A cosa serve la fascia di resistenza? Controindicazioni

La fascia di resistenza è uno degli strumenti più utilizzati dai fitness addicted, soprattutto da casa. Ecco a cosa serve e anche le controindicazioni

La fascia di resistenza è molto pratica e conveniente da utilizzare durante gli esercizi anche rispetto a un set di manubri. Le fasce sono trasportabili facilmente, si possono utilizzare tranquillamente in ambiente domestico, e si riescono a reperire in ogni store di articoli per lo sport.

Ecco a cosa serve la fascia di resistenza e gli effetti “collaterali”.

Fascia di resistenza: a cosa serve

Si parla spesso di fascia di resistenza da utilizzare con gli esercizi, anche da casa. Ma a cosa serve e quali sono le sue funzioni? Molti praticano sessioni di allenamento con questo tipo di strumento perché è altamente efficace e consente di far lavorare tutti i principali gruppi muscolari.

Uno dei vantaggi unici dell’utilizzo di questa particolare fascia è che la resistenza aumenta man mano che la fascia si allunga, rendendo l’allenamento impegnativo ma completo.

Lo scopo delle bande elastiche per il fitness è quello di allenare tutte le fasce muscolari senza sovraccaricare la colonna vertebrale e le articolazioni con macchinari o bilancieri.

La fascia di resistenza non è altro che una striscia di gomma da sistemare in posizioni diverse, per esempio sotto i piedi, per tirare e fare esercizio sfruttando la resistenza, sotto i glutei, alle caviglie. Possono essere acquistate singolarmente o in kit.

Si trovano in commercio di diverse colorazioni: ogni colore indica un livello di resistenza.

I colori più chiari solitamente indicano una resistenza bassa, da resistenze pari a 1,5 chili o 3 chili; più sono scuri più la resistenza aumenta. La scala di colori-resistenza è: giallo, rosa, verde, blu, rosso e nero.

Le controindicazioni della fascia di resistenza

Durante i workout è fondamentale non commettere errori ed utilizzare la fascia di resistenza nel modo corretto, per evitare di rendere le sessioni meno efficaci o, addirittura, dannose.

Esagerare con la tensione e con la resistenza non solo potrebbe mettere a rischio contrattura i muscoli, ma anche causare incidenti come dolorosi strappi. Gli errori più comuni con la fascia di resistenza sono:

Utilizzare una fascia con troppa resistenza rende impossibile eseguire un esercizio con una buona riuscita. Il corpo tenderà a compensare eccessivamente, utilizzando altri gruppi muscolari che non sono destinati a essere coinvolti nell’esercizio. In questo modo, non solo l’esercizio risulterà inefficace, ma aumenterà anche le possibilità di strappi e lesioni.

Un errore da evitare in quanto i bordi taglienti o ruvidi accelerano l’usura del lattice della fascia, rischiando di causarne l’improvvisa rottura. Ciò potrebbe comportare una pericolosa lesione muscolare durante l’esercizio. Per evitare l’inconveniente, la soluzione migliore è rappresentata dagli ancoraggi da attaccare a un muro.

Ricordiamo che anche su amazon si possono acquistare le fasce di resistenza.

Qui di seguito alcune delle migliori

Scritto da Chiara Sorice
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La dieta di Mary di Danimarca: i segreti della sua linea

Dieta disintossicante nichel: cosa mangiare?

Leggi anche
  • esercizi a casa dopo il partoCome tornare in forma dopo il parto? 10 esercizi da fare a casa

    Dopo il parto, tornare in forma è l’obiettivo di tutte le neo mamme. Vediamo 10 esercizi da fare a casa per tornare in forma.

  • interno cosciaEsercizi interno coscia da fare sul divano

    Esercizi interno coscia, ecco come rassodare l’interno coscia direttamente sul divano.

  • esercizi kegelEsercizi di Kegel: si possono fare in gravidanza?

    Esercizi di Kegel, di cosa si tratta e si possono fare in gravidanza? Ecco svelata la risposta.

  • addominali sul divanoEsercizi addominali da fare sul divano

    L’attività fisica viene incontro anche ai più pigri. Ecco alcuni esercizi da fare comodamente sul divano per gli addominali.

Contentsads.com