Proprietà e controindicazioni dell’aneto

L'aneto è una pianta ricca di grandi benefici e proprietà eccellenti per l'organismo. Vediamo quali sono tutte le sue caratteristiche.

L’aneto è una pianta aromatica molto apprezzata in cucina per rendere più gustosi i piatti, ma risulta essere anche molto utile in fitoterapia grazie alle sue proprietà uniche. Si tratta di una pianta molto simile al finocchio selvatico usata già nell’antichità per le sue caratteristiche curative in particolare per il suo effetto antispasmodico e digestivo.

Originaria dell’India, questa erba officinale della famiglia delle Apiaceae è particolarmente utilizzata nella cucina orientale.

Proprietà dell’aneto

L’aneto possiede proprietà molto utili a livello gastrointestinale. Questa pianta è ottima per chi ha problemi di digestione, coliche e meteorismo, inoltre permette di ridurre l’intensità delle coliche. Si tratta di un rimedio utile anche per combattere l’alitosi e grazie al suo potere diuretico è un rimedio naturale interessante per chi soffre di cellulite oppure di ritenzione idrica.

Advertisements

Le proprietà dell’aneto sono anche antimicrobiche e antifungine, per tale ragione si rivelerà un rimedio utile per migliorare la salute del sistema immunitario. Vanta anche benefici contro il cancro per via di alcuni prinicipi attivi chiamati monterpeni. Queste sostanze sono capaci di stimolare e di attivare la secrezione di un enzima con il nome glutathione-S-transferase, ossia un antiossidante capace di neutralizzare alcuni agenti cancerogeni.

La pianta posside alcuni oli essenziali utili a stimolare la bile e i succhi gastrici, inoltre aiutano a migliorare la peristalsi intestinale.

L’aneto possiede doti depurative e calmanti, se assunto prima di dormire vi aiuterà a dormire meglio.

Controindicazioni dell’aneto

L’aneto non presenta controindicazioni serie se viene assunto in dosi piccole. Nel caso in cui venga invece assunto in quantità molto eccessive, sconsigliamo la sua assunzione sia durante la gravidanza che durante l’allattamento.

Utilizzi dell’aneto

Dell’aneto si possono utilizzare sia i semi essiccati che le foglie.

Viene spesso impiegato in cuicina anche se bisogna dire che in Italia viene consumato in quantità minori rispetto a quanto succede in Oriente e nel resto dell’Europa. Possiede un sapore molto particolare, una via di mezzo tra quello del finocchio e quello dell’anice. Viene spesso usato per aromatizzare sottaceti, insaporire pesce, uova e anche verdure. Alcuni lo usano anche per rendere più saporito il pane.

L’aneto è utile anche come rimedio di bellezza: risulta ottimo per migliorare la salute delle unghie fragili.

Potete realizzare infatti degli impacchi con questa pianta o con i suoi semi mischiati ad acqua e immergervi le unghie alcune volte al giorno. Chiaramente è possibile usare l’aneto anche come rimedio per la salute, viene infatti apprezzato come rimedio fitoterapico allo scopo di migliorare la salute. Si possono acquistare integratori a base di questa pianta oppure si possono bere infusi e tisane per migliorare il benessere e la salute in modo efficace.

Scritto da Elisa Cardelli
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cos’è e quali sono i benefici della coppettazione

Fibre alimentari insolubili: cosa sono e dove si trovano

Leggi anche
Contents.media