Notizie.it logo

Vitamina C: a cosa serve e tutti i benefici

vitamina c

La vitamina C è essenziale per il nostro organismo. vediamo perchè e a cosa serve nello specifico.

Col freddo arrivano i primi malanni e con essi si torna a parlare di Vitamina C e di come questa sia un toccasana per mantenere il proprio organismo in salute e difenderlo da raffreddori e influenze. Scopriamo quali sono i suoi benefici e dove trovarla.

Vitamina C: cos’è?

L’acido ascorbico è una sostanza utile alla crescita e alla salute dell’organismo e dei suoi funzionamenti, dei suoi tessuti e delle sue cellule. Il corpo ne richiede solo piccole quantità perciò viene identificato come micronutriente, ma la sua importanza è a dir poco vitale. Questa sostanza così importante è meglio conosciuta come Vitamina C.

Poiché si tratta di una sostanza idrosolubile e cioè in grado di dissolversi nell’acqua, non è possibile che venga immagazzinata nell’organismo e viene facilmente eliminata tramite le urine.

Perciò, un’alimentazione che preveda l’assunzione quotidiana di questa vitamina è indispensabile per non rimanerne mai a corto.

Nei bambini da 1 a 3 anni è consigliata una quantità di 35 mg al giorno, mentre 45 mg è quella suggerita per i bambini dai 4 ai 6 anni e sale a 60 mg per i bambini dai 7 ai 10. Per gli adolescenti le quantità si differenziano in base al sesso, infatti per i maschi dagli 11 ai 14 anni è consigliata una quantità giornaliera pari a 90 mg, mentre 85 mg per le femmine della stessa fascia di età; per i maschi di età compresa tra i 15 e i 17 anni la quantità giornaliera sale a 105 mg, mentre 85 mg è quella prevista per le femmine della stessa età.

A cosa serve la Vitamina C

La Vitamina C svolge all’interno dell’organismo tante funzioni, ognuna di esse molto importanti.

Tra le tante proprietà, la più nota è di certo quella antiossidante grazie alla quale contrasta i radicali liberi e i danni che questi causano, essendo considerati una delle principali cause dell’invecchiamento delle cellule. Sono delle molecole dannose che si creano durante le fasi digestive e si accumulano nell’organismo, ma anche a causa di esposizione a sostanze dannose come quelle nel fumo delle sigarette, radiazioni e raggi UV e perfino quando si pratica sport.

Un’altra funzione importante della Vitamina C è quella di fare da spugna per il ferro presente nel nostro organismo e in modo particolare per quello introdotto attraverso alimenti vegetali. Questo tipo di ferro è più difficile da assorbire rispetto a quello di origine animale che meglio si associa con l’emoglobina.

La Vitamina C promuove la produzione di collagene, sostanza importante per legamenti, vasi sanguigni e per la pelle.

Si occupa anche di sintetizzare la L-Carnitina, la quale viene coinvolta nella metabolizzazione dei grassi ed è direttamente interessata nel metabolizzare le proteine. La salute di ossa, denti e cartilagini dipendono molto dalla presenza di Vitamina C e questa aiuta l’organismo nei processi di guarigione, anche delle ferite, poiché ha il compito di cicatrizzare e riparare i tessuti del corpo.

Quali alimenti contengono Vitamina C

Più o meno tutti gli alimenti contengono Vitamina C, ma alcuni di questi sono dei veri e propri recipienti stracolmi. La frutta e le verdure sono quelli che ne contengono in maggiore quantità. Ancor prima della sua scoperta, alcune malattie come lo scorbuto venivano curate con un’alimentazione ricca di frutta e verdura, in particolar modo gli agrumi.

Tra i frutti che contengono le maggiori quantità abbiamo il kiwi, i mirtilli, i lamponi, il mango, il melone, agrumi, fragole, ananas, papaya, ribes e uva.

Zucca, pomodori, patate, rape, spinaci, cavolfiori, cavoli, peperoni e altre verdure a foglia sono, tra gli alimenti di origine vegetale, quelli che contengono le maggiori quantità di Vitamina C.

Tuttavia, la quantità di Vitamina C contenuta negli alimenti può variare in base al tempo di conservazione trascorso e per questo i prodotti freschi ne sono generalmente più ricchi. I livelli di Vitamina C col tempo tendono a diminuire, sopratutto se gli alimenti vengono lasciati esposti alla luce. Alcuni metodi di cottura possono comportare la perdita di buona parte della Vitamina C contenuta negli alimenti, per questo, frutta e verdura dovrebbero essere consumati crudi e possibilmente freschi.

Infine, la Vitamina C è un elemento che viene utilizzato nel campo cosmetico viste le sue proprietà idratanti e antiossidanti, per preparare creme e altri prodotti per trattamenti di ringiovanimento della pelle.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche