Acido urico alto: quali sono i cibi da evitare?

Attenti all’acido urico alto: scopriamo quali sono i cibi da evitare.

Con l’acido urico alto è fondamentale seguire una dieta specifica, come prevenzione, poiché i livelli alti di questo acido possono portare alla gotta. Ecco quali sono i cibi da evitare assolutamente.

Acido urico alto: quali sono i cibi da evitare?

Sappiamo ormai, certificato da esperti e dalla scienza, quanto la dieta e l’alimentazione possa influire sul benessere generale. Anche nel caso in cui si verifichino alti livelli di acido urico è fondamentale seguire una dieta specifica di prevenzione. Quando si ha a che fare con un alto livello di acido urico, infatti, adottare uno stile di vita sano ed equilibrato che comprenda una dieta specifica è di fondamentale importanza. Un’eccessiva presenza di acido urico, infatti, può trasformarsi in gotta e comportare tutta una serie di fastidiosi effetti collaterali.

Ma cos’è l’acido urico? Questo deriva dal metabolismo delle purine, cioè dei composti azotati che entrano a far parte della struttura del Dna. Di norma, viene eliminato attraverso sia la filtrazione renale, sia le secrezioni digestive. Nel momento in cui si accumulano più purine e più acido urico, allora si può iniziare a parlare di iperuricemia e gotta.

Ecco alcuni suggerimenti sulla dieta da seguire, in caso di acido urico alto, che non deve essere drastica, ma deve includere determinati alimenti ed escluderne degli altri per favorire il corretto funzionamento dell’organismo a favore di reni e articolazioni:

Evitare i cibi ad alto contenuto di purine;

evitare i digiuni prolungati e le diete molto ipocaloriche;

non abusare delle proteine animali;

bere almeno 1,5 litri di acqua al giorno;

limitare il consumo di grassi, di bevande e di alimenti che contengono zuccheri aggiunti;

assumere la giusta quantità di vitamina C che, secondo alcuni studi, aiuta a prevenire l’insorgere della gotta.

In caso di acido urico alto, per evitare che sfoci in gotta provocando disturbi fastidiosi e a lungo termine, è consigliato eliminare dalla propria dieta tutti questi cibi nell’elenco di seguito:

Alcool, che favorisce non solo l’aumento di peso, ma anche la produzione di acido urico da parte dell’organismo;

pesce azzurro ad alto contenuto di purine, come acciughe, alici, sardine e sgombro;

animali come fegato, rognone e cervella;

formaggi grassi come il mascarpone;

selvaggina;

frutti di mare e molluschi, quali vongole e cozze;

insaccati, come salame e salsiccia;

strutto e lardo;

dadi da cucina;

bevande molto zuccherate.

Acido urico alto: l’elenco di cibi da evitare

Quando si ha l’acido urico alto, come anticipato, è fondamentale cambiare il proprio stile di vita e proiettarsi verso un’alimentazione sana, equilibrata e specifica per questa “problematica”. Abbiamo visto quali sono i cibi da evitare drasticamente per non far si che da acido urico alto diventi gotta o iperuricemia.

Ecco cosa mangiare se si ha l’acido urico alto:

Pasta e riso non integrali, cracker, grissini, fette biscottate e cereali;

latte e derivati, come ricotta e yogurt;

formaggio a basso contenuto di grassi, come fiori di latte e parmigiano;

uova;

verdure di stagione crude o cotte, come barbabietole, bietole, broccoli, carciofi, zucca e rape;

frutta fresca a basso contenuto di zuccheri, come albicocche, arance, kiwi, ciliegie;

olio extra vergine di oliva come condimento;

Oltre a questi cibi consigliati fare costante attività fisica ed eventualmente assumere integratori alimentari specifici, per aiutare ad affrontare e a superare al meglio il problema, con l’obiettivo di evitare che i sintomi possano ripresentarsi anche in futuro.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Vuoi diventare papà? Niente alcol 3 mesi prima di concepire

Covid, variante Pirola JN.1 e vaccini: cosa dice l’Oms

Leggi anche
Contentsads.com