Adesivi chirurgici ispirati alla bava di lumaca

Alcuni ricercatori hanno messo a punto una colla chirurgica in grado di rimarginare ferite e bloccare sanguinamenti, ispirandosi alla bava di lumaca.

Vi è mai capitato di provare a mettere un cerotto su una ferita, appena usciti dalla doccia? Se sì, saprete quanto è difficile che l’adesivo aderisca alla pelle bagnata. Oltretutto diventa ancora più problematico se la ferita che state cercando di fasciare sanguina.

Ad oggi, un team internazionale di ricercatori ha trovato un’altro modo di chiudere le ferite, soprattutto in caso sia difficile mettere i punti di sutura. Si tratta di qualcosa di particolare: un adesivo alla bava di lumaca.

Bava di lumaca?

OK, non esattamente. Il team di ricercatori ha usato una bava estremamente appiccicosa dell’Arion Subfuscus, comunemente chiamato “lumacone”, come base per una colla chirurgica sintetica che può essere usata su tessuti organici fragili.

Un buon adesivo per tessuti organici deve essere in grado di incollare estremamente bene una superficie scivolosa, sempre mantenendo una certa flessibilità. Molti adesivi esistenti hanno un alto grado di tossicità. Alcuni sono troppo costosi, non sono abbastanza flessibili né hanno una sufficiente capacità adesiva da essere usati su delle ferite.

Quindi, gli autori dello studio hanno cercato una soluzione nella natura, imitando, appunto, la bava di lumaca. Questa pratica è chiamata biomimetica.

Hanno scoperto che alcune lumache, quando si sentono attaccate, producono una sostanza adesiva simile alla colla, cercando di rimanere attaccate al suolo per evitare di essere catturate. La bava contiene sostanze chimiche di carica positiva, che si “incollano” ai tessuti e alle cellule di carica negativa. La bava di lumaca si lega al tessuto sia chimicamente che fisicamente grazie a proteine ad incastro.

Come funziona

Usando questi meccanismi come punto di inizio, i ricercatori hanno progettato un forte adesivo che può essere applicato con un cerotto che assomiglia ad una striscia di gelatina o a pellicola trasparente, oppure attraverso una soluzione iniettabile.

La colla ha due strati: uno adesivo e una matrice flessibile. Questi due strati lavorano insieme fino a formare un forte adesivo che può essere usato nella riparazione dei tessuti o nella medicazione di certe ferite.

L’adesivo ispirato alla bava funziona perfettamente sulla pelle di maiale, sulla cartilagine, nelle operazioni a cuore aperto, alle arterie o al fegato. Ha dimostrato di funzionare bene nel fermare le emorragie e nel curare ferite al fegato di topi. Non ha manifestato effetti collaterali sugli esseri umani nelle 24 ore successive l’uso.

Quindi, per una volta, lasciamo stare le lumache che ci mangiano l’insalata nell’orto. Potrebbero essere fonte di ispirazione per qualche nuova invenzione.

Curiosità

Non pensavate che vi avremmo lasciati andare senza qualche dato sui genitali delle lumache, vero? Le Arion scure hanno sia organi sessuali femminili che maschili. Talvolta i genitali maschili di due lumache si impigliano durante l’accoppiamento. Le lumache a quel punto morderanno e strapperanno via i loro genitali maschili per scatenarsi (un processo chiamato apophallation). Da quel momento in poi si riprodurranno unicamente come femmine.

Scritto da Elisa Secci
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Malattie cerebrali: valutazione di strutture e servizi

Come contrastare l’alopecia con gli integratori per capelli

Leggi anche
  • Fibromialgia: cos'è e come si curaFibromialgia: di cosa si tratta e come si cura

    La fibromialgia è una condizione dolorosa molto diffusa che colpisce circa 1.5 – 2 milioni di Italiani, vediamo di cosa si tratta e come si cura.

  • Dolori articolari: come curarliCome curare i dolori articolari

    Le cause che stanno all’origine dei dolori articolari possono essere diverse, quindi la cura da seguire può essere diversa in relazione al singolo caso.

  • Resveratrolo: a cosa serve e cos'èResveratrolo: cos’è e a cosa serve

    Il resveratrolo dà importante supporto all’organismo, per questo occorre seguire una dieta con alimenti che lo contengano o assumere integratori specifici.

  • Difetti visivi: intervento laser PRKDifetti visivi: tutto quello che c’è da sapere sull’intervento laser PRK

    Uno dei trattamenti più utilizzati per correggere i difetti visivi è l’intervento laser PRK, vediamo cos’è e come si svolge l’operazione.

Contents.media