole pieghe cutanee, composte da tessuto connettivo elastico, parallele fra loro e reciprocamente saldate.



Ciascuna delle grandi labbra ha due facce – ovvero una interna ed una esterna – ed è anche caratterizzata da un “margine” che suddivide o dona spazio alle due labbra, denominata rima vulvare.

La parte esterna confina direttamente con la parte relativa alla faccia laterale del piccolo labbro, attraverso il solco interlabiale.

Grandi labbra sporgenti: cause

L’aspetto nelle donne è abbastanza fondamentale, soprattutto sulle parti intime si cerca di mettere l’accento su pulizia, depilazione e elementi somatici a 360°. In alcuni casi però può capitare che le labbra siano sporgenti, creando un grande imbarazzo e un problema psicologico notevole. La lunghezza può raggiungere i 4 cm o qualcosa in più e in alcuni casi è possibile che sia interessato solamente un labbro anziché entrambi.

Non è da considerarsi una malattia anche se crea un forte impatto sulla vita di ogni donna, creando complessi e problematiche nell’affrontare momenti intimi o una semplice gita al mare.

Quali sono quindi le cause? Nella maggior parte dei casi è innata, ma ci sono anche alcuni fattori che ne facilitano la sporgenza, come:

  • gravidanza e successivo parto;
  • traumi;
  • perdita di peso eccessiva;
  • età.

Per risolvere questa problematica si potrebbe ricorrere alla chirurgia intima, che porterebbe ad una maggiore sicurezza e ritorno alla femminilità.

Grandi labbra arrossate: cause

Quando le grandi labbra si arrossano, causando un fastidioso prurito, è da verificare la causa scatenante: infatti non sempre si ha a che fare con un’infezione o un disturbo grave.

Se invece il fastidioso prurito è accompagnato da bruciore, arrossamento, perdite di colore giallo e cattivo odore, allora potrebbe esserci un vero e proprio problema vaginale di origine infettiva.

Può succedere anche di avere un fastidio alla vulva, ovvero l’organo genitale esterno con un prurito localizzato alle grandi labbra, senza la presenza di altri sintomi: in questo caso si tratta di semplice irritazione della zona interessata.

Le cause sono molteplici, ma non sempre da imputare a tipologie batteriche, virali o fungini. In moltissimi casi questo fastidio può derivare da un’allergia o da un’irritazione.

Alcuni esempi legati al proprio stile di vita sono:

  • Igiene intima mancante;
  • Igiene intima troppo frequente;
  • Reazione allergica portata da prodotti intimi aggressivi o l’utilizzo di detersivi non neutri;
  • Indumenti aderenti che non permettono il corretto passaggio dell’aria;
  • Utilizzo di biancheria con tessuto sintetico;
  • Eccessiva sudorazione;
  • Ciclo mestruale abbondante.

Anche durante il periodo della menopausa, l’arrossamento e il prurito possono comparire a causa degli squilibri ormonali tipici di questa fase della vita di una donna.

Inoltre, l’uso frequente di antibiotici e contraccettivi può causare un’alterazione della flora vaginale e il conseguente arrossamento e irritazione.

Ci sono inoltre fattori da non sottovalutare, come stress o traumi improvvisi che possono portare ad una perdita di peso, alimentazione errata e successiva irritazione delle parti intime.

Rimedi per arrossamento

Il primo step è senza dubbio rivolgersi al proprio ginecologo per verificare il tipo di irritazione e le possibili cause.

Se la causa dell’arrossamento non è di origine infettiva, i rimedi naturali sono tantissimi e vanno applicati subito, ogni giorno.

Si parte subito con un cambio delle abitudini alimentari, cercando di eliminare tutti i cibi grassi, piccanti, stagionati, salati per orientarsi verso un’alimentazione a base sana, con condimenti base (come olio di oliva) e assunzione regolare di frutta e verdura. Da non dimenticare lo yogurt bianco naturale che ha la capacità di ricostruire i batteri “buoni” riequilibrando l’apparato genitale femminile, proteggendolo dalle irritazioni future.

Da assumere regolarmente integratori vitaminici specifici per il tipo di irritazione, che aiutano a riportare il giusto apporto di vitamine mancanti all’organismo. Le tisane calmanti e rinfrescanti, sono ottime da bere prima di andare a letto la sera, soprattutto quelle a base di malva e lavanda che aiutano ad alleviare il prurito e il gonfiore.

Si può inoltre ricorrere a delle creme vaginali specifiche, composte da soli ingredienti naturali come calendola, aloe, malva – ovvero piante che contengono proprietà antinfiammatorie, calmanti e antibatteriche.

Dei piccoli accorgimenti sono da tenere sulla corretta igiene intima, con lavaggi regolari con detergenti che rispettino il PH della vagina e sull’utilizzo di biancheria in cotone, preferibilmente bianca.

In caso di eccessiva sudorazione, ricordarsi di utilizzare – una volta alla settimana – una lavanda vaginale rinfrescante.

E’ anche vivamente consigliato bere sempre molta acqua, cercando di evitare alcolici e bevande zuccherate.

Su amazon sono presenti numerosi prodotti di creme vaginali. vi presentiamo di seguito i più venduti

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Diadora Tapis Roulant Magnetico Evo
149 €
329 € -55 %
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband With Heart Rate Monitor
29.99 €
41.67 € -28 %
Compra ora
Myprotein Active Women Vegan Blend™ - 1kg - Sacchetto - Mela ...
19.77 €
Compra ora
Phytogarda Phyto Garda In Forma Riduci Carboidrati Dispositivo ...
25.08 €
29.5 € -15 %
Compra ora